Orologio digitale o orologio analogico? Il classico contro il moderno

Orologio digitale o orologio analogico? Il classico contro il moderno

5928
CONDIVIDI

Orologio digitale o orologio analogico?

La differenza sostanziale tra l’orologio digitale o analogico, risiede un’unica spiegazione, gli orologi digitali offrono una visualizzazione di ora e minuti senza l’ausilio di lancette e di un quadrante numerico, ma semplicemente mostrando l’ora esatta digitalmente. Gli orologi analogici invece sono quelli che offrono una visualizzazione classica dell’orologio, con le lancette per i minuti, secondi e ore. Dunque la differenza basilare tra questi due modelli di orologi, risiede nel quadrante, ma in base a cosa possiamo decidere quale dei due modelli utilizzare?

L’orologio analogico il fascino del tempo

Prima dei quadranti analogici la storia ha vissuto varie fasi di misurazione del tempo, a partire dalla meridiana, fino alle clessidre, ai meccanismi ad acqua, all’utilizzo delle candele. Fra tutti gli antichi metodi di misurazione del tempo, il concetto di quadrante deriva dal più antico, dalla meridiana. Il tempo della meridiana portava già la suddivisione dello scorrere della giornata in dodici porzioni temporali

l'orologio costruito da Giovanni DondiIl primo modello di orologio analogico caratterizzato dal movimento meccanico, e dall’utilizzo di lancette che misuravano lo scorrere delle ore, viene creato nel 1300. Nel 1344 si ha invece la costruzione architettonica di un orologio a parete, dal quadrante analogico, costruito da Giovanni Dondi a Milano. Successivamente modelli simili nascono a Parigi, Londra e Firenze. 

Con l’arrivo del quattrocento e avvicinandosi sempre di più all’epoca moderna, il quadrante analogico diventa il simbolo dello scorrere del tempo, i meccanismi variano, dai pendoli, ai meccanici, fino ai manuali ecc..Ma il quadrante acquisisce nel tempo solo maggiore precisione, infatti l’orologio analogico moderno è frutto di studi antichi che hanno stabilito la frazione nella quale scorre un minuto e infine, quella nella quale scorre un secondo. 

I quadranti analogici, sono dunque tra i più antichi misuratori del tempo, utilizzati ancora oggi, i meccanismi per il movimento delle lancette sono invece cambiati diventando sempre più moderni, proponendo diversi movimenti come il movimento svizzero, il movimento al quarzo e quello automatico. 

caratteristiche del orologio dal quadrante analogico
Un classico esempio di orologio analogico della IWC

Un orologio dal quadrante analogico, ha un fascino e uno stile elegante superiore a qualunque altro modello, la raffinatezza dei vari quadranti delle case orologiere, rende questa tipologia di quadrante unica e intramontabile. La precisione di questi orologi, è valida, certo non arriva alla precisione di quelli digitali, ma entrambi possono avere dei problemi meccanici che depisti l’andamento dell’orario. Sicuramente gli orologi analogici, sono più semplici d’aggiustare rispetto a quelli digitali, ma offrono anche meno opzioni rispetto a quest’ultimi. 

Il quadrante analogico è il più diffuso, case orologiere di lusso come Cartier e Rolex si affidano da quasi un secolo all’eleganza e alla raffinatezza del quadrante analogico. Ma anche orologi altre fasce, propongono una linea predisposta maggiormente all’utilizzo di questo quadrante. 

Il quadrante digitale, figlio dell’epoca tecnologica

caratteristiche dell'orologio digitale
Lo Swatch Touch 2011 è un classico esempio di orologio digitale.

La tecnologia, nel tempo ha “digitalizzato” ogni cosa, tutto ciò che era manuale oggi e meccanico, tutto ciò che era “analogico” oggi è digitale. I primi quadranti digitali si sono diffusi con l’arrivo dei moderni elettrodomestici, del microonde, della televisione e infine hanno preso piede quando la tecnologia ha sfornato i cellulari e i computer e tutto ciò che oggi è legato ad essi. 

primo orologio digitale pulsar anni 70

Il primo orologio digitale nasce nel 1970 ed è chiamato Pulsar, nasce dalla collaborazione dell’Hamilton Watch Company e dell’Electro Data, il quadrante dell’orologio così si presentava senza lancette con un piccolo schermo che evidenziava esclusivamente l’orario con numeri digitali e senza supporto di lancette per ore, minuti e secondi. Il modello entro in commercio nel 1972 e in poco tempo passo da un display a sette segmenti al display a cristalli liquidi.

 Gli orologi digitali, dopo la loro invenzione sono stati molto utilizzati sia nella composizione di elettrodomestici, sia per gli orologi da parete o da polso. Tra gli orologi da polso, quello digitale, ampliato con la funzione del cronometro, preciso e intuitivo all’utilizzo è stato utilizzato molto in ambito sportivo. 

L’orologio digitale da polso, non ha visto mai grande interessamento da parte degli appassionati, il periodo di maggiore utilizzo si può segnalare tra gli anni ottanta e gli anni novanta, oggi si preferisce, sia per stile che per comodità utilizzare orologi da polso con quadrante analogico

l'evoluzione degli orologi ditali è dato dagli smart watch

L’evoluzione del digitale, però a portato alla ribalta questa tipologia di quadrante con l’avvento degli smartwatch, gli orologi digitali, touchscreen che s’integrano con il cellulare e offrono innumerevoli funzioni, impossibili da integrare su un orologio con quadrante analogico

Tra i modelli che hanno avuto maggior risalto ci sono quelli prodotti dalle aziende di smartphone, tv ed elettronica. Come il Samsung Galaxy Gear, che s’integra con la perfezione degli smartphone Samsung, l’Apple Watch, il più amato e “chiacchierato” smart watch dei giorni nostri o il Talkband B2 dell’Huawei. Questi orologi digitali, permetto di chiamare, inviare messaggi, interagire sui social ecc..I modelli Apple, inoltre, sono trai più costosi, arrivando a costare più di diecimila euro, se prendiamo in esame il modello creato in oro rosa 18kt e diamanti.

Moderno o classico? Qual’è il quadrante migliore.

Cosa scegliere quindi tra l'orologio analogico o digitale?
Moderno o Classico?

Dato l’avvento degli smart watch sicuramente il quadrante più funzionale e tecnologicamente avanzato è quello digitale, grazie anche alle proposte di stile fornite da questi nuovi modelli, che possono essere indossati senza problemi sia da uomini che da donne, e che possono anche donare un tono di eleganza e sofisticatezza. 

L’orologio analogico, però, rimane l’emblema del classicismo, il quadrante d’eccellenza, il vero orologio. Perché se è anche vero che l’orologio digitale è più funzionale, in realtà perde la connotazione di orologio, diventando non più che un mero dispositivo tecnologico al pari del telefonino. Mentre l’orologio analogico da polso, conserva in sé il vero valore di questo ornamento e la sua funzione basilare, rimanendo un must a cui è difficile rinunciare.

CONDIVIDI
Articolo precedenteQual è il miglior orologio al quarzo o automatico?
Articolo successivoReferenza Rolex
Appassionata di orologi femminili e sportivi. Nel tempo libero divora libri e scrive per il suo blog personale.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO