Orologio per correre: i 10 migliori modelli del 2024

In un mondo in cui il tempo è l’unico parametro costante, l’orologio per correre diventa uno strumento indispensabile, sia per gli atleti professionisti che per coloro che corrono per mettersi in forma. Tuttavia, è importante notare che, sebbene il tempo sia un dato affidabile, la distanza e il dislivello rilevati possono variare in misura significativa. Non è insolito che runner che hanno percorso lo stesso tragitto insieme riscontrino discrepanze nei dati al termine della gara.

In quest’ottica, non ha senso lamentarsi se una gara risulta leggermente più lunga o più corta rispetto al dichiarato, o se presenta differenze nel dislivello di qualche centinaio di metri. Inoltre, bisogna considerare che, se ci si ferma per qualche minuto nei punti di ristoro, è possibile che il totale dei metri percorsi possa aumentare, anche se in realtà ci si è fermati nello stesso punto.

Di fronte a queste sfide, gli appassionati di corsa devono valutare attentamente le prestazioni e le funzionalità degli orologi da corsa disponibili sul mercato, per scegliere quello che meglio si adatta alle loro esigenze e garantisce la massima accuratezza possibile.

I migliori Orologi per correre del 2024 [aggiornato]

I migliori Orologi Running
I migliori Orologi per il Running

Ho messo alla prova gli ultimi orologi da corsa in modo che possiate scegliere il perfetto compagno di corsa GPS. Ciascuno degli orologi vi fornirà una vasta gamma di informazioni sia durante la corsa che dopo, aiutandovi a tenere traccia de progressi e pianificare il prossimo allenamento, li ho testati e classificati per aiutarvi a scegliere quello giusto per ognuno di voi.

Un orologio GPS accurato è un must, così come un’eccellente biometria (inclusa frequenza cardiaca e saturazione di ossigeno nel sangue), oltre a strumenti di allenamento per aiutarvi a ottenere il massimo dalle sessioni di allenamento. Ho quindi selezionato i migliori orologi per i corridori di ogni livello, dai principianti agli ultra-runner, e ognuno di quelli elencati qui è il migliore della sua categoria.

Manterrò questa guida aggiornata regolarmente man mano che vengono lanciati nuovi orologi.

1. Polar Grit X Pro: il miglior orologio per correre

Polar Grit X Pro

SCOPRI DI PIÚ

Il Polar Grit X Pro è l’ultimo orologio sportivo ideato per gli appassionati di avventure outdoor. Progettato in conformità agli standard militari MIL-STD-810G e dotato di vetro in zaffiro, questo dispositivo vanta una batteria a lunga durata che offre un’autonomia fino a 40 ore con GPS e registrazione della frequenza cardiaca attivati. Tuttavia, l’autonomia può essere estesa fino a 100 ore grazie alle diverse modalità di risparmio energetico.

Il Polar Grit X Pro è arricchito da nuovi profili di percorso e altimetria, e fornisce indicazioni passo-passo tramite l’applicazione Komoot. Inoltre, è dotato della funzione Track Back, che consente di individuare facilmente la via del ritorno. Per gli amanti delle statistiche, la funzione Hill Splitter offre un’analisi dettagliata delle prestazioni nelle salite, discese e pianure, permettendo agli atleti di monitorare e ottimizzare il proprio rendimento.

2. SUUNTO 9 BARO: orologio per corsa trail runner

SUUNTO 9 BARO

SCOPRI DI PIÚ

Il Suunto è uno smartwatch corsa progettato appositamente per trail runner e ultrarunner alla ricerca di un dispositivo solido e resistente, ideale per affrontare gli allenamenti e le gare di corsa in montagna di lunga durata. La sua batteria offre un’autonomia di 25 ore in modalità Performance, 40 ore in modalità Endurance e fino a 120 ore in modalità Ultra, permettendo agli atleti di concentrarsi sulla loro prestazione senza preoccuparsi della carica residua.

La versione in titanio di questo orologio, dotata di vetro zaffiro e cinturino in tessuto resistente alle abrasioni, soddisfa lo standard militare USA 810H, garantendo affidabilità e durata nel tempo, anche nelle condizioni più estreme.

