Eberhard & Co. Scientigraf: Nato 60 anni fa moderno ancora oggi

La casa di la Chaux-De-Fonds riporta in vita un modello nato per equipaggiare gli scienziati di laboratorio nel 1961: lo Scientigraf.

Eberhard & Co Scientigraf

Orologi Scientigraf Prezzi

Eberhard & Co. Scientigraf, riedizione di un modello lanciato nel 1961, con cassa in acciaio. Due le versioni disponibili, con luminescenza di lancette e indici di colore arancione o beige vintage. Prezzi: 2.180 euro (con cinturino nero in cuoio idrorepellente con inserto grigio in cordura); 2.660 euro (con bracciale in acciaio).

Se si getta uno sguardo al passato, si finisce per rendersi conto (anche con grande sorpresa) di quante analogie ci siano in realtà tra epoche storiche differenti, apparentemente considerate discordanti solamente perché temporalmente distanti. Un’analisi non scontata ma, in orologeria, decisamente facilitata dalla comune tendenza — ormai in atto da anni — a recuperare le pietre miliari, a riproporre, cioè, collezioni capaci di segnare, attraverso un inedito linguaggio di design o un elevato contenuto in termini di innovazione, la seconda metà del Novecento dell’industria orologiera.

Autentici cult, insomma, puntualmente ripresentati al grande pubblico con l’obiettivo trasformarli ancora una volta in punti di riferimento della contemporaneità ma anche in divulgatori privilegiati della propria storia. Se quello delle riedizioni si è trasformato, in tempi recenti, in un vero e proprio hot trend di settore il merito, è doveroso dirlo, va attribuito anche ad Eberhard & Co. Ossia ad una delle marche che tra le prime, nel nuovo millennio, si è presa l’impegno, e il rischio, di scavare nel proprio baule delle meraviglie ripescando con attenzione e lungimiranza modelli dal passato di successo, come Contograf e Scafograf, talmente avanti un tempo da risultare perfettamente rispondenti ai gusti del momento.

Recensione Eberhard & Co Scientigraf

Un’operazione ad alto gradimento, che ha pagato in termini sia di immagine e sia commerciali, sulla cui lunghezza d’onda si inserisce oggi il nuovo Scientigraf (2.680 euro). Una collezione che, per Eberhard & Co. e non solo, ha segnato un’epoca. Quella a cavallo dei Sessanta, anni animati da un deciso spirito di ripartenza, sospinti da un radicale ammodernamento, orientati insomma ad un sensibile rinnovamento.

In cui i baby boomers — esattamente come i Gen Z di oggi — iniziano ad affacciarsi su un mondo che, da lì in avanti, non sarà più lo stesso. Con tutti i pro e i contro del caso. Tra questi ultimi, i crescenti problemi legati al magnetismo (guarda un po’, altra analogia con il presente) che le prime apparecchiature elettriche dell’epoca iniziano a portarsi in dote. E che spingono i tecnici di Eberhard & Co. ad adottare, proprio per lo Scientigraf, il principio della «gabbia di Faraday» perfezionando una schermatura in ferro dolce a protezione del movimento, capace di intercettare i campi magnetici prima che arrivino a perturbarne le componenti a scapito di accuratezza e precisione.

Movimento Eberhard & Co Scientigraf

Il fondello, serrato a vite, presenta il logo storico Scientigraf del 1961. Da notare anche la scritta che riconduce ai test antimagnetici effettuati presso il centro specializzato di La Chaux-de-Fonds. Aprendo il fondello dello Scentigraf appare la cassa interna in ferro dolce che scherma il movimento dai campi magnetici. La cassa circonda tutto il movimento, anche dal lato quadrante.

Una soluzione ripresentata sul nuovo Scientigraf, all’insegna della coerenza storica ma anche di un contenimento dei costi che l’utilizzo di una meccanica dotata di componenti in silicio, dunque più costosa, avrebbe finito per far vacillare. Dietro al fondello avvitato, Eberhard & Co. ha innestato un calibro Sw 300-1, un movimento automatico di scuola Sellita a spessore ridotto, privato del datario per ragioni di conformità con il modello originale, lanciato nel 1961. Ovvero 60 anni fa,esatti. Anche se, guardando il nuovo Scientigraf, che sia passato tanto tempo proprio non si direbbe.

Recensione Eberhard Scientigraf

Prezzo Eberhard & Co Scientigraf

Lo storico Scientigraf del 1961, con cassa in acciaio da 38 mm, vetro in plexiglas e animato dal calibro 11500 (su base Felsa 1560), meccanico automatico.

Ecco, quindi, che Eberhard & Co. decide di rispolverare il suo protagonista della ricerca sul magnetismo: lo Scientigraf del 1961, che nel nome denuncia chiaramente le sue origini. Riproposto in versione moderna, ma decisamente fedele stilisticamente all’originale, lo Scientigraf versione 2021 mantiene le caratteristiche di resistenza al magnetismo della versione d’epoca – nessun dato eclatante, quindi, ma idoneo alla definizione di “orologio antimagnetico” – anche se è equipaggiato da una meccanica decisamente aggiornata rispetto a quella del 1961, grazie alla collaborazione con Sellita.

