Oris e Collective Horology annunciano il nuovo Divers Seventy-Five Calibre 400 C.04

Per coloro che non ne fossero a conoscenza, Collective Horology è un club esclusivo per appassionati di orologeria con sede in California, rinomato per le sue partnership di prestigio con celebri marchi riconosciuti globalmente. Ha alle spalle collaborazioni con giganti dell'orologeria quali Montblanc, Zenith, Tudor e IWC. Attualmente, questo collettivo è stato selezionato dal rinomato produttore di orologi svizzeri Oris per sviluppare un innovativo orologio da immersione che evoca lo spirito della California degli anni '70. Il modello Oris Sixty-Five Diver è noto agli aficionados, prendendo spunto dai design originali dei primi orologi da immersione del marchio che risalgono, come suggerisce il nome, al 1965. Avvalendosi della collaborazione con Collective Horology, Oris ha fatto un salto temporale fino al 1975 con il lancio del Seventy-Five Diver, una versione in edizione limitata. Equipaggiato con il medesimo movimento automatico Calibro 400 del predecessore Sixty-Five e alloggiato in una cassa robusta in acciaio inossidabile da 40 mm con impermeabilità garantita fino a 100 metri, questo orologio si propone come una reinterpretazione stilistica di cosa avrebbe potuto produrre Oris in quel fervido decennio. E il risultato è senza dubbio di notevole impatto visivo.

Oris Divers Seventy-Five Calibre 400 C.04

Nel nostro ambito, siamo grandi estimatori del reinventare un concetto consolidato, e c’è un esempio che spicca per il suo potenziale di innovazione. Il modello Oris Divers 65, o Divers Sixty-Five per coloro che prediligono il nome completo, ha dimostrato un’incredibile versatilità nel corso degli anni. È stato il protagonista di un’ampia gamma di interpretazioni attraverso diverse colorazioni, abbinamenti di materiali, stili di quadrante e varietà di meccanismi. E va detto che ogni nuova versione ha riscontrato un notevole successo. È qui che entra in scena Collective Horology, che ha scelto questo modello come punto di partenza per il suo ultimo progetto collaborativo: il C.04. Si tratta di una reinterpretazione audace e dal sapore decisamente anni ’70 dell’orologio, che non a caso prende il nome di Divers Seventy-Five.

Il Divers Seventy-Five risveglia l’estetica classica con un quadrante puro, privo di finestrella per la data, impreziosito da numeri arabi dall’aspetto retrò che segnalano le ore più significative. L’orologio si veste di un nuovo insieme cromatico, giocando con tonalità di marrone e arancio che abbracciano sia la cassa che il bracciale in acciaio. Questo look, certo non per tutti i gusti, rappresenta una delle più creative rivisitazioni del modello che si sia mai vista. Asher Rapkin e Gabe Reilly di Collective svelano che queste scelte cromatiche si ispirano al design californiano degli anni ’70, donando all’orologio una presenza che sfugge al comune quadrante marrone o alle consuete combinazioni bicolore.

Oris Divers Seventy-Five Calibre 400 C.04

Il Divers Seventy-Five è racchiuso in una raffinata cassa in acciaio di 40 mm, impreziosita da una lunetta in bronzo che firma il look Oris, e si fonde con un bracciale bimetallico che combina acciaio e bronzo, riflettendo le vibranti influenze funky che partono dal quadrante stesso. Questo modello mi ha colpito per il suo elegante spessore di 12,8 mm e per il profilo arrotondato, che assicurano un comfort al polso superiore e una silhouette distintiva che non si sfigura neanche con l’aggiunta di un fondello a vista.

Il quadrante del Divers Seventy-Five è il vero protagonista di questo orologio, articolato su una tavola di tre colori. La zona esterna è caratterizzata da un marrone intenso e caldo, animata da numeri arabi in stile vintage per le ore 12, 3, 6 e 9, risaltati da una sottile luminescenza color crema. La sezione centrale sfuma in un’elegante tonalità che ricorda il mogano o il colore della sabbia raffinata, offrendo un contrasto delicato che mitiga l’intensità dei bordi. Sebbene generalmente i quadranti marroni non siano la mia prima scelta, devo ammettere che l’incanto di questa particolare realizzazione ha un suo particolare richiamo visivo. Collective dimostra ancora una volta la sua inclinazione per quadranti che riescono a trasformare il metallo in una tela vivente, un talento che si fa particolarmente notare nella loro collaborazione con Czapek.

Oris Divers Seventy-Five Calibre 400 C.04

Questo orologio rappresenta un connubio armonico tra il fascino retrò e la meccanica moderna. Sebbene il concetto non sia del tutto originale, il risultato è comunque notevole. Al cuore dell’orologio batte il Calibro 400 automatico, lanciato nel 2020, che vanta una riserva di carica impressionante di 120 ore e spicca per la sua superiore resistenza magnetica. Quest’ultimo aspetto è garantito dall’uso di 30 elementi non ferrosi e antimagnetici, incluso un’ancora e una ruota di scappamento in silicio. Il movimento sfrutta un sistema di cuscinetti unidirezionali a basso attrito per una maggiore durata nel tempo. Oris offre una garanzia decennale per questo calibro e suggerisce un intervallo di manutenzione ognuno decennio.

Oris e Collective Horology annunciano il nuovo Divers Seventy-Five Calibre 400 C.04

Il bracciale, un’allettante fusione di acciaio inossidabile e bronzo, evoca lo stile classico delle maglie vintage a rivetto, ma con un tocco contemporaneo. Modernità e comfort si esprimono attraverso l’aggiunta di una chiusura a scomparsa e l’uso di maglie solide, migliorando così la funzionalità senza compromettere l’estetica nostalgica.

In edizione limitata a soli 250 pezzi, il Divers Seventy-Five Calibro 400 C.04 creato da Oris per il Collective è proposto a un prezzo di listino di 4.500 dollari (circa 4.200 euro). Gli orologi, attualmente in fase di produzione, verranno spediti nel dicembre 2023. È possibile effettuare i preordini unicamente attraverso il sito collectivehorology.com.

Leggi anche:

Altri articoli
IWC Big Pilot’s Perpetual Calendar TOP GUN Lake Tahoe

Nella frenesia della F1 a Miami il mese scorso, un dettaglio non è sfuggito all’occhio attento degli appassionati di orologeria: Lewis Hamilton è stato avvistato con un misterioso nuovo Big Pilot di IWC. Il gigantesco orologio di oltre 46mm, impreziosito da una cassa e un bracciale di un bianco accecante e dotato di un complicato quadrante, è balzato agli occhi senza bisogno di ingrandire l’immagine. Tuttavia, a quel tempo, il modello non esisteva, almeno non sulla carta. Oggi, la realtà è cambiata: IWC ha finalmente rivelato questo capolavoro di ceramica bianca.

Con la presentazione del nuovo Top Gun Big Pilot, così denominato per il suo legame con il programma Topgun della Marina degli Stati Uniti, è chiaro che questa interpretazione in bianco e nero è un vero e proprio inno al design. Se il Mojave, con la sua estetica monocromatica, risultava visivamente interessante, questo nuovo modello è a dir poco entusiasmante.

Leggi Tutto »
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.