Jaeger-LeCoultre Reverso

Il Jaeger-LeCoultre Reverso è uno degli orologi classici/sportivi più iconici mai prodotti, un classico nel “design Art Deco” che ha goduto di una popolarità duratura da quando è stato rilasciato nel 1931.

Non è difficile capire il motivo per cui è diventato così famoso: sicuramente la combinazione della sua storia, la qualità dei materiali e sopratutto lo stile senza tempo sono stati elementi fondamentali e vincenti. 

Jaeger-LeCoultre Reverso

Jaeger-LeCoultre Reverso

Storia Jaeger LeCoultre Reverso orologio

L’orologio vede le sue origini nell’occupazione britannica in India. All’inizio degli anni ’30, un uomo d’affari svizzero nel settore dell’orologeria che partecipava a una partita di polo fu avvicinato da un giocatore che gli chiese se sarebbe stato in grado di progettare un orologio che potesse resistere agli urti e ai rischi in uno sport fisico come quello del Polo, in quanto il vetro dei loro orologi si frantumava spesso durante la corsa del gioco.

Di ritorno in Svizzera, l’uomo d’affari discusse di questa sfida con l’amico Jacques-David LeCoultre, e i due si rivolsero a Jaeger, all’epoca orologiaio della Marina francese.

Orologio Vintage Jaeger-LeCoultre Reverso

Lavorando con il designer René-Alfred Chauvot, il team ha ideò il Reverso: la sua cassa sottile rettangolare fù ribaltata in un solo semplice movimento, in modo che il quadrante fosse protetto contro il polso di chi lo indossa, mentre la parte posteriore (il fondello) in metallo potesse subire le conseguenze degli urti.

Chauvot quindi brevettò la sua invenzione: un “orologio da polso che può scorrere sulla sua base e capovolgere su se stesso” presso il National Industrial Property Institute a Parigi, Francia.

Composizione dell'orologio Jaeger-LeCoultre Reverso

Da lì, il team di progettazione decise di creare un orologio che fosse abbastanza formale per gli ufficiali da indossare sotto le loro uniformi, ma abbastanza robusto da resistere ad una partita di polo.

Il segnatempo realizzato era quindi un elegante orologio da abito che poteva scivolare e capovolgere per proteggere il vetro e il quadrante da qualsiasi impatto, mostrando un solido fondello (escogitarono anche la possibilità che ogni cassa potesse essere personalizzata per ciascun acquirente).

Come funziona il meccanismo Jaeger-LeCoultre Reverso

Nasce così il Reverso, la cui realizzazione fu affidata appunto all’ingegnere René-Alfred Chauvot, e il cui brevetto fu depositato alle 13:15 del 4 marzo 1931. Il resto è storia: questo è l’orologio al quale JaegerLeCoultre lega buona parte del suo passato e del suo presente.

Il Reverso ebbe un successo immediato, e non molto tempo dopo, nacque il Jaeger-LeCoultre. Da allora, il marchio ha una stretta relazione con lo “sport dei re”, sponsorizzando alcuni dei tornei e dei giocatori di polo più famosi del mondo, tra cui l’ex capitano inglese Luke Tomlinson e Eduardo Novillo Astrada in Argentina, per i quali “Il Reverso è l’orologio che significa Polo.”

Jaeger-LeCoultre Reverso in Mad Men

Jaeger-LeCoultre Reverso in Mad Men

Altri importanti appassionati di Reverso includono il generale Douglas MacArthur, che aveva le sue iniziali incise sul retro; Amelia Earhart, pioniera dell’aviazione americana; e il re Edoardo VIII d’Inghilterra, il cui Reverso aveva incisa un’immagine della sua corona e del suo titolo. Con il suo sublime equilibrio tra eleganza e robustezza, il Reverso è diventato anche popolare tra sciatori e piloti da corsa, guadagnandosi la reputazione di un orologio sportivo di lusso, anche se ora è considerato più un segnatempo elegante da abbinare ad un determinato outfit.

Più di 20 modelli Reverso sono stati realizzati dopo l 1931. Nel 2006, Jaeger-LeCoultre ha introdotto due innovazioni: lo “Squadra“, il primo Reverso ad essere realizzato con un quadrante quadrato, e l’edizione limitata Grande Complication à Triptyque, con tre quadranti tutti alimentati dal stesso movimento.

Due anni dopo, l’acclamato film drammatico di AMC Mad Men utilizzava un Reverso al polso del super elegante protagonista Don Draper. Cogliendo l’occasione per essere associato allo spettacolo di successo, Jaeger-LeCoultre pubblicò il suo Grande Reverso Ultra Thin 1931 Tribute inciso con le iniziali della società Draper, SCDP.

Recensioni Jaeger LeCoultre Reverso

Il Reverso non è un orologio per scandire semplicemente il tempo, bensì un oggetto che incarna tutta una serie di valenze emozionali, che con il passare degli anni si arricchiscono di significati.

Andiamo quindi a conoscere e a discutere di alcuni degli orologi Reverso di Jaeger-LeCoultre che attraggono maggiormente l’interesse dei collezionisti e ciò che influenza i prezzi di Reverso nel mercato dell’usato.

Per mostrarvi il suo meccanismo di seguito potrete vedere un breve video della sua rotazione.


Dal 1931 il “gioco” di rovesciare la cassa girevole del Reverso è diventato un vero e proprio cult.Un orologio che è rimasto sempre coerente nella sua identità stilistica e alla sua singolarità funzionale, anche quando lo scopo protettivo del secondo lato della cassa ha assunto una connotazione di simbolo, trasformando l’idea in un doppio quadrante.

Jaeger LeCoultre Reverso “Tribute to 1931”

Jaeger LeCoultre Reverso Ultra Thin Tribute to 1931

E0 uno di quei segnatempo che consiglio come orologi da investimento. Nell’anno dell’ottantesimo anniversario del suo esemplare più rappresentativo, la Jaeger ha deciso di realizzare un ponte ideale tra passato e presente, presentando un modello che si rifà direttamente al primo Reverso del 1931.

Due le edizioni “Tribute to 1931” presentate dalla Maison di Le Sentier: una in acciaio e una in oro (quest’ultima in edizione limitata a 500 esemplari), entrambe rivisitate secondo le dimensioni attuali della cassa del Grande Reverso, ma dalla forma delicatamente sagomata che ne rende agevole l’a dattamento al polso.

Il design e i colori, invece, sono gli stessi del modello originale: a cominciare dal quadrante nero (foto in alto), ma è disponibile anche argenté, con indici a bastone (e anche a cifre arabe nella versione in oro), lancette a gladio e il logo Reverso al 12 (al posto di quello Jaeger-LeCoultre, presente in tutte le altre versioni). Anche in questo caso, il calibro è il manuale JLC 822.

Jaeger-LeCoultre Reverso Automatico

Orologi Jaeger-LeCoultre Reverso Automatico

L’unico limite a mio avviso che avevano questi orologi fino a qualche anno fa era la mancanza di referenze con carica Automatica, oltre a quelle manuali e al quarzo.

Oggi la casa propone alcuni modelli, come possiamo edere sopra, con calibri molto interessanti, come il 968A, Calibro a carica automatica realizzato con 207 componenti, 30 rubini, riserva di carica di circa 38 ore e 28.800 oscillazioni orarie.

L’automatico Reverso Jaeger LeCoultre prezzo: parte da 10.400 euro

Jaeger-LeCoultre Reverso Tribute Duoface

Abbiamo visto come lo scopo protettivo della cassa girevole negli anni abbia assunto una connotazione di simbolo, tanto che i tecnici della Casa hanno poi trasformato l’idea pensando addirittura all’offerta di due quadranti. È così che nel 1994 nasce il Duoface che indica sui due lati l’ora locale e un secondo fuso orario, inaugurando una nuova era per il Reverso.

Entrambi i quadranti, poi, sono equipaggiati dallo stesso movimento, ma con le lancette azionabili in maniera indipendente.

Orologio Jaeger-LeCoultre Reverso Tribute Duoface

Nel 1994 è nato il Duoface, che indica sui due lati l’ora locale e un secondo fuso orario, inaugurando una nuova era per il Reverso. L’idea è ripresa nel nuovo Reverso Tribute Duoface, con due quadranti distinti: il primo lato blu effetto soleil e con indicazione dei piccoli secondi; il secondo argenté lavorato a guilloché con motivo clous de Paris e indicatore giorno/notte.

Animati entrambi dal calibro manuale Jaeger-LeCoultre 854A/2 con riserva di carica di 42 ore, alloggiato nella cassa in acciaio con il suo inconfondibile design, che accosta linee classiche e forme aerodinamiche proprie dell’Art Déco.

Tutte le funzioni sono regolate attraverso la corona di carica e, per mantenere la migliore precisione, la lancetta delle ore si regola con salti di un’ora. Inoltre, la data segue la regolazione del fuso orario, sia in avanti che indietro.

Tribute Duoface Jaeger LeCoultre prezzi listino: 10.700 euro.

Jaeger-LeCoultre Reverso Tribute Small Second

Jaeger-LeCoultre Reverso Tribute Small Second Rosso

Jaeger-LeCoultre Reverso Tribute Small Second

Leggenda vuole che l’idea dell’orologio rovesciabile sia nata in India nel 1931, dal desiderio di un gruppo di ufficiali inglesi, naturalmente giocatori di polo, che proprio non potevano rinunciare a indossare l’orologio anche durante le impetuose partite (forse per non tardare al tè con la Regina?), quando c’era ovviamente il rischio che i vetri di protezione andassero in mille pezzi. In realtà era facile che i vetri si rompessero in tante altre occasioni, meno pericolose.

E il Reverso non fu il solo esempio di orologio che si proponeva di salvaguardare l’incolumità del vetro minerale. È però l’unico a essere diventato icona di stile. Anche grazie alla grafica Art Deco del quadrante, ora declinato in un inedito color vinaccia, in abbinamento alla nuance del cinturino, disegnato dalla celebre Casa Fagliano. Il secondo lato, con fondello chiuso, lascia spazio alla personalizzazione. Movimento meccanico a carica manuale calibro Jaeger-LeCoultre 822/2.

Jaeger LeCoultre prezzo: 8.100 euro (esclusiva boutique).