Il movimento impiegato è il calibro SW 300-1, meccanico a carica automatica, che garantisce una riserva di carica di 42 ore. La versione impiegata non è quella “standard”: è infatti da segnalare la presenza del dispositivo antiurto Incabloc e della spirale Nivatronic, cioè con saldatura di precisione al laser nel punto di ancoraggio alla virola, oltre alle finiture a perlage sui ponti e a côtes de Genève sul rotore personalizzato.

Caratteristiche Estetiche Scientigraf Eberhard & Co

Orologi Eberhard & Co Scientigraf

La robusta chiusura pieghevole impiegata sul nuovo bracciale Chassis in acciaio è dotata di due pulsanti di sicurezza lucidati. Da notare la doppia personalizzazione, esterna (con lo scudo Eberhard in rilievo) e interna, quest’ultima con il nome della Casa inciso e la foggia del logo ricavata sulla struttura della chiusura stessa.

Fedele aL modello del 1961, Lo Scientigraf 2021 presenta un quadrante nero mat bombato (con indici a cifre arabe ai quarti e triangolari e lancetta delle ore triangolare), il logo a ore 6 e sul fondello la caratteristica immagine che caratterizzava quello dell’originale. In riferimento a lancette e indici, la Casa propone due alternative per la colorazione della sostanza luminescente: arancione o beige vintage. A

Anche per quanto riguarda l’allacciatura al polso le alternative sono due, ossia il nuovo bracciale Chassis in acciaio a finitura lucida e satinata con chiusura déployante o il cinturino nero in cuoio idrorepellente con inserto grigio in cordura, abbinato a una fibbia ad ardiglione in acciaio, personalizzata. Buono il dato di impermeabilità, pari a 10 atmosfere di pressione (100 metri di profondità).

Caratteristiche tecniche dello Scientigraf

Orologio Eberhard & Co Scientigraf

La corona è zigrinata, personalizzata e serrata a vite. Lo spessore si attesta sui 12 mm.

Anche i nuovo Scientigraf dispone di una gabbia interna in ferro dolce che abbraccia il movimento e convoglia nel suo spessore (il ferro dolce è magneticamente molto permeabile) il campo magnetico, proteggendo così la meccanica dalle influenze negative del magnetismo sulla precisione di marcia quando l’orologio attraversa campi magnetici di intensità fino a 900 Gauss, come altri antimagnetici dell’epoca.

Si trattava di orologi nati per l’impiego in ambito scientifico, che doppiavano più e più volte i requisiti minimi fissati (nel 1973) dalla norma ISO 764: un orologio definito antimagnetico deve registrare scarti massimi compresi fra +/- 30 secondi al giorno dopo essere stato esposto in maniera continuativa a un campo magnetico di 4.800 A/m o 60 Gauss per 1 minuto. Bisogna aggiungere che a febbraio 2020, l’International Organization for Standardization ha aggiornato la norma. Non ha però cambiato lo standard originale, ritenuto sufficiente, ma ha aggiunto una nuova categoria, quella di “resistenza magnetica avanzata”, che fissa la barra a 16.000 ampere/metro (201 Gauss).

Rispetto ai dati di resistenza certificati oggi da Case come Omega e Tudor, queste specifiche sembrano scarse. Ma ricordiamo che difficilmente un orologio viene a contatto in maniera continuativa con magneti che producano un campo di 15.000 Gauss, corrispondente a quello generato da una risonanza magnetica. Si tratta quindi, nel caso dei Master Chronometer, di orologi dalla funzionalità eccezionale. Basta riflettere sul fatto che il campo magnetico generato da un elettrodomestico può arrivare al massimo all’intensità di 20 Gauss, misurata a 3 cm di distanza. Se prendiamo ad esempio il microonde, a 3 cm di distanza rileviamo un campo di appena 2 Gauss.

Eberhard Scientigraf Prezzo

Un’ultima considerazione la riserviamo al prezzo, decisamente interessante: 2.180 euro per il modello con cinturino, 2.560 euro quello con bracciale Chassis e 2,670 per quello in acciaio con bracciale Chassis con pulsanti.

Opinioni dell’Eberhard & Co. Scientigraf

Recensione Eberhard Scientigraf

Opinioni e prezzo dell’orologio Eberhard & Co Scientigraf

Il nuovo Scientigraf, riproposizione aggiornata di un modello antimagnetico lanciato nel 1961, colpisce nel segno, offrendo un orologio di ottima qualità a prezzi decisamente invitanti e con una caratteristica assolutamente attuale, come la resistenza ai campi magnetici.

Bell0 il quadrane che ripercorre fedelmente l’estetica del modello originale, con evidenti indici a triangolo sullo sfondo di lancette delle ore a freccia e dei secondi tipo «lollipop». Il brand l’ha configurato con due differenti versioni di luminescenza a scelta dell’acquirente: vintage o arancione.

Interessante il ultimo il movimento, con un meccanico a carica automatica, è inserito nella cassa da 41 mm in acciaio e racchiuso in una gabbia in ferro dolce per proteggerlo dai campi magnetici. Come debitamente certificato dalla normativa Iso 764 2020 a seguito di test effettuati a La Chaux-deFonds.

Nessun commento ancora.

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Attiva notifiche per non perdere le nostre recensioni    OK No Grazie