Orologio Fasi lunari: cosa sono e come leggere il calendario lunare

Gli appassionati delle stelle, della luna e della sua influenza sulla terra, sicuramente apprezzeranno sapere che ci sono diversi modelli di orologi che riportano sul quadrante le fasi lunari, altri che possono visualizzare il sorgere e il tramontare del sole aiutati da un calendario perpetuo. 

Sono diversi i modelli di orologi che possono oltre a mostrare l’ora e la data a calcolare le fasi lunari. Conoscere le fasi lunari può essere molto utile sia per chi pratica la caccia o la pesca che per chi ama l’astrologia e l’influenza della luna sulle persone.

Orologio Fasi lunari: i modelli più rappresentativi

Il Philippe Patek ha una raffinata cassa in oro bianco, mentre il quadrante è realizzato in ottone laccato. Sul quadrante è possibile vedere l’indicatore della data e le fasi lunari. La sua precisione è fornita da un movimento automatico con calendario perpetuo. Un esempio di orologi con le fasi lunari che sono stati molto apprezzati dagli appassionati di orologi sono il Philippe Patek 5320G e il Lucien Rochat Lunel. 

Patek Philippe Perpetual Calendar 5320G

Patek Philippe Perpetual Calendar 5320G

Il modello Lucien Rochat Lunel invece è tra gli ultimi orologi proposti dall’azienda con indicatore delle fasi lunari. Questo si presenta elegante nella sua cassa in acciaio abbinata ad un cinturino in pelle nera. Il quadrante presenta sul fondo l’indicazione della fasi lunari, il movimento invece è al quarzo. Questo modello è stato presentato il 10 Maggio 2017 all’evento dello chef stellato Chicco Cerea: “Follow The Moon”

Le fasi lunari e i segnatempo dedicatevi

La luna ha sempre avuto un fascino ipnotico, tantissimi sono coloro che rimangono affascinati dal suo pallore durante la notte. Conoscere però le fasi lunari può essere anche legato alle necessità, gli astrologi ma anche i pescatori e i cacciatori, possono utilizzare le fasi lunari per la loro attività.

Le fasi della luna sono dunque utili per chi nutre diversi interessi anche scientifici e astronomici. Per questo motivo diverse case orologiere hanno deciso di dedicarvici dei segnatempo. 

Philippe Patek nota casa di orologi di lusso nel 2003 definì la luna come una piccola complicazione tant’è che nello stesso anno creò la sua referenza 4868 con indicatore delle fasi lunari. La visione del cambiamento delle fasi della luna però non è solo per scienziati e per coloro che sfruttano questi cambiamenti a favore del proprio lavoro. 

Anche i profani, sono stati calamitati verso l’acquisto di questi modelli che hanno fatto sì che questa complicazione venisse utilizzata in diversi segnatempo di differenti case orologiere.

Inoltre le fasi lunari sono legate anche al calendario perpetuo che riesce a calcolare automaticamente la data per ben 400 anni, quindi nessun cambio manuale dell’indicatore, perché per quattro secoli l’orologio sarà in grado d’indicarla con precisione. 

patrimony di Vacheron Constantin

Oltre a Philippe Patek possiamo annoverare anche altri modelli molto amati di segnatempo con indicazione delle fasi lunari come il modello della collezione Patrimony di Vacheron Constantin con Punzone di Ginevra e con l’aggiunta di un calendario perpetuo retrogado. La cassa di quest’orologio è realizzata in oro rosa, mentre il movimento automatico di quest’ultimo permette al modello d’indicare sul quadrante le fasi della luna oltre che la sua età. 

 

nuovo Omega speedmaster Moonphase 2016

Un altro orologio di lusso che permette questa lettura è L’Omega Speedmaster Moon Watch Co-Axial, quest’orologio con calibro Omega 9904, è un cronografo a carica automatica con meccanismo Co-Axial. L’orologio oltre a disporre di un indicatore di data sul quadrante ha anche un indicatore delle fasi lunari posizionato a ore sei. Il quadrante è in uno splendido blu notte, come la sua lunetta tachimetrica. La cassa ha un diametro di 44 mm ed è realizzata in acciaio, mentre il bracciale è in pelle blu notte. 

