TAG Heuer Carrera Chronosprint x Porsche: un cronografo per misurare l’adrenalina

Nel 2021, il mondo dell'orologeria e dell'automobilismo ha assistito alla formazione di una partnership che ha visto la collaborazione di due colossi ossessionati dalla velocità: TAG Heuer e Porsche. Questa sinergia ha sorpreso molti non per la sua esistenza, ma per quanto tempo ci è voluto affinché due marchi, entrambi con prodotti denominati "Carrera", decidessero di collaborare. Emanazione di questa collaborazione è il TAG Heuer Carrera Chronosprint x Porsche. Questo cronografo, disponibile in varianti d'acciaio e oro, è stato creato per commemorare il 60° anniversario sia del modello Carrera che della Porsche 911. Ciò che distingue questo orologio è una particolarità nel qudrante: una lancetta dei secondi non convenzionale, progettata per riflettere l'accelerazione della Porsche 911 del 1963.

TAG Heuer Carrera Chronosprint x Porsche

L’ispirazione alla Porsche 911 che sta alla base della serie TAG Heuer Carrera Chronosprint x Porsche traspare soprattutto dal design del quadrante. Sebbene il layout del Carrera di base sia rimasto in gran parte intatto, questi quadranti in argento metallizzato o in oro champagne pallido aggiungono una serie di spunti visivi unici tratti direttamente dai cruscotti delle Porsche 911 degli anni ’60. Naturalmente, è l’inconfondibile minuteria bifacciale ad offrire il più grande richiamo al design unico del cronografo Carrera Chronosprint x Porsche. Questo elemento scultoreo, quasi ondulatorio, è stato la spina dorsale visiva del Carrera “Glassbox” fin dalla sua introduzione, ma l’aggiunta di linee d’accento rosse in stile calibro VDO retrò alla scala interna lega indissolubilmente il design agli interni delle prime 911. Intorno al bordo esterno convesso, tuttavia, le cose si fanno davvero insolite. Tecnicamente parlando, si tratta solo di una scala dei secondi cronografici di 60 secondi, ma la disposizione irregolare dei numeri funziona in tandem con un nuovo approccio spettacolare alla lancetta dei secondi cronografici.

Recensione del TAG Heuer Carrera Chronosprint x Porsche

TAG Heuer Carrera Chronosprint x Porsche

La serie TAG Heuer Carrera Chronosprint x Porsche fa una dichiarazione audace sia nella struttura che nel design. Mentre la cassa si basa sull’estetica “Glassbox” del Carrera, le sue dimensioni ampliate, 42 mm di larghezza, danno un aspetto più robusto e maestoso. Questo design, disponibile sia in acciaio inossidabile che in pregiato oro rosa 18K 5N, mantiene le caratteristiche anse angolari del Carrera, ma viene ulteriormente esaltato da un esuberante vetro a cupola che domina l’intera superficie della cassa. L’aspetto futuristico si fonde con tratti classici, garantendo un equilibrio di riconoscibilità e novità. Come previsto dai modelli “Glassbox”, il Carrera Chronosprint x Porsche sfoggia un fondello trasparente in vetro zaffiro e una resistenza all’acqua fino a 100 metri.

TAG Heuer Carrera Chronosprint x Porsche

Il cuore della collaborazione con Porsche è evidente nel design del quadrante. Se il Carrera conserva il suo layout distintivo, i quadranti metallizzati argento o oro champagne introducono dettagli direttamente ispirati dai cruscotti delle Porsche 911 degli anni ’60. Il fulcro è la particolare minuteria bifacciale che ha sempre caratterizzato il Carrera “Glassbox”. Tuttavia, la novità sta nelle sottili linee rosse in stile calibro VDO, evocando l’interno delle prime 911. E, per quanto riguarda la scala dei secondi cronografici sul bordo esterno, ci troviamo di fronte a una sorprendente reinterpretazione. Non è solo una semplice scala dei secondi, ma una disposizione di numeri innovativa che collabora con una lancetta dei secondi cronografici reinventata.

TAG Heuer Carrera Chronosprint x Porsche

Quando il cronografo TAG Heuer Carrera Chronosprint x Porsche viene messo in funzione, si assiste a un fenomeno curioso: la lancetta dei secondi non si muove a un ritmo uniforme. Nei primi 9,1 secondi, periodo che richiama l’accelerazione della Porsche 901 del 1963 da 0 a 62 miglia orarie, la lancetta scorre velocemente tra le ore 12 e le ore 4. Poi, rallenta notevolmente, occupando circa 20,9 secondi per coprire la porzione del quadrante dalle 4 alle 9. Infine, tra le ore 9 e le ore 12, si registra una nuova accelerazione. Questo ritmo variabile, quasi ipnotico, potrebbe inizialmente ingannare l’osservatore facendogli pensare a un difetto dell’orologio. Tuttavia, è un elemento di design deliberato che brilla specialmente nella misurazione di intervalli sotto i 10 secondi.

In pratica, il Carrera Chronosprint x Porsche si presta perfettamente a essere un compagno d’esibizione per l’auto di un proprietario appassionato. L’esperienza ideale? Indossare l’orologio, sedersi nella propria auto sportiva (ideale una Porsche 911), attivare il cronografo e premere sull’acceleratore. Questa complicazione permette a guidatore e passeggero di godersi visivamente la velocità dell’accelerazione da 0 a 100 miglia orarie. Sebbene non sia la funzione più pratica di un cronografo, è indiscutibilmente una splendida rappresentazione di lusso e prestazione sportiva.

