Mido Orologi: passione per l’innovazione dal 1918

FONDATA NEL 1918 DA GEORGES SCHAEREN, LA MIDO COMPIE QUEST’ANNO I SUOI PRIMI 100 ANNI DI VITA, FESTEGGIATI CON IL LANCIO DI INTERESSANTI MODELLI CELEBRATIVI

La fondazione della Mido avviene in un giorno molto particolare. Si tratta, infatti, dell’11 novembre 1918, ovvero il giorno della sottoscrizione dell’armistizio di Compiègne, tra l’Impero tedesco e le potenze Alleate, che segnò la fine della Prima Guerra Mondiale. Alla fondazione della Mido partecipò anche il negoziante Hugo Hubert, in quel di Solothurn, capitale del Canton Soletta. Perciò la prima denominazione ufficiale della Casa era “G. Schaeren & Cie, Mido Watch”, e il mese successivo venne registrata col nome “Mido”, parola che deriva dall’espressione spagnola “yo mido”, ovvero “io misuro”. Sembra che il nome sia stato suggerito a Schaeren da suo fratello minore Henri, che parlava lo spagnolo, e che avrebbe successivamente partecipato in maniera attiva alla crescita della Casa. 

Nel 1925 la società, che può anche fare leva sull’ingresso di nuovi investitori, cambia nome in “Societé Anonyme Mido”, e il Consiglio di Amministrazione (che rimarrà invariato fino agli anni ’50) è formato dai fratelli Schaeren e da Hugo Jubert. La sede della fabbrica rimane a Solothurn, mentre contemporaneamente vengono aperti degli uffici a Biel.

MIDO OROLOGI STORIA; INIZIALMENTE LA PRODUZIONE SI CONCENTRÒ SU MODELLI DA TASCA E DA POLSO, CHE DOVEVANO ESSERE PRECISI, ECONOMICI ED ELEGANTI.

L’azienda puntò subito alla realizzazione di orologi sia femminili che maschili, mentre per la donna si puntava principalmente all’eleganza e alla raffinatezza degli elementi utilizzati per costruire l’orologio, gli orologi Mido da uomo, erano dedicati al far fuoriuscire l’identità dell’uomo del tempo, forte e sportivo. Ma non era l’unica peculiarità su cui l’azienda punto per la realizzazione degli orologi da uomo. Infatti, grazie alla fiorente attività automobilistica Europea e Americana, iniziata in quegli anni, l’azienda decise di creare dei modelli unici da uomo, che ricordavano le griglie delle automobili più famose dell’epoca. Creando così una collezione con i nomi delle aziende automobilistiche come: Fiat, Bugatti e Ford.

Alcuni, indirizzati al pubblico femminile, adottavano anche casse smaltate. La Mido inoltre si ritagliò un proprio spazio nel mercato delle automobili, presentando orologi che riprendevano la forma delle griglie dei radiatori, realizzati per marchi quali Buick, Bugatti, Alfa Romeo, Dodge, Peugeot, Benz, Fiat e Ford, solo per citarne alcuni. L’idea si rivelò un successo e la produzione raggiunse ben presto cifre importanti in termini di pezzi.

Nel 1935 Mido presenta una delle collezioni di maggior successo, arrivata fino ai giorni nostri, e della quale potete ammirare uno degli ultimi nati su queste pagine: la Multifort. Si tratta del primo orologio antimagnetico con movimento automatico impermeabile e antiurto presentato dalla Casa, ed è anche il modello di maggior successo della Mido nel periodo compreso tra gli anni ’30 e gli anni ’50. Un altro anno importante nella storia della Maison è il 1954, anno in cui vede la luce il sistema di ricarica denominato Powerwind, che riduceva da 16 a 7 il numero dei componenti, incrementando al contempo l’affidabilità e la durata della riserva di marcia.

Il 1959 è l’anno della presentazione dell’Ocean Star Commander, dotato di cassa monoblocco e del sistema di impermeabilizzazione della corona denominato Aquadura (presentato nel 1939), caratterizzato dall’impiego di una guarnizione in sughero. Nel 1967 la Casa si rende protagonista di un’altra prodezza: il lancio dell’orologio automatico da donna più piccolo mai realizzato in una linea di assemblaggio.

Nel 1971, poi, la famiglia Schaeren vende la Mido alla GWC (General Watch Co. Ltd.), una compagnia di proprietà della ASUAG (Allgemeine Schweizerische Uhrenindustrie AG). Seguiranno alcuni anni di transizione, dovuti anche alla nota crisi dell’orologeria meccanica. Tuttavia, nel 1976 viene presentata la collezione Baroncelli, oggi uno dei cavalli di battaglia della Casa elvetica, e nel 1980 viene annunciato il grande tennista Bjorn Borg come testimonial degli orologi Mido, anche se il campione svedese si ritirerà dall’attività agonistica di lì a poco, nel 1983, a soli 26 anni.

SEMPRE NEL 1983 I DUE PIÙ GRANDI GRUPPI OROLOGIERI SVIZZERI DELL’EPOCA, OVVERO ASUAG E SSIH (SOCIETÉ SUISSE POUR L’INDUSTRIE HORLOGÈRE) SI UNIRONO, E MIDO ENTRÒ NELL’ORBITA DI QUELLO CHE SAREBBE DIVENTATO IN SEGUITO LO SWATCH GROUP.

Il resto è storia recente, che ha visto Mido affermarsi come uno dei marchi più intraprendenti in termini di design e innovazione. Inoltre, la Casa ha “riscoperto” alcuni classici della sua storica produzione, quali il Multifort, reintrodotto nel 1998 in occasione dell’80° anniversario, o l’Ocean Star, la cui nuova versione è stata presentata nel 2001.

Il 2004 è invece l’anno della reintroduzione del Baroncelli, che ha compiuto 40 anni due anni fa. Nel 2014 la Casa annuncia una partnership con l’UIA (International Union of Architects), la più importante federazione mondiale per le organizzazioni nazionali di architetti. E siamo quindi al 2018, anno in cui Mido taglia l’importante traguardo dei 100 anni di storia. Un secolo che è stato caratterizzato dalla produzione di orologi affidabili, robusti e sempre contraddistinti da un elevato tasso di innovazione. Con un ottimo rapporto qualità/ prezzo, da tenere sotto stretta osservazione.

MIDO MULTIFORT CHRONOMETER 1 REF. M038.431.37.051.00

Una delle novità più interessanti per questo anniversario è sicuramente espressa dal Multifort Chronometer 1, un orologio molto ben rifinito e rappresenta un’ottima alternati va, anche in termini di rapporto qualità/prezzo, per chi cerchi un solotempo dal piglio sportivo. La certificazione di Crono metro e l’impermeabilità garantita fino alla pressione di 10 atmosfere ne fanno un modello preciso e robusto.

Mido Multifort Chrono 1 è un solotempo con indicazione day-date al 3. La cassa in acciaio da 42 mm è sottoposta a trattamento DLC nero. Al cinturino in tessuto (con rivestimento interno in gomma e impunture color avorio) viene abbinata una fibbia ad ardiglione personalizzata. Il movimento adottato è il calibro 80 Si (su base ETA C07.821), meccanico automatico, cronometro Cosc e dotato di spirale in silicio. L’impermeabilità è garantita fino a 10 atmosfere.

PREZZO CONSIGLIATO AL PUBBLICO 1.220 EURO

  • Cassa in acciaio lucido e satinato sottoposto a trattamento DLC nero; lunetta in acciaio lucido e satinato sottoposto a trattamento DLC nero; corona zigrinata, personalizzata e serrata a vite; fondello serrato a vite e dotato di oblò; vetro zaffiro sottoposto a doppio trattamento antiriflesso. Impermeabilità garantita fino alla pressione di 10 atmosfere.
  • Quadrante nero decorato con côtes de Genève verticali; lancette luminescenti, indici applicati e luminescenti; datario e giorno a finestrella al 3.
  • Movimento meccanico a carica automatica, calibro 80 Si (su base ETA C07.821), diametro 25,6 mm, spessore 5,2 mm, 25 rubini, 21.600 alternanze/ora, riserva di carica di 80 ore; spirale in silicio, viti azzurrate, rotore decorato a côtes de Genève e personalizzato, disco decorativo con logo “Si” sul ponte del bilanciere; cronometro Cosc.
  • Cinturino nero in tessuto, con impunture color avorio e rivestimento interno in caucciù; fibbia ad ardiglione in acciaio sottoposto a trattamento DLC nero e personalizzata
  • Dimensioni Diametro: 42 mm; altezza, anse comprese: 48,5 mm; larghezza, corona compresa: 45 mm; spessore: 12 mm; peso complessivo: 90 g.
  • PREZZO CONSIGLIATO AL PUBBLICO 1.220 EURO

L’orologio Mido nel mondo dello sport

I Mido orologi, dopo essersi costruiti una solida carriera nel mondo dell’orologeria, entrarono anche in quello dello sport, quando il campione del mondo di tennis Bjorn Borg, divenne testimone ufficiale degli orologi Mido nel 1981.

