Glossario Orologi

Glossario Orologi

Glossario Orologi – Terminologie e informazioni

ABCDEFGHILMNOPQRST – UVZ

GLOSSARIO OROLOGI CON LA LISTA COMPLETA DEI TERMINI DA UTILIZZARE PER COMPRENDERE LE FUNZIONALITÀ E LE CARATTERISTICHE DEI SEGNATEMPO (PARTI DI UN OROLOGIO).

informazioni su tutte le terminologie del glossario d'orologeriaA

  • Albero di carica: Elemento che permette il collegamento tra la corona e la carica dell’orologio, sia in caso di movimento meccanico che al quarzo.
  • Alternanza: Spostamento compiuto da un bilanciere o da un pendolo da una posizione estrema all’altra; dopo che il bilanciere o il pendolo hanno compiuto entrambe le alternanze, ritornando alla loro posizione originale, avranno compiuto una rotazione completa.
  • Analogico: Si dice Analogico un orologio con indicazione oraria mediante lancette.
  • Ancora: Organo che compone lo scappamento, così chiamato per la sua forma simile a quella di un’ancora marinara, collegato da un perno all’asse del bilanciere.
  • Ansa (Cos’è l’ansa): significato di ansa – Pezzo che raccorda la carrure della cassa dell’orologio e a cui è fissato il cinturino.
  • Antimagnetico: Orologio costruito con materiali adatti a renderlo resistente al magnetismo, di solito realizzati in ferro purissimo.
  • Antiurto: Sistema presente sull’asse dei bilancieri, la parte più sensibile dell’orologio, in modo da proteggerli in caso di urto; solitamente questa protezione è realizzata con l’incastonatura di alcuni rubini in modo da farli muovere e, tramite una molla, attutire l’urto e preservare l’integrità dei bilancieri.
  • Ardiglione
  • Autocompensatrice: Viene così definita una spirale in lega che subisce modificazioni al variare della temperatura.
  • Funzionamento orologio Automatico: Viene così definito un orologio a carica meccanica dotato di un sistema che ne permette la carica continua grazie al movimento del polso (orologio movimento automatico).

B

  • Batteria: Accumulatore energetico che fornisce l’energia necessaria per il funzionamento del movimento a quarzo.
  • Bariletto: Elemento del movimento meccanico contenente la molla di carica che aziona il treno degli ingranaggi.
  • Bilanciere orologio: Elemento che, grazie alle sue oscillazioni, regola la velocità di rotazione del ruotismo dell’orologio (bilanciere in inglese: balance wheel).
  • Bracciale: Solitamente in metallo, questo elemento consente di allacciare al polso l’orologio.

C

  • Cabochon: È così definito il taglio di una arrotondato di una pietra preziosa con cui, di solito, si decorano le corone.
  • Calendario: Un orologio dotato di calendario fornisce indicazioni sul giorno del mese corrente.
  • Calendario completo: Forma più complessa del semplice calendario: fornisce anche il giorno della settimana e, occasionalmente, le fasi lunari.
  • Calendario perpetuo orologio: Oltre alle indicazioni del calendario completo, quello perpetuo passa automaticamente dal 30 al 1 del mese successivo nel caso in cui il mese corrente abbia 30 giorni; è capace anche di indicare la data giusta nel mese di febbraio in caso di anno bisestile.
  • Calibro Orologio: Termine che indica le caratteristiche dell’orologio (casa di produzione, forma del movimento, ecc.)
  • Campana: Elemento sonoro dei movimenti meccanici, utile appunto per produrre un suono.
  • Carato: Unità di misura che indica la percentuale di presenza dell’oro all’interno della lega che compone l’orologio.
  • Carrè: Vengono così definite le casse di forma quadrata (Carrè in francese vuol dire proprio “quadrato”)
  • Carrure: È così definito l’elemento portante della cassa in cui è alloggiato il movimento.
  • Cassa orologio: Viene così definito l’insieme delle parti che formano la parte esterna dell’orologio e che lo proteggono da urti, polvere e umidità dandogli anche un aspetto il più esteticamente attraente possibile.
  • Castone significato: Dicasi dell’alloggiamento di un rubino sul ponte di movimento.
  • Ceramica: Uno dei materiali utilizzati per comporre la cassa di un orologio, usato soprattutto negli ultimi tempi. Dopo la cottura, la ceramica diventa molto dura e compatta, l’ideale per resistere agli urti.
  • Cinturino: Realizzato solitamente in pelle o in cuoio, è l’elemento che permette di allacciare al polso l’orologio.
  • Complicazione: Viene così chiamata una qualsiasi aggiunta al movimento meccanico di base, in grado di segnare semplicemente l’ora.
  • Contatore: Questo termine indica qualsiasi quadrante aggiunto ai cronografi per la segnalazione di minuti e ore cronografiche.
  • Corona Orologio: Elemento posizionato all’estremità dell’albero di carica che permette di caricare il movimento dell’orologio.
  • Correttore: Pulsante presente su alcuni orologi dotati di calendari completi o perpetui che permette di correggere eventuali imprecisioni nella data.
  • C.O.S.C.: Questa sigla indica il Controle Officiel Suisse des Chronomètres, l’ente svizzero autorizzato a rilasciare il Certificato di Cronometro.
  • Cromatura: Trattamento che consta della copertura di uno strato di cromo su di un qualsiasi metallo tramite elettro galvanizzazione.
  • Cronografo: Orologio che consente e rende più facile la misurazione di determinati eventi.
  • Cronometro: Viene così definito ogni apparecchio capace di misurare il tempo ma, nel linguaggio comune, si riferisce a uno strumento di alta precisione.
  • Cuore: Elemento che, insieme a delle ruote, supporta le lancette cronografiche: alla pressione di un apposito pulsante, le lancette torneranno allo zero.
  • Cuscinetto: Piccolo cilindro (solitamente in metallo) che riduce gli attriti.