TAG Heuer Carrera Chronosprint x Porsche

Il TAG Heuer Carrera Chronosprint x Porsche sfoggia un quadrante ricco di dettagli ispirati alle prime Porsche 911. Uno degli elementi distintivi è il contatore delle ore posto a ore 9, contrassegnato da una vivida linea rossa che inizia a 6,8 ore, omaggiando i 6.800 giri/min del motore flat-six delle prime 911. In parallelo, il piccolo quadrante dei secondi a ore 6 attinge direttamente dagli elementi stilistici dei primi tachimetri Porsche 911, con la lancetta rossa e un accento rosso tra i 50 e i 54 secondi, richiamando le vecchie soglie dei 50 km/h, usate per segnalare il comune limite di velocità urbano.

TAG Heuer Carrera Chronosprint x Porsche

Il sottofondo di questi dettagli audaci mantiene la sua essenza Carrera: lancette a bastone a righe, contatori cronografici rialzati, indici applicati geometrici e una data ben definita a ore 6. Tuttavia, nel modello in oro, TAG Heuer gioca con una variazione di tonalità: mentre l’oro rosa fa da sfondo agli indici e alla lancetta dei secondi del cronografo, il rodio riveste la lancetta principale, le ghiere dei sottodials e la cornice della data. Questo mix cromatico, non tradizionale, potrebbe generare dibattito tra gli appassionati.

TAG Heuer Carrera Chronosprint x Porsche

Il TAG Heuer Carrera Chronosprint x Porsche è animato dal movimento cronografico automatico TH20-08, evoluzione dell’originale TH20 lanciato nel 2023. L’unicità di questo movimento risiede nella sua innovativa coppia di ruote cronografiche a forma di lumaca, che regolano la decelerazione della lancetta dei secondi. Queste ruote sono frutto della tecnologia avanzata LiGA, che integra litografia, galvanotecnica e stampaggio, essenziali nella realizzazione di componenti micro-meccanici per i dispositivi MEMS.

TAG Heuer Carrera Chronosprint x Porsche

Pur con le sue innovazioni, il TH20-08 mantiene le prestazioni del TH20, vantando una riserva di carica di 80 ore, una frequenza di 28.800 bph e un sofisticato sistema di attivazione cronografica con ruota a colonne e frizione verticale. Esteticamente, il movimento adotta un rotore a tre razze, evocativo dei volanti, comune ad altri modelli TAG Heuer ispirati a Porsche, e lo impreziosisce con le tradizionali Côtes de Genève sui ponti.

Concludendo, TAG Heuer equipaggia questi orologi con cinturini in pelle di vitello: nero per il modello in acciaio e marrone tabacco per la versione in oro. Come tocco finale, il cinturino sfoggia il logo originale della Porsche 911 a ore 6, un dettaglio che, pur essendo distintivo, potrebbe passare inosservato in alcuni contesti.

Entrambi i modelli, il TAG Heuer Carrera Chronosprint x Porsche – Steel Edition e il Gold Edition, sono ora disponibili presso rivenditori autorizzati. Con un prezzo di 9.450 € per la versione in acciaio e 23.900 € per quella in oro, entrambi incarnano una fusione perfetta di meccanica e design. Ulteriori dettagli sono disponibili sul sito ufficiale di TAG Heuer.

Opinioni del nuovo Carrera Chronosprint x Porsche

Nel panorama orologiero dell’ultimo anno e mezzo, la risonanza dei Carreras “glassbox” è stata innegabile. TAG Heuer ha sapientemente sfruttato questa serie, proponendo un ventaglio di varianti: dal quadrante blu, passando per il “Panda Inverso”, fino all’ultima incarnazione dello Skipper.

Pur avendo la possibilità di sfruttare la potente collaborazione con Porsche, TAG Heuer avrebbe potuto semplicemente limitarsi a un co-branding e comunque avrebbe riscosso un notevole successo tra gli appassionati della casa automobilistica tedesca. Ma l’approccio adottato dal marchio, con particolare enfasi sul singolare movimento TH20-08, va ben oltre, e ci introduce al concetto innovativo del “Chronosprint”.

L’analogia di un cronografo che accelera, reminiscente dell’innesto delle prime due marce di una Porsche, per poi decelerare al raggiungimento della sua “velocità massima” (o, in termini orologieri, la parte alta del quadrante) è certamente intrigante. Sebbene possa sembrare un dettaglio poco prammatico, la narrativa dietro questa complicazione è senza dubbio unica nel suo genere.

Personalmente, la proposta moderna di TAG Heuer in oro rosa non ha mai trovato piena sintonia con i miei gusti, in particolare il quadrante beige che, a mio avviso, manca di un certo contrasto. Tuttavia, considerando che un investimento di 23.900 € in un cronografo non rientra nei miei piani, la versione in acciaio con il suo quadrante argentato e accenti rossi sembra avere un appeal più universale. Solo il tempo determinerà se questo orologio conquisterà il cuore degli appassionati della 911 e oltre.

Leggi anche:

Altri articoli
Omega aggiorna il nuovo Speedmaster Dark Side of the Moon Apollo 8

Omega ha recentemente svelato l’ultima aggiunta alla sua serie Apollo di Speedmaster: l’Omega Speedmaster Dark Side Of The Moon Apollo 8, rinnovato per il 2024. Gli estimatori del marchio ricorderanno sicuramente il modello precedente, lo Speedmaster Apollo 8 del 2018, di cui abbiamo discusso ampiamente. Questa nuova edizione introduce alcune novità interessanti, tra cui un aggiornamento significativo del movimento.

Leggi Tutto »
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.