Anche il nuovo Rolex Cellini Moonphase merita attenzione. ;)

Che cosa sono le fasi lunari

Le fasi lunari vengono utilizzate per descrivere l’aspetto che la Luna mostra riflessa sulla terra durante il suo moto. Infatti, durante il moto lunare questa cambia faccia a causa del diverso orientamento diverso al Sole. 

The Patek Philippe Perpetual Calendar 5140R con Fasi Lunari

Le fasi lunari si ripetono ogni ventinove giorni, questa ripetizione viene chiamato mese sinodico. Durante il mese sinodico la lune assume ben quattro posizioni differenti ognuna delle quali rappresenta una delle fasi lunari. Oltre alle quattro fasi principali ci sono anche delle fasi intermedie. Le fasi lunari principali sono: la luna nuova, la luna crescente, la luna piena e la luna calante. Mentre le fasi intermedie sono: il primo quarto, la gibbosa crescente, la gibbosa calante e l’ultimo quarto. 

Il primo quarto e l’ultimo quarto presenti nella fasi intermedie della luna sono quelle che determinano la posizione della luna nell’orbita terrestre.

Quando la luna è crescente nell’emisfero boreale e nell’emisfero australe si hanno due visioni differenti della luna. La luna crescente nell’emisfero boreale si mostra sulla destra mentre in quello australe si mostra sulla sinistra.

Fasi Lunari Oggi

Calendario-365.it

le quattro fasi lunari

Le fasi lunari compiono intorno alla terra una rivoluzione questa dura precisamente 27 giorni, 7 ore e 43 minuti e 11 secondi nel mese siderale, mentre nel mese lunare comprendendo le due lune nuove la rivoluzione si compie in 29 giorni, 12 ore, 44 minuti e 3 secondi.

La differenza tra il mese siderale e il mese lunare dipende dal fatto che la Terra che la luna mentre avanzano sull’orbita terrestre il loro allineamento con il Sole cambia. La differenza però non è costante per questo motivo si hanno due calcoli mensili differenti.

Ogni fase ha una durata specifica: 

  • Luna nuova: 4 giorni
  • Falce Crescente: 4 giorni
  • Primo Quarto: 4 giorni
  • Luna Crescente: 3 giorni
  • Luna Piena: 4 giorni
  • Luna Calante: 3 giorni
  • Ultimo Quarto: 4 giorni
  • Falce Calante: 4 giorni

La descrizione della quattro fasi lunari principali

Le quattro fasi lunari dunque sono determinate da un moto di rivoluzione ben precisa:

Prima fase: La Luna Nuova il Novilunio

La prima fase lunare è chiamata anche con il Novilunio, quando la luna si trova allineata tra il Sole e la Terra si ottiene la Luna nuova in questo modo inizia il ciclo lunare ed il novilunio. La luna si mostra a noi perché illuminata dal sole, quindi nel momento in cui “cresce” noi non riusciamo a vedere la luna per intero. Nel momento in cui nel novilunio il sole e la luna e la terra si allineano si ottiene un’eclissi Solare.

Luna crescente

La luna si sposta sempre verso Est, con questo movimento diventa sempre più visibile dalla terra.

Il primo giorno noteremo solo un piccolo spicchio che con il passare di questi si allargherà sempre di più sino ad arrivare alla prima fase intermedia lunare: il primo quarto di Luna.

Nella fase della luna crescente come vi abbiamo già accennato il disco lunare si vede illuminato a sinistra nell’emisfero boreale mentre a destra nell’emisfero australe. 

La luna piena

La terza fase è quella della Luna Piena. La luna piena è forse la fase lunare più affascinante quella che tutti s’incantano a guardare nel cielo. Nel momento in cui si ha il plenilunio la faccia della luna sarà interamente illuminata.

La luna Calante

La luna Calante infine, è quella che vediamo nella seconda metà del mese, durante questo processo la parte illuminata della luna si vede sempre di meno, così il profilo di questa man mano si assottiglia. La Luna Calante come la luna crescente decresce verso sinistra nell’emisfero boreale mentre verso destra nell’emisfero australe. L’ultimo quarto di Luna è la fase intermedia della luna crescente e permette di sapere che la luna ha compiuto così i tre quarti del suo percorso. 