3. Apple Watch 8: orologi per corsa con GPS

Apple Watch Series 8

SCOPRI DI PIÚ

L’apple Watch 8 è un vero orologio da running, mantiene il design della Serie 7, ma aggiunge nuove opzioni. Per prima cosa troviamo il chip S8, sebbene abbia lo stesso processore del modello precedente, ma con componenti aggiornati come un nuovo giroscopio e un accelerometro ad alta forza g per il rilevamento dei crash. Anche in questo caso, abbiamo diverse versioni tra cui scegliere: un modello con cassa da 41 mm o 45 mm e una versione GPS o GPS + cellulare con una connessione dati per il roaming internazionale.

Tra i nuovi sensori integrati nella Serie 8, troviamo due unità per il rilevamento della temperatura: un sensore si trova sul retro dell’orologio, più vicino alla pelle, mentre il secondo sensore si trova sotto il display per ridurre il potenziale errore indotto dalla temperatura.

I sensori verificano la temperatura del polso durante il sonno ogni 5 secondi e misurano anche minime variazioni come 0.1° C. Nell’app Salute, possiamo vedere le variazioni notturne della temperatura basale. Il giroscopio e l’accelerometro sono ora così sensibili da rilevare, oltre alle cadute, gli incidenti in auto in modo da chiamare i soccorsi. Watch Series 8 ha un prezzo di partenza di 509 € per il 41 mm e di 549 € per il 45 mm in versione GPS.

In alternativa, ma con un budget superiore, vi consiglio anche l’apple Watch Ultra:

4. Garmin Forerunner 955 Solar: orologi running di fascia alta

Garmin Forerunner 955 Solar

SCOPRI DI PIÚ

Il Forerunner 955 Solar si impone come il miglior modello della gamma Forerunner finora disponibile, grazie al suo design accattivante, prestazioni eccellenti e alla capacità di rilevare dati metrici con precisione. Questo dispositivo fornisce informazioni utili per potenziare il protocollo di allenamento e migliorare la salute e la forma fisica degli utenti.

Gli strumenti GPS del Forerunner 955 Solar sono di alta qualità, con un focus specifico sul ciclismo e sulla corsa, avvisando gli utenti delle pendenze imminenti e aiutandoli a navigare durante le avventure fuori dai sentieri battuti. La precisione millimetrica è garantita dall’accesso alle capacità GPS multibanda di Garmin.

Le nuove funzioni, quali Training Readiness e Body Battery, supportano efficacemente il recupero e sono essenziali per un’ampia gamma di utenti, dai corridori occasionali ai triatleti e agli ultrarunner ad alte prestazioni. Il dispositivo è inoltre caratterizzato da una batteria di lunga durata, grazie alla tecnologia solare Power Glass, e da un’ampia capacità di archiviazione per musica e percorsi preferiti.

5. Garmin Enduro 2: orologio per correre professionale

Garmin Enduro 2

SCOPRI DI PIÚ

Il Garmin Enduro 2 si presenta come un orologio sportivo di eccezionale qualità, dotato di tutte le funzioni tipiche di Garmin e di una durata della batteria tra le più sorprendenti mai viste su un orologio. Rispetto al precedente modello Enduro, ora sono state aggiunte le mappe topografiche, rendendo difficile trovare difetti nell’Enduro 2, a parte le dimensioni generose e il prezzo elevato.

L’Enduro 2 può vantare un’autonomia fino a 65 giorni in modalità smartwatch e ben 140 ore di autonomia GPS, considerando anche l’energia solare. Con un utilizzo limitato alle funzioni essenziali, il Garmin Enduro 2 può durare fino a un anno.

La serie Enduro offre tutto ciò che un atleta può desiderare per monitorare le proprie performance durante le corse. Questo dispositivo è un vero e proprio gigante, paragonabile alla Batmobile di Christian Bale tra gli orologi sportivi. L’Enduro 2 fornisce metriche avanzate di monitoraggio dell’attività fisica, oltre al monitoraggio del sonno. Tra le caratteristiche si annoverano un altimetro barometrico, un cardiofrequenzimetro, un monitor del battito cardiaco, monitoraggio del fitness 24/7 e funzioni smartwatch quali notifiche e pagamenti.