D

  • Deployante: Viene così definita una particolare chiusura a lamine pieghevoli, utilizzata prevalentemente in abbinamento al cinturino in cuoio.
  • Orologio Digitale: Tipo di orologio in cui le ore e i minuti sono indicati a mezzo di numeri e non mediante lancette.
  • Display: Quadrante digitale in cui i numeri sono caratterizzati da strutture cristalline che, se attraversate da debole corrente elettrica, si orientano in modo ben definito.
  • Diver: Generalmente questo termine inglese è usato per definire alcuni tipi di orologi subacquei.

E

  • Ebauche: Orologio dotato di ruotismo del tempo ma mancante di alcune parti che vengono poi successivamente aggiunte dalla casa produttrice che lo acquista.
  • Equazione del tempo: A causa dell’irregolarità dell’orbita terrestre, ogni anno l’orario convenzionale subisce uno scarto di alcuni minuti rispetto all’orario solare effettivo. Gli orologi dotati di equazione del tempo riescono a fornire sia l’orario convenzionale che quello solare.
  • Equilibratura: Delicatissima operazione effettuata sul bilanciere in modo che quest’ultimi non subisca squilibri.
  • Etanche: Così definito un orologio impermeabile.

F

  • Fasi lunari: Ulteriore caratteristica di cui sono dotati gli orologi a calendario completo o perpetuo che indica, appunto, il susseguirsi delle fasi lunari.
  • Fibbia: Elemento formato da passante e ardiglione, che blocca regola al polso le due estremità del cinturino.
  • Finestrella: Piccola apertura sul quadrante, di solito di forma quadrata, da cui si può vedere la data, il giorno della settimana o le fasi lunari.
  • Fondello Orologio: E’ la parte posteriore del’orologio, di solito di vetro quando vi si trova a proteggere un meccanismo automatico e può essere fissato a pressione, con delle viti o con avvitamento supportato da una guarnizione. 
  • Forma: Si indicano con questo termine le casse o i movimenti quando questi non assumono la forma classica.
  • Fuso orario: Fasce orarie che seguono i confini degli Stati e che cercano di rappresentare un accettabile compromesso con l’ora solare man mano che ci si sposta lungo i meridiani.

G

  • Gabbia: Componente strutturale del tourbillon che regge e comprende bilanciere, ancora e ruota di scappamento.
  • Ghiera Orologio (Ghiera significato): La ghiera viene generalmente utilizzata sugli orologi subacquei per permettere di verificare i tempi d’immersione. Consiste in un anello graduato fissato alla cassa.
  • GMT: Viene così chiamato un orologio in grado di poter visualizzare un altro fuso orario sul proprio quadrante.
  • Gong Anulare: Filo realizzato in una speciale lega di acciaio, indispensabile per la creazione dei rintocchi sonori.
  • Guarnizioni: Elementi imprescindibili per gli orologi moderni, le guarnizioni rendono la cassa impermeabile e impediscono alla polvere di entrare all’interno.
  • Guillochè: Incisione artigianale, solitamente usata a scopi decorativi su orologi di grande valore.

