Breitling ha annunciato l’acquisizione del leggendario marchio Universal Genève

Una notizia di grande rilievo ha appena colpito il mondo dell'orologeria: Breitling ha completato l'acquisto di Universal Geneve, con una transazione che si stima abbia raggiunto i 70 milioni di dollari. L'obiettivo è quello di integrare Universal Geneve come una filiale di lusso ancora più esclusiva. Le motivazioni e le strategie dietro questa mossa sono tanto intriganti e complesse quanto la storia stessa di Universal Geneve.

Breitling ha annunciato l'acquisizione del leggendario marchio Universal Genève

Alcuni marchi orologieri, pur essendo quasi scomparsi o ridotti a un ricordo storico, continuano a esercitare un fascino particolare tra i collezionisti, mantenendo una reputazione leggendaria. Universal Genève, famoso per i suoi design innovativi come il Polerouter e il Tri-Compax, e per i suoi movimenti avanzati come il celebre micro-rotore, è uno di questi marchi. Colpito dalla crisi del quarzo, Universal Genève ha visto la sua statura declinare, sopravvivendo come filiale di un’entità di investimento di Hong Kong, lontano dal suo antico splendore.

Tuttavia, si sta aprendo un nuovo capitolo nella storia di Universal Genève. Breitling e il suo principale azionista, Partners Group, hanno reso nota l’acquisizione di Universal Genève, un gesto che si prefigge di riportare il marchio al suo antico prestigio nel panorama dell’orologeria di lusso. Quest’acquisizione segna un importante passo avanti nel tentativo di rivitalizzare e onorare l’eredità di un nome storico nel settore.

Fondata nel lontano 1894, Universal Genève si è affermata come una delle più prestigiose maison orologiere svizzere, conquistando il cuore degli appassionati con creazioni iconiche quali il Tri-Compax, l’Aero-Compax e una miriade di varianti del Polerouter (come descritto dettagliatamente in un libro dedicato), oltre a cronografi da competizione come il Compax “Nina Rindt” e l’innovativo Space Compax. Tuttavia, l’ascesa della tecnologia al quarzo e la conseguente crisi dell’industria orologiera hanno messo a dura prova Universal Genève. L’azienda non è scomparsa, ma la sua attività si è notevolmente ridotta rispetto al suo periodo di massimo splendore.

Nonostante un cambiamento significativo nel suo percorso, Universal Genève, o UG, ha mantenuto un forte richiamo tra i collezionisti di orologi, con alcuni dei suoi modelli diventati veri e propri oggetti da collezione. Dal 1989, il marchio è passato sotto la proprietà del gruppo Stelux di Hong Kong, che detiene anche il marchio Cyma (un altro noto produttore svizzero di orologi) e agisce come distributore chiave per Seiko e Grand Seiko in Asia. Stelux ha preservato il nome e l’eredità di Universal Genève, sebbene il marchio non abbia vissuto gli stessi livelli di attività degli ultimi 30 anni, segnando una notevole differenza rispetto al suo passato glorioso.

Breitling ha annunciato l'acquisizione del leggendario marchio Universal Genève

Oggi, Georges Kern, CEO di Breitling, insieme a Partners Group, il principale azionista di Breitling, ha annunciato l’acquisizione di Universal Genève da Stelux. La cifra dell’acquisto non è stata ufficializzata, ma si parla di circa 70 milioni di dollari. Questa mossa sembra essere motivata dalla percezione di un grande potenziale nel nome Universal Genève e dalle possibili sinergie tra i due marchi, entrambi con una storica presenza nel settore degli orologi cronografici. È probabile che Universal Genève possa essere reintrodotta sfruttando i movimenti base di Breitling, come il B01. “Rilanciare un marchio con un’eredità così profonda non è un processo veloce… è un’opera meticolosa, fatta con amore, che prevediamo di sviluppare nei prossimi anni. Un team dedicato sarà incaricato di assicurare che Breitling e Universal Genève operino come entità separate“, ha spiegato Kern.

L’approccio di Kern alla guida di Breitling potrebbe risultare fondamentale nel plasmare il futuro di Universal Genève. Da quando Kern ha assunto la direzione di Breitling nel 2017, il brand ha visto un notevole incremento nelle vendite, posizionandosi tra i primi 10 marchi orologieri svizzeri per fatturato. Secondo le previsioni di Morgan Stanley, nel 2022 Breitling potrebbe raggiungere quasi 1 miliardo di dollari in vendite, segnando un aumento del 40% rispetto all’anno precedente. Questo successo è stato ottenuto grazie a una strategia mirata che includeva la semplificazione della gamma di prodotti, la riduzione delle dimensioni degli orologi e la valorizzazione dei modelli storici.

Questi cambiamenti, insieme all’innovazione tecnologica costante, come evidenziato dallo sviluppo del cronografo calibro B01, hanno contribuito a rafforzare la posizione di Breitling nel mercato. Kern probabilmente applicherà un approccio simile per rilanciare Universal Genève, attingendo dalla sua comprovata esperienza nel rinnovare e riportare al successo marchi storici.

Breitling ha annunciato l'acquisizione del leggendario marchio Universal Genève

Il catalogo di Universal Genève è una vera miniera d’oro per gli amanti degli orologi, spaziando dai Tri-Compax degli anni ’40 ai Polerouter degli anni ’50 e ’60, fino ai modelli sportivi come il “Nina Rindt” o l'”Eric Clapton” degli anni ’60. Ogni modello ha creato una propria nicchia di appassionati fedeli. Per me, questi pezzi sono tra i miei orologi vintage preferiti.

Il rilancio di Universal Genève da parte di Partners Group e Breitling rappresenta un’opportunità unica. I suoi orologi vintage sono spesso menzionati insieme a quelli di giganti come Rolex, Omega, Heuer e Breitling, riconosciuti come alcuni dei migliori rappresentanti dell’epoca d’oro dell’orologeria di metà secolo.

I nuovi proprietari sembrano comprendere l’importanza storica e il valore di Universal Genève, enfatizzando i suoi modelli classici, i calibri proprietari e il suo spirito innovativo. Mi è stato detto che il rilancio sarà attentamente studiato e deliberato, con l’obiettivo di rimanere fedeli al ricco patrimonio di UG, puntando sullo sviluppo di movimenti in-house e sul tributo alla storia di UG, pur orientandosi verso un rinnovamento moderno. Questo approccio “modern retro”, che ha già funzionato bene per Breitling, sembra essere la strada scelta. È giusto che due marchi così importanti nella storia dei cronografi, Breitling e Universal Genève, siano ora sotto lo stesso tetto.

Sono impaziente di vedere come Breitling interpreterà la rinascita di Universal Genève. Per il momento, è già un piacere rivedere questo storico nome tornare in primo piano.

Il futuro quindi di Universal Genève rimane avvolto nel mistero per il momento, poiché non sono state divulgate informazioni specifiche sui piani futuri di Breitling e Kern. A mio avviso anche se le basi per il successo sembrano essere solide e il marchio mantiene una reputazione molto favorevole, sarà necessario attendere almeno un paio di anni per scoprire come Universal Genève si trasformerà e si presenterà al mondo sotto la nuova gestione.

Altri articoli
Orologio Spia: i migliori modelli per tipologia e a cosa servono

Utilizzare un orologio con telecamera incorporata per documentare segretamente atti illeciti sul posto di lavoro o comportamenti infedeli può essere un metodo efficace per raccogliere prove. Indossando discretamente l’orologio, è possibile avviare la registrazione semplicemente premendo un bottone, il tutto senza attirare attenzioni indesiderate. Questo strumento può quindi assistere nel raccogliere le informazioni necessarie per supportare le proprie affermazioni.

Leggi Tutto »
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.