Sebbene il prezzo possa risultare proibitivo per molti, se si è alla ricerca di un orologio di grandi dimensioni con un’autonomia eccezionale, l’Enduro 2 è senza dubbio la scelta ideale.

6. Garmin Forerunner 55: l’orologio da corsa ideale per principianti

Garmin Forerunner 55

SCOPRI DI PIÚ

Per chi è alle prime armi nel mondo della corsa e desidera passare dall’utilizzo di app di tracking su smartphone a un orologio dedicato, il Garmin Forerunner 55 rappresenta una soluzione ottimale. Questo dispositivo offre tutte le funzioni essenziali, come il GPS integrato e il monitoraggio ottico della frequenza cardiaca, garantendo un’autonomia di 20 ore con il GPS attivo e una durata della batteria che consente alla maggior parte dei corridori di completare almeno una settimana di allenamento.

Il Forerunner 55 si contraddistingue per le sue dimensioni ridotte, il peso leggero e il comfort. Sebbene il piccolo schermo non sia particolarmente lussuoso o facilmente leggibile come quello di orologi più costosi, offre comunque una buona visibilità in diverse condizioni di luce.

Nonostante non disponga dell’intero ventaglio di funzioni per l’allenamento, il Forerunner 55 presenta una gamma di strumenti adeguata per soddisfare un’ampia varietà di esigenze legate alla corsa, con particolare attenzione ai meno esperti. Tra queste funzionalità, figurano cinque modalità di corsa, tra cui corsa su pista e una modalità di corsa virtuale compatibile con piattaforme come Zwift, oltre a piani di allenamento adattivi Garmin Coach, allenamenti giornalieri suggeriti in base al recupero, una guida al passo basata sul GPS per percorsi preselezionati, avvisi sulla cadenza per migliorare la forma e un consulente per il recupero che fornisce consigli sulla gestione del riposo tra gli sforzi di allenamento.

Oltre alla corsa, il Forerunner 55 consente di monitorare il livello di forma fisica, di stress e di energia della batteria del corpo. L’orologio stima anche l’età fisica dell’utente, per chi è curioso di conoscerla. Inoltre, integra il monitoraggio della salute delle donne, che include il ciclo mestruale e la gravidanza. Pur offrendo controlli per la musica, il dispositivo non supporta la musica offline; per questa e altre funzioni avanzate, come Garmin Pay, è necessario rivolgersi a modelli superiori nella gamma Garmin.

7. Polar Pacer Pro: smartwatch per correre con mappe Koomot

Polar Pacer Pro

SCOPRI DI PIÚ

È un running watch che si caratterizza per il suo peso ridotto (solo 41 grammi) e il design sottile. Al suo interno sono integrati sistema satellitare (Gps, GLONASS, Galileo e QZSS), barometro, frequenza cardiaca dal polso, uno schermo ad altissima visibilità e funzioni avanzate come la diagnostica della potenza di corsa.

Grazie al barometro, il sistema Hill Splitter riconosce automaticamente i tratti in salita e discesa. Inoltre, la versione Pro consente di scaricare le mappe Koomot per importare percorsi. Secondo i dati del produttore, la sua batteria ha un’autonomia fino a 35 ore con Gps e frequenza cardiaca attivi in full-mode.

8. Garmin Fenix ​​7: Orologi per la corsa semi-professionali

Fenix  7

SCOPRI DI PIÚ

E’ l’orologio per runner tra i più completi di Garmin con funzioni di allenamento, corsa, fitness, benessere, navigazione e smartwatch.

Ora vanta anche una maggiore durata della batteria, una migliore ricarica solare, un touchscreen a colori e mappe a colori. Oltre a funzionalità esistenti come allenamenti suggeriti, effetto dell’allenamento e feedback sul carico, consigli sui tempi di recupero, monitoraggio del sonno, riproduzione di musica senza telefono e pagamenti contactless.