Calendario Lunare che cos’è e come seguirlo

Il Calendario Lunare viene utilizzato sin da tempi antichi, infatti i contadini lo utilizzavano per riuscire a stabilire la cultura delle piante e i cicli di coltivazione, inoltre con il calendario lunare si stabilivano anche le feste religiose.

Leggere il calendario lunare permette di sapere ogni mese esattamente quando ci saranno le quattro differenti fasi lunari, come la luna nuova, crescente, piena e calante. In questo modo attraverso il calendario lunare è possibile dunque sapere esattamente la rivoluzione della luna. 

I cicli della luna però non sono uguali in tutto il mondo infatti esistono due calendari differenti uno per l’emisfero sud e uno per l’emisfero nord. 

Il calendario comprende le dodici lunazioni queste durano 354 giorni, infatti, il calendario lunare è inferiore rispetto al calendario che utilizziamo per contare i giorni durante un intero anno che invece dura 365. Il nostro calendario infatti è luni-solare.

Grazie al calendario lunare è possibile seguire le fasi della luna e del novilunio, online si possono trovare diversi calendari lunari, come il calendario lunare 2015, 2016 e 2017. 

E’ importante non confondere questi modelli con con gli orologi lunari, i quali sono quelli che hanno partecipato alle spedioni sulla luna. In particolare ricordiamo gli storici modelli:

Come i segnatempo calcolano le fasi lunari

I modelli che calcolano dunque le fasi lunari sono molti, tant’è che questa opzione è diventata un must per diverse collezioni di orologi sia al quarzo che meccanici.

The Patek Philippe Perpetual Calendar 5140R con Fasi Lunari

Per il computo delle fasi lunari, gli ingegneri orologieri calcolano che la luna ruota intorno all’asse terrestre in 27 giorni-7 ore-43 minuti-11 secondi, inoltre però calcolano anche la differenza tra le due lune nuove e l’allineamento differente della terra e della luna rispetto al sole che dura 29 giorni, 12 ore, 44 minuti e 3 secondi. 

Attraverso queste cifre le maison orologiere possono con calcoli opportuni stabilire i ruotismi che poi saranno indicati dal quadrante. 

Quindi per stabilire al meglio le fasi lunari di un orologio e farsi che chi lo utilizza abbia un’indicazione reale delle fasi della luna, gli ingegneri compiono precisissimi calcoli matematici per la realizzazione poi degli ingranaggi che muovono i dischi della luna. 

Infine, dopo il lavoro matematico degli ingegneri, i designer lavorano sull’estetica dell’orologio inserendo sul quadrante dettagli che possano ricordare la luna, come sfondi stellati, o la realizzazione stessa dell’immagine della luna. 

Meccanismo fasi lunari in un orologio

Il meccanismo dell’orologio con fasi lunari si basa sull’intera durata della fase lunare, ossia 29 giorni, 12 ore, 44 minuti e 3 secondi. Di solito, i modelli più precisi come IWC Portuguese Perpetual Calendar o il Grand Lange 1 di A. Lange & Söhne, hanno uno scarto di un giorno ogni 3 anni circa, questo perché l’avanzamento avviene quotidianamente con uno scatto, ossia il sistema delle fasi lunari è collegato direttamente al sistema di avanzamento delle ore.

pulsante fase lunare

Per impostare la fase lunare basta posizionare la lancetta sulla luna piena e premere il pulsante (di solito vicino alla corona) tante volte quanti giorni sono passati dall’ultima luna piena.

Di seguito alcuni orologi con la funzione fase lunare:

Orologi fasi lunari

Di seguito i migliori orologi con fasi lunari economici proposti da Amazon:

Dettagli
Orologi con Fasi Lunari
Nome Articolo
Orologi con Fasi Lunari
Descrizione
Come comprendere le fasi lunari e il calendario lunare, funzione che alcuni modelli di orologi hanno nel proprio meccanismo.
Autore
Recensioniorologi.it
Logo