Blancpain reinterpreta il calendario tradizionale cinese in occasione dell’anno del drago.

A partire dal 10 febbraio 2024, nell'astrologia cinese, il periodo del coniglio d'acqua cederà il posto all'anno del drago di legno. Per commemorare questa transizione, Blancpain continua la tradizione iniziata nel 2012 e svela una nuova edizione del suo orologio Villeret Calendario Cinese Tradizionale. Questa versione esclusiva, realizzata in oro rosso e limitata a soli 50 pezzi, esibisce le caratteristiche principali del calendario cinese sul suo affascinante quadrante verde. Un dettaglio distintivo è la massa oscillante, decorata con l'immagine di un drago.

Blancpain Villeret Calendario Cinese Tradizionale

La collezione Villeret di Blancpain è nota per includere orologi con complicazioni di calendario avanzate, come il Quantième Perpétuel e il Quantième Complet. Tuttavia, con il Calendario Tradizionale Cinese, Blancpain ha elevato il livello, fondendo due sistemi di calendario in un unico orologio. Questo progetto ambizioso ha richiesto ben cinque anni di ricerca e sviluppo per raggiungere la perfezione.

L’incorporazione di entrambi i calendari si spiega con l’uso in Cina del calendario lunisolare, che si basa su precise osservazioni astronomiche della longitudine solare e delle fasi lunari per stabilire le date delle festività, come il Capodanno lunare, mentre il calendario gregoriano è impiegato per scopi civili. La complessità del calendario cinese deriva dalla discrepanza tra i giorni dell’anno solare, che conta 365,2 giorni, e l’anno lunare, che può variare tra i 353, 354 o 355 giorni. Per allineare l’anno lunare con quello solare, il calendario cinese prevede l’aggiunta di un mese intercalare supplementare.

Quando Blancpain presentò il suo Calendario Tradizionale Cinese nel 2012, era l’anno del Drago nel ciclo zodiacale cinese. La leggenda narra che l’Imperatore di Giada invitò dodici animali al suo palazzo e l’ordine in cui arrivarono determinò la sequenza dello Zodiaco cinese, che si ripete ogni dodici anni. Seguendo questa rotazione, ogni animale domina il calendario per un anno ogni dodici, e il 2024 segna quindi il ritorno del drago. Dopo aver visto diverse versioni di questo orologio in platino e oro rosso con quadranti bianchi, l’ultima edizione del Calendario Cinese si distingue combinando una cassa elegante in oro rosso con un quadrante in smalto verde di straordinaria ricchezza visiva.

Blancpain Villeret Calendario Cinese Tradizionale

L’uso dello smalto Grand Feu conferisce al quadrante verde una profondità intensa che accentua le funzioni con maggiore chiarezza rispetto alle versioni con quadrante bianco. Nonostante la complessità e la densità di informazioni presenti sul quadrante, questo conserva un’armoniosa simmetria. La data è indicata lungo la periferia del quadrante da una sottile lancetta a serpentina dorata.

Le ore, segnate da raffinate lancette traforate in un tono salvia, sono rappresentate da numeri romani e da eleganti marcatori in oro rosso alle 12, alle 3 e alle 9. In posizione delle 6, si trova un’esclusiva finestrella per le fasi lunari, impreziosita da un volto lunare dorato sorridente circondato da stelle.

Blancpain Villeret Calendario Cinese Tradizionale

I tre sottoregistri, con eleganti iscrizioni in argento su smalto mandarino, forniscono le informazioni del calendario cinese. Un elemento distintivo è il raffinato ritratto del drago d’oro (e degli altri undici animali zodiacali) posizionato nella finestra alle 12. Sotto il drago, un piccolo quadrante ausiliario mostra le ore doppie in numeri e simboli. Il quadrante posizionato a ore 9 si concentra sui mesi e i giorni lunari, e la sua piccola apertura circolare si colora di rosso in anni con un 13° mese intercalare.

A ore 3, un terzo quadrante adornato con il simbolo dello yin e dello yang rappresenta i cinque elementi – legno, terra, fuoco, acqua e metallo – e le dieci stelle celesti. Quest’anno, essendo l’anno del Drago di Legno, la lancetta dorata dovrebbe puntare al simbolo appropriato. Come nelle edizioni precedenti, la cassa lucida da 45,20 mm ha un’altezza di 15,10 mm e incorpora cinque correttori brevettati, discretamente situati sotto le anse, per la regolazione del calendario.

Blancpain Villeret Calendario Cinese Tradizionale

Il cuore pulsante di questo orologio è il calibro 3638 di Blancpain, un meccanismo di eccezionale complessità. Composto da 464 parti, il movimento automatico assicura una riserva di carica di 7 giorni grazie all’impiego di tre bariletti montati in serie. Operando a una frequenza di 4 Hz, è dotato di una spirale in silicio per una maggiore precisione e durabilità. Il calibro è impreziosito da raffinate finiture tradizionali, mentre il rotore in oro rosso è abbellito con un’incisione dettagliata del Drago di Legno, accompagnata da un rubino rosso che ne esalta l’eleganza.

Il Villeret 2024 Calendario Cinese Tradizionale di Blancpain è prodotto in una serie esclusiva di soli 50 pezzi. Anche se il prezzo è disponibile su richiesta, si stima che si possa attestare intorno ai 73.000 euro. Per maggiori dettagli, si può consultare il sito web di Blancpain.

Questa edizione del 2024 è probabilmente una delle più belle mai prodotte in questa collezione.

Altri articoli
Intervista Esclusiva con Venezianico: alla scoperta dei modelli di punta e delle novità future

Oggi ci immergiamo nel mondo di Venezianico, un marchio orologiero emergente fondato nel 2017 dai fratelli Alberto ed Alessandro Morelli. Nata all’Università Ca’ Foscari di Venezia, questa azienda si è rapidamente affermata per il suo design unico e la sua passione per l’orologeria. In questa intervista esploriamo le radici del marchio, le ispirazioni dietro i loro modelli di punta, come il Redentore Ultrablack e il Cronografo Bucintoro, e i loro piani futuri.

Leggi Tutto »
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.