C’è il nuovo GPS multibanda in stile militare, progettato per migliorare la precisione del GPS nelle aree in cui i segnali regolari possono avere difficoltà; utilizza la cronologia dell’allenamento e metriche come FC max e VO2 Max per fornire una lettura dinamica dei dati.

Tutto in un orologio che è grande, robusto e durevole e divora l’allenamento della maratona urbana e le avventure di resistenza più selvagge per il divertimento. Avrai tra le 37 e le 89 ore di autonomia del GPS che si estende fino a ben 122 ore con le giuste modalità di risparmio energetico e buone condizioni solari.

Le mappe e le abilità di navigazione che seguono il percorso si rivolgeranno ai corridori che esplorano percorsi e sentieri sconosciuti. Con tre diverse dimensioni della cassa 7S, 7 e 7X, oltre alle edizioni standard, solare e solare in zaffiro, la gamma Fenix ​​7 presenta una vasta gamma di design e specifiche. E un’ampia fascia di prezzo. A mio avvio Fenix ​​7 Sapphire Solar offre il miglior rapporto qualità-prezzo tra dimensioni, caratteristiche e potenza.

9. Samsung Galaxy Watch 5 Pro: miglior orologio corsa android

Samsung Galaxy Watch 5 Pro

SCOPRI DI PIÚ

Il Galaxy Watch 5 Pro emerge come la scelta ideale per i corridori alla ricerca di uno smartwatch completo ed efficace. Grazie al sistema operativo Wear OS, il dispositivo offre una vasta gamma di applicazioni, superiore rispetto a qualsiasi altro tracker presente in questa lista. Tuttavia, è importante sottolineare che l’utilizzo del Galaxy Watch 5 Pro richiede un telefono Android, rendendolo adatto anche per coloro che non possiedono un iPhone.

Il dispositivo supporta tutti i principali ecosistemi di corsa, tra cui Strava, Runkeeper, My Fitness Pal e Samsung Health, e offre inoltre l’integrazione con Spotify e un GPS rapido ed affidabile, come dimostrato dai test effettuati.

Il robusto orologio si distingue per le sue capacità di analisi: l’app Samsung Health fornisce un’analisi dettagliata delle prestazioni di corsa, includendo metriche comuni come il tempo trascorso in ciascuna zona di frequenza cardiaca, e altre più specifiche come il tempo di contatto e la rigidità. Queste ultime informazioni hanno permesso al nostro recensore di individuare problemi nella propria tecnica di corsa e potranno risultare utili anche per altri corridori.

L’unico svantaggio del Galaxy Watch 5 Pro, se confrontato con altre opzioni presenti in questa lista, come il Forerunner 955, è la durata della batteria nettamente inferiore. Infatti, il nostro recensore non è riuscito ad ottenere tre giorni di utilizzo continuo del dispositivo, come spesso accade con molti smartwatch.

Un ulteriore elemento di frustrazione riguarda la funzione di pianificazione dei percorsi GPX, che purtroppo non supporta la corsa e si limita al ciclismo e all’escursionismo. Tuttavia, se si desidera uno smartwatch completo e versatile come compagno di corsa e non si apprezza l’estetica di quello di Apple, il Galaxy Watch 5 Pro rappresenta la migliore opzione disponibile sul mercato.

10. FITBIT VERSA 3: orologio per correre economico

Orologio per la corsa completo e affidabile.

FITBIT VERSA 3

SCOPRI DI PIÚ

E’ un orologio fitness utile per diverse necessità: la carica può durare fino a 6 giorni con lo schermo settato a bassa luminosità.

Ha il GPS per poter tracciare la posizione anche quando non si ha lo smartphone. E dotato di un sensore Sp02 per monitorare il livello di ossigeno nel sangue mentre si dorme. Monitoraggio 24/7 del battito cardiaco e dell’attività corporea. Offre la possibilità, come i tutti i migliori orologi da running, di impostare obiettivi fitness e la registrazione della qualità del sonno.

Si può indossare quando si è sotto la doccia o per una nuotata in piscina, anche se l’azienda produttrice suggerisce di non utilizzarlo in acqua salata. Inoltre, si interfaccia con alcune funzionalità utili come Alexa e può ricevere chiamate dallo smartphone.

Come scegliere l’orologio da corsa più adatto alle vostre esigenze

Nella selezione dell’orologio da corsa ideale, è fondamentale tenere conto degli obiettivi personali. Sebbene un dispositivo GPS dedicato possa risultare utile per ogni corridore, le necessità di chi si appresta a completare la propria prima gara di 5 km saranno notevolmente diverse da quelle di chi punta a stabilire un nuovo record personale in una maratona.

Per i neofiti, un orologio in grado di impostare un piano di allenamento semplice e variato può rivelarsi uno strumento prezioso. Ad esempio, il Garmin Forerunner 55 offre suggerimenti per gli allenamenti, evitando di cadere nella monotonia delle stesse routine, anche in assenza di un programma specifico. Inoltre, fornisce indicazioni sui tempi di riposo e recupero dopo ogni sessione, massimizzando i benefici dell’allenamento.

All’estremità opposta dello spettro, il Polar Grit X monitora la strategia nutrizionale per eventi e allenamenti di lunga durata, segnalando il momento adatto per l’assunzione di carboidrati e acqua. Il dispositivo è compatibile anche con servizi come TrainingPeaks, permettendo di scaricare piani specializzati per il raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Sebbene gli smartwatch possano essere utilizzati per monitorare le corse, un orologio da corsa dedicato dotato di pulsanti fisici offre vantaggi indiscutibili. Ciò permette di controllare l’orologio senza concentrarsi sullo schermo e di navigare nei menu, mettere in pausa e avviare gli allenamenti indossando guanti o con le mani sudate.

Di seguito alcuni aspetti da prendere in considerazione:

  • L’uso del GPS nelle gare e negli allenamenti sta diventando sempre più diffuso tra gli atleti e gli appassionati di corsa. Molte competizioni consentono, infatti, di scaricare la traccia del percorso sui propri dispositivi elettronici, un’opzione particolarmente utile per chi desidera provare il tracciato in anticipo durante gli allenamenti. Tuttavia, è importante prestare attenzione all’utilizzo del GPS durante le gare, poiché in queste situazioni le tracce devono essere seguite con cautela, dando sempre priorità alla segnaletica disposta dall’organizzazione. Non è raro, infatti, che la traccia originaria venga modificata a posteriori, oppure che siano necessarie variazioni sul tracciato all’ultimo minuto per garantire la sicurezza degli atleti. Inoltre, è possibile che in alcune zone remote il segnale GPS non sia sempre preciso, con il conseguente rischio di prendere direzioni sbagliate. Pertanto, è fondamentale per i corridori mantenere la massima prudenza e seguire attentamente la segnaletica ufficiale durante le competizioni, pur sfruttando le opportunità offerte dall’utilizzo del GPS per migliorare la propria preparazione e strategia in allenamento.
  • L’uso dei cardiofrequenzimetri da polso sta diventando sempre più diffuso tra i corridori, grazie all’evoluzione della tecnologia in questo campo. Tuttavia, pur con i notevoli progressi realizzati, questi dispositivi rimangono meno precisi rispetto alle tradizionali fasce cardio toraciche. Anche queste ultime, però, possono occasionalmente fornire dati imprecisi.In situazioni in cui il valore della frequenza cardiaca registrata appare sospettamente alto o basso rispetto allo sforzo effettivamente sostenuto, è probabile che si stia riscontrando un artefatto, ovvero un’alterazione del segnale. In questi casi, la soluzione più semplice è non farsi condizionare eccessivamente da tali anomalie, concentrandosi invece sulle proprie sensazioni e sul proprio stato di forma.L’importanza di un monitoraggio accurato della frequenza cardiaca durante gli allenamenti e le competizioni non va sottovalutata, ma è essenziale interpretare correttamente i dati forniti dai dispositivi e non farsi influenzare da possibili errori o imprecisioni.
  • Gli indicatori di forma fisica, come il VO2 Max, le stime dei tempi di percorrenza e altre misurazioni ottenute tramite app e smartwatch, devono essere sempre considerati con un certo grado di scetticismo. Il metodo più accurato per ottenere una valutazione affidabile della propria forma fisica è sottoporsi a test in laboratorio o eseguire prove pratiche su distanze di riferimento. Gli algoritmi che effettuano questi calcoli possono essere influenzati da artefatti che si verificano durante le attività fisiche. La variabilità della frequenza cardiaca (HRV) rappresenta, invece, un parametro utile per monitorare il proprio stato di forma. Tuttavia, anche in questo caso è fondamentale saper interpretare correttamente i valori ottenuti, collegando i risultati delle misurazioni alle proprie sensazioni ed esperienze personali. È importante organizzare programmi e allenamenti tenendo conto sia dei dati rilevati che degli impegni quotidiani, al fine di garantire un approccio equilibrato e sostenibile all’attività fisica.
  • I misuratori di potenza, che hanno rivoluzionato il mondo del ciclismo, risultano ancora di difficile utilizzo nella corsa e nel trail running. In particolare, sui sentieri, non è possibile fare affidamento con precisione sui Watt per quantificare l’intensità dello sforzo. Unicamente su salite costanti, su terreni poco accidentati e percorribili senza l’ausilio dei bastoni, questi strumenti possono offrire un supporto nella valutazione dell’impegno fisico. Tuttavia, si rivelano meno utili quando si affrontano discese e percorsi tortuosi, dove la misurazione della potenza può risultare poco affidabile e scarsamente informativa.
  • Un’altra caratteristica cruciale è la durata della batteria. È importante evitare di dover attendere che l’orologio si ricarichi prima di un allenamento, o peggio ancora, che si scarichi durante la corsa. Alcuni utenti potrebbero richiedere un’ora di autonomia GPS, mentre altri necessiteranno di giorni.
  • Funzionalità aggiuntive, quali la riproduzione musicale e i pagamenti contactless, possono risultare utili, consentendo di ascoltare musica o podcast durante gli allenamenti e di effettuare acquisti rapidi di bottiglie d’acqua o snack senza portafoglio. Tali caratteristiche rendono l’orologio da corsa più pratico da indossare quotidianamente, eliminando la necessità di un ulteriore smartwatch per le attività non sportive.

Tutti questi aspetti sono stati presi in considerazione nella valutazione degli orologi menzionati, in modo da semplificare la scelta senza dover confrontare dettagliatamente le specifiche tecniche dei diversi dispositivi.

Altri articoli
IWC Pilot’s Mark XX con quadrante argenté: sviluppato per la British Royal Air Force

Due orologi da pilota realizzati in acciaio, con quadranti argenté e design minimalista, sono stati rilasciati per celebrare il 75esimo anniversario della serie Mark. E’ il discendente diretto del mitico Mark 11, un preciso strumento di misura antimagnetico che IWC ha sviluppato nel 1948 per i naviganti e i piloti della Royal Air Force britannica. Questa edizione vanta una robusta cassa in acciaio inossidabile resistente alla corrosione, con un diametro di 40 millimetri, un quadrante bianco e lancette nere. L’alto contrasto del quadrante con numeri e indici neri, l’indice triangolare alle ore 12 e gli elementi luminosi assicurano una facile lettura in tutte le condizioni di luce. La precisione è garantita dal calibro di manifattura 32111, un movimento automatico con una riserva di carica di 120 ore. Il vetro frontale è fissato in modo tale da non poter essere espulso in caso di improvvisa caduta di pressione. L’IWC Pilot’s Watch Mark XX è resistente all’acqua fino a 10 bar e viene fornito con un bracciale in acciaio inossidabile a 5 maglie. Grazie al sistema EasX-CHANGE® incorporato, il bracciale può essere facilmente cambiato senza l’ausilio di ulteriori strumenti.

Leggi Tutto »
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.