Dopo, quindici anni, dal grande successo dei suoi modelli, grazie anche la sponsorizzazione di Borg, l’azienda continua a puntare sull’impiego di nuove tecnologie per il lancio dei suoi modelli. A metà degli anni novanta, infatti, lancia due modelli completamente innovativi: il Worldtimer, il primo orologio a lettura analogica in grado d’indicare il fuso orario del luogo in cui ci si trovava in tempo reale, e in qualunque parte del mondo.

Oltre a questo, il secondo modello proposto fu il Bodyguard un orologio con un allarme integrato all’interno del suo meccanismo in grado di suonare con una forza oltre i 100 decibel.

orologi Mido All Dial

Orologi Mido All Dial

All’inizio degli anni 2000 gli orologi Mido, rielaborano il loro styling in una collezione chiamata All Dial, una serie di orologi che prese ispirazione, da una delle più grandi opere dell’epoca romana e del mondo antico: Il Colosseo.

Rimanendo, sulla linea dedicata a grandi edifici storici, dieci anni dopo, il modello ispirato al Colosseo, la Mido decise di creare una collezione ispirata alla Grande Muraglia Cinese, un altro simbolo, di un popolo stavolta più lontano dall’azienda svizzera. Il lancio di quest’orologio, li porto ad attribuirgli al segnatempo il nome di Great Wall.

L’anno scorso la Mido orologi, fu anche interessata al lancio di nuovi artisti dell’orologeria moderna, organizzando un contest fra tre designer professionisti, per la creazione di un orologio in edizione illimitata, questa volta ispirato a un altra bellezza secolare il Big Bang di Londra. Il premio per la migliore realizzazione è andato al designer Perret, che ha quindi creato per Mido orologi, il primo orologio dedicato al Big Bang di Londra, da parte di Mido.

Mido orologi collezioni e modelli principali

orologi mido collezione baroncelli

Orologi Mido baroncelli

La mido orologi oggi, propone diverse collezioni di lusso e modelli ognuno con una sua anima e una sua caratteristica principale. Le collezioni nuove dell’azienda sono: Baroncelli, Belluna, All Dial, Commander, Multifort, Ocean Star, Great Wall. Queste linee passano dalle prime tre che puntano all’eleganza e alla raffinatezza, alle ultime che invece si avvicinano più all’idea di un orologio sportivo di lusso.

Di seguito alcune proposte offerte da Amazon:

Orologi Mido Belluna

Mido Orologi Belluna

Tra le collezioni che oltre a modelli maschili si propongono di offrire anche modelli femminili ci sono: Baroncelli e Belluna, con modelli di stile, in acciaio, oro giallo, bracciali in pelle, o lavorati con acciaio e oro intrecciati.

Mido Belluna M0012302203191 - Orologio da polso da donna, cinturino in acciaio inox multicolore
  • Genere: Donna
  • Tipo di movimento: Meccanico
  • Tipo di display: Analogico
  • Diametro cassa: 33 mm
  • Colore del quadrante: Argento

Orologi Mido opinioni

Gli orologi Mido sono veramente tantissimi nel corso degli anni, grazie alla loro qualità che permette una durata nel tempo, si possono trovare a prezzi veramente di occasione, se acquistati usati di secondo o terzo polso. Alcuni modelli degli anni ’90 infatti possono essere acquistati a un prezzo che va tra le 300 e le 500 euro.

Orologi Mido prezzi

I modelli più nuovi, in base alle tipologie di orologi Mido ricercate, possono costare tra i 1000 e i 10,000 mila euro. Per le nuove collezioni i prezzi dei modelli salgono partendo da un minimo di duemila euro circa fino a un massimo di 20,000 mila euro. Noi di RecensioniOrologi.it abbiamo selezionato i migliori modelli e prezzi su Amazon.it. Ciao e alla prossima recensione. ;)

Sending
User Review
0 (0 votes)
Dettagli
Mido Orologi
Nome Articolo
Mido Orologi
Descrizione
Tutte le informazioni e le caratteristiche delle collezioni Mido Orologi fondata nel 1918 con Storia e curiosità.
Autore
Recensioniorologi.it
Logo
    1. Massimiliano Pappalardo Lug 29, 2018
    2. Carmine Di Donato Ago 1, 2018

    Add Your Comment

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.