Ollech & Wajs OW Astrochron Chronograph: un cronografo con molte funzioni e resistente fino a 500 metri

Ollech & Wajs è un’interessante ma piccola azienda svizzera fondata nel 1956 da Joseph Ollech e Albert Wajs. L’azienda si fonda su una filosofia di precisione, robustezza e durata. Con sede a Zurigo, da allora produce orologi con il monogramma OW. A dire il vero, fino a poco tempo fa non conoscevo affatto questo marchio.

Ollech & Wajs OW Astrochron Chronograph

Quindi per chi avesse poca conoscenza di questo brand, vi faccio una breve introduzione: Ollech & Wajs è stata fondata nel 1956 da Albert Wajs e Joseph Ollech a Zurigo e ha iniziato a vendere orologi Omega e Breitling. L’azienda si è poi specializzata nell’assemblaggio di movimenti ETA, Dubois Dépraz e Valjoux all’interno di casse in acciaio inossidabile della Maison Étienne. Con un portafoglio di orologi sportivi e da polso iper-resistenti, OW si è guadagnata un solido seguito tra soldati, sommozzatori, piloti e soldati americani in Vietnam.

Dopo la ristrutturazione del marchio nel 2017, nel 2019 OW era pronto a conquistare il mercato con i suoi orologi strumentali utilitari con una convincente atmosfera vintage degli anni ’60-’70 e movimenti esternalizzati. Con modelli come l’OW C-1000, il Navichron e l’Ocean Graph, OW guarda con orgoglio ai suoi modelli d’archivio e li reinterpreta in chiave contemporanea.

Inizia tutto con il Cronografo OW del 1967

Ollech & Wajs OW Astrochron Chronograph

Per introdurre questo orologio facciamo un passo indietro ed esattamente nel 1969. Gli appassionati ricorderanno questo periodo ricco di esplorazioni audaci, innovazioni tecnologiche e conquiste storiche che portarono inevitabilmente al culmine della corsa allo spazio con la messa dell’uomo sulla Luna da parte della NASA. Ma quella non era l’unica gara “ad alta posta in gioco” in corso in quel periodo.

I marchi di orologi di tutto il mondo si contendevano la posizione per vedere chi fosse in grado di realizzare l’orologio più robusto per gli esploratori che si avventuravano nelle condizioni più estreme, come le profondità sconosciute dell’oceano, le zone di morte delle montagne e, naturalmente, lo spazio. Ollech & Wajs era uno dei marchi che più di tutti era in lizza con il suo cronografo multifunzionale a triplo registro, soprannominato Astrochron.

Il caratteristico quadrate multi-scala dell’Astrochron lo rese una scelta popolare tra gli ingegneri e gli scienziati del laboratorio di ricerca e sviluppo della NASA, tra cui il capo scienziato dei razzi, Werner Von Braun, altrimenti noto come il “padre dei viaggi spaziali”. Dotato di una lunetta girevole di 12 ore, di una scala tachimetrica sul quadrante, di un timer cronografico e di una serie di altre caratteristiche interessanti, l’Astrochron è finito al polso di sportivi, piloti e ufficiali di bordo. Recentemente, Ollech & Wajs ha deciso di rivisitare il design e uno sguardo confermerà che non si tratta dell’Astrochron originale del 1967. Con il nuovo aggiornamento, il già capace cronografo multifunzione di Ollech & Wajs è appena diventato, beh, più capace.

Recensione del nuovo Ollech & Wajs OW Astrochron Chronograph

  • Cassa: 39,56 mm di diametro x 16,8 mm di altezza – acciaio inossidabile 316L, spazzolato – fondello avvitato – corona a vite – pulsanti gemelli con 4 guarnizioni e pulsante per la regolazione della data a ore 10 – lunetta bussola girevole a 360 gradi con indici delle direzioni cardinali e scala degli angoli – lunetta bicolore per immersioni di 60 minuti con scala di immersione di 20 minuti – impermeabilità di 500 m
  • Quadrante: quadrante blu Nord Atlantico del 1968 – quadrante a panda rovesciato con contatori bianchi – totalizzatore di 30 minuti a ore 3 con timer per il conto alla rovescia della regata, totalizzatore di 12 ore a ore 6 con finestrella della data, secondi scorrevoli a ore 9 – lancette e indici trattati con Super-LumiNova – vetro zaffiro semi-domestico antiriflesso
  • Movimento: Valjoux 7753 – cronografo a camme – automatico – regolazione a 5 posizioni – 27 rubini – 28.800 alternanze/ora – riserva di carica di 54 ore – ore, minuti, piccoli secondi, data, cronografo con totalizzatori di 30 minuti e 12 ore, timer per il conto alla rovescia della regata
  • Bracciale: bracciale in acciaio inossidabile da 20 mm con perle di riso, OW S-Type Mark II
  • Referenza: OW ASTROCHRON S

Ollech & Wajs OW Astrochron Chronograph

Le lunette sdoppiate sembrano essere un tema ricorrente di quest’anno. Più comunemente, abbiamo visto una scala di 12 ore integrata in una lunetta subacquea, ma Ollech & Wajs ha altre idee riguardo alle informazioni da visualizzare sulla lunetta.

L’indicazione del tempo trascorso è ancora presente, ma in questa versione contemporanea dell’Astrochron S è presente anche una scala della bussola. Ollech & Wajs non è nuovo all’utilizzo di una ghiera azimutale sulla lunetta, poiché l’ha introdotta nel suo orologio da campo M110 alla fine dello scorso anno.

La parte della lunetta dedicata alla bussola è inclinata verso il basso, in direzione dell’impugnatura della lunetta, e utilizza indici neri su uno sfondo d’acciaio per aiutarvi a orientarvi sul campo. La parte più sottile e piatta della lunetta mostra un timer per il conto alla rovescia separato in due tonalità diverse: una lunetta bianca con accenti blu che fornisce una scala subacquea di 20 minuti e la parte restante della lunetta che utilizza un colore grigio opaco con accenti bianchi.

Ollech & Wajs OW Astrochron Chronograph

Ollech & Wajs ha anche raddoppiato la resistenza all’acqua dell’Astrochron S. Allo stato attuale, il nuovo Astrochron è in grado di raggiungere i 500 metri senza grosse difficoltà. Ollech & Wajs ha anche rafforzato la cassa utilizzando un sistema di 4 guarnizioni all’interno dei due pulsanti. Ma l’aumento significativo del grado di profondità comporta anche un aumento significativo dello spessore.

L’Astrochron S raggiunge i 16,8 mm di altezza ma in modo ottimale è bilanciato da una cassa di 39 mm di larghezza. L’Astrochron S è inoltre dotato di un’elegante funzione di spinta nascosta (pulsante integrato per intenderci come visto sull’Hamilton Intra-Matic Chronograph) nella cassa a ore dieci, che regola la data e che alleggerisce la responsabilità della corona a vite.

Ollech & Wajs OW Astrochron Chronograph

Il quadrante è di colore blu Nord Atlantico, in omaggio all’Astrochron originale del 1968. Come l’Astrochron originale, il quadrante presenta tre registri secondari: un totalizzatore di 30 minuti che comprende anche un contatore di cinque minuti di regata a ore tre, un totalizzatore di 12 ore a ore sei e un contatore dei secondi a ore nove. Quando Ollech & Wajs si cimenta con il colore, punta su tonalità opache più sbiadite.

L’Astrochron S utilizza un mix di blu e grigi che, insieme alla cassa in acciaio, si fondono piacevolmente come se l’orologio fosse un’unica tonalità, utilizzando al contempo sottili motivi per leggere facilmente le diverse scale cronometriche.

L’Astrochron S è alimentato dal Valjoux 7753, discendente dell’iconico Valjoux 72 utilizzato dai suoi predecessori. Regolato e regolato nell’atelier di Ollech & Wajs nel Giura svizzero, il movimento è regolabile in 5 diverse posizioni, ha 54 ore di riserva di carica ed è dotato di un rotore Ollech & Wajs lavorato a macchina e ornato da un’incisione del marchio.

L’Astrochron S è accompagnato dal bracciale in acciaio inossidabile S-Type Mark II di Ollech & Wajs. Ogni perlina e ogni maglia sono lavorate singolarmente prima di essere spazzolate, assemblate e avvitate a mano. Il bracciale è chiuso da una fibbia deployante a doppio pulsante firmata con il logo OW.

L’Astrochron S è attualmente disponibile direttamente presso Ollech & Wajs, al prezzo di 2,557.46 euro.

Per maggiori informazioni potrete visitare il sito ufficiale Ollech & Wajs.

Altri articoli
MB&F HM11 Architect: orologio innovativo ispirato all’architettura degli anni ’60 e una cassa che ruota a 360º

Fin dal 2005, MB&F ha realizzato orologi straordinari e indimenticabili che sfidano le convenzioni tradizionali dell’orologeria. Con modelli unici che vanno da quelli ispirati ai motori automobilistici a quelli basati su specifici animali, la compagnia svizzera ha recentemente presentato forse la sua creazione più affascinante, l’HM11 Architect, che nonostante il suo design audace, appare sorprendentemente adatto al polso.
Questo orologio si ispira alle abitazioni di metà secolo, in particolare agli anni ’60, un’epoca in cui architetti visionari, animati da idee futuristiche, hanno ridefinito i confini del design. Esempi iconici di questo spirito innovativo sono la Chemosphere di John Lautner e la Futuro di Matti Suuronen, strutture che sembravano quasi troppo avveniristiche per il loro tempo. In modo simile, l’HM11 Architect di MB&F sembra appartenere a un mondo diverso, con il suo design che richiama elementi architettonici dell’epoca.

Leggi Tutto »
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.