I

  • Indici orologio: I dodici punti di riferimento che indicano le ore: possono essere numeri arabi, romani o forme geometriche.
  • Invertitore: Meccanismo impiegato negli orologi automatici al fine di trasmettere il moto sempre nello stesso senso dal rotore al rocchetto del bariletto qualunque sia il senso di rotazione del rotore.
  • Impermeabile: Certificazione per tutti gli orologi in grado di resistere all’acqua e alla polvere.

J

  • Jewels traduzione: Traduzione in italiano “gioiello”. Questo termine viene utilizzato per indicare il numero dei rubini che caratterizzano un movimento e in orologeria rappresenta anche la pietra lavica utilizzata come boccola per i perni. 

L

  • Lancette: Gli elementi che indicano l’ora su un quadrante analogico, realizzate coerentemente all’estetica del modello. Si trovano solitamente in coppia: la lancetta piccola indica le ore, quella grande i minuti; esistono, nei casi di orologi con calendario perpetuo o completo, più serie di lancette.
  • Leve: Organi fondamentali per il funzionamento di alcune complicazioni, come la ripetizione o il calendario perpetuo.
  • Linea: Unità di misura con cui viene indicato il diametro di un movimento.
  • Luminescente: Così definito il materiale con cui sono dipinti i materiali che offrono una buona visione anche in condizioni di scarsa luminosità.
  • Lunetta orologio: Elemento della cassa necessario a trattenere il vetro.

M

  • Manuale: Movimento meccanico che necessita, anche più volte, della carica tramite rotazione della corona.
  • Martello: Esistono due tipi di martello: uno che batte sul gong anulare per produrre rintocchi sonori e uno usato per azzerare le lancette del movimento cronografico.
  • Massa oscillante: Componente dei movimenti automatici, è ciò che trasforma i movimenti del braccio in impulsi per  caricare l’orologio.
  • Microrotore: Rotore che, invece di essere sovrapposto alla struttura del movimento, vi è alloggiato all’interno per ridurne lo spessore.
  • Militare: Particolare categoria di orologi, tra le prime ad essere inserita sul mercato, molto apprezzata per le doti di portabilità e leggibilità dei modelli.
  • Molla a collo di cigno: Elemento presente nei movimenti di grande pregio che consiste in una racchetta trattenuta tra la molla di incastro e la vite per la regolazione di precisione.
  • Molla di carica: Motore dell’intero orologio, immagazzina l’energia (sia dei movimenti automatici che manuali) e la trasmette al movimento per farlo funzionare.
  • Movimento: Il vero e proprio centro dell’orologio, indispensabile per far marciare le lancette e far segnare l’ora nel modo giusto.

N

  • Navette: Sistema alternativo alla ruota a colonne, usato per la sincronizzazione dei movimenti delle leve cronografiche utilizzate per far funzionare correttamente questa complicazione.

O

  • Ore del mondo: Orologio sui cui è possibile visualizzare i 24 fusi orari delle principali città del mondo.
  • Oro: Metallo prezioso con cui, in genere, sono realizzate le casse degli orologi di grande valore.
  • Orologio Saltarello: Dicasi di un orologio in cui l’ora non si visualizza tramite una lancetta ma da una finestrella.
  • Orologio scheletrato: Tipologia di movimento in cui le sue parti sono traforate ed è visibile dalla parte superiore (quadrante), sul retro (fondello) o da entrambe le parti.
  • Ottone: Materiale resistente utilizzato per i ponti del movimento e , nei casi di orologi più economici, per le casse.

P

  • Placcato: Si dice di un metallo che è stato sottoposto a bagno galvanico.
  • Platina: Piastra metallica che serve da base ai ponti e che porta i fori nei quali ruotano i perni inferiori dei diversi organi rotanti dell’orologio.
  • Platino: Metallo prezioso e di difficile lavorazione con cui sono realizzate le casse di orologi di grandissimo valore.
  • Plongeur: Denominazione data agli orologi subacquei che hanno superato determinate prove di impermeabilità e resistenza alle profondità.
  • Ponte: Elemento di struttura del movimento, utile a trattenere e guidare i vari organi che lo compongono.
  • Pulsanti: Organi esterni che, alla pressione, intervengono nel funzionamento di determinati meccanismi del movimento.

Q

  • Quadrante Orologio: Il volto dell’orologio, su cui possiamo vedere le ore, le lancette, la data e altre informazioni.
  • Quarzo: Dicasi di un orologio la cui scansione temporale funziona senza componente meccanica ma tramite una pila.

R

  • Racchetta: Elemento presente nel movimento meccanico, grazie al quale è possibile regolare la marcia dell’orologio, al fine di rendere l’indicazione dell’ora più precisa.
  • Rattrappante: Particolare tipo di cronografo che permette di misurare due eventi allo stesso tempo.
  • Regolatore: Orologio a pendolo, usato in passato per regolare gli orologi più piccoli. Oggi indica un tipo di quadrante simile a quello dei regolatori.
  • Regolo calcolatore: Una vera e propria calcolatrice, applicata di solito esternamente sugli orologi per aviazione.
  • Retrogrado: Così definito un orologio dotato di un’indicazione oraria in cui una delle lancette non compie l’intera rotazione, ma scorre in avanti per poi scattare nuovamente indietro iniziando un nuovo giro.
  • Ripetizione: Una delle più complesse e costose complicazioni, che consiste nell’applicazione di un rintocco sonoro al passare delle ore, con diverse tonalità per ore, quarti d’ora e i minuti rimanenti dopo l’ultimo quarto.
  • Riserva di carica: Indicazione sul quadrante che indica la carica della molla all’interno del bariletto.
  • Rodiatura: Trattamento effettuato sull’ottone per migliorarne la resistenza all’ossidazione.
  • Rotore: Organo pesante, di forma semi-circolare, che è di solito sovrapposto e concentrico al movimento. (Vedi Massa oscillante)
  • Rubini: Cuscinetti inseriti tra i perni d’acciaio per ridurne l’usura.
  • Ruota a colonne: Elemento che gestisce e sincronizza tutti i movimenti delle leve di un cronografo.
  • Ruote: Parti essenziali per la trasmissione il moto tra i diversi organi di un orologio.
  • Ruotismo messa all’ora: Meccanismo utile a trasferire il moto dalla corona alle lancette per poter regolare l’ora.

S

  • Scale: Stampante sul quadrante per eseguire determinate misurazioni, come le scale medicali o tachimetriche.
  • Scappamento: Elemento utile a regolare la velocità di rotazione delle ruote degli ingranaggi.
  • Scheletratura: Riduzione ad un vero e proprio scheletro della struttura di movimento, puramente a scopo estetico.
  • Sdoppiante: Vedi Rattrappante
  • Slitta: Elemento grazie al quale, su richiesta, è possibile attivare la suoneria, generalmente posto sul fianco della cassa.
  • Smalto: Decorazione di colore che si compie sul quadrante o sulla cassa.
  • Spirale: Elemento fortemente legato al bilanciere, poiché ne permette il ritorno indietro ad ogni oscillazione, aiutando un orologio a rimanere il più preciso possibile.
  • Subacqueo: Vengono così definiti gli orologi in grado di sopportare immersioni sott’acqua, anche per lunghi periodi.
  • Suoneria: È così definita la possibilità, per alcuni meccanismi, di emettere suoni facendo battere martelli su gong o campane.
  • Svegliarino: Nome dato agli orologi che posseggono una sveglia meccanica.

T

  • Titanio: Metallo estremamente resistente e al contempo leggero, utilizzato per la produzione di bracciali e casse.
  • Tonneau: Dicasi di una cassa con la caratteristica forma “a botte”.
  • Treno degli ingranaggi: Serie delle ruote in un orologio che trasmettono la forza motrice della molla.
  • Trizio: Elemento utilizzato per donare luminescenza a lancette e indici.
  • Tourbillon: Dispositivo inventato da Breguet nel 1801, utilizzato per annullare le differenze di marcia che mostra l’orologio nelle diverse posizioni verticali.

V

  • Vetro: Materiale utilizzato per la protezione del quadrante, solitamente utilizzato in tre diverse varianti (Plexiglass, Zaffiro e minerale).

W

  • Water resistant: Termine che indica quella categoria di orologi resistenti esclusivamente alla polvere e all’acqua.

Z

  • Zigrinatura: Serie di scanalature effettuate sulla corona per facilitarne la presa coi polpastrelli.

NESSUN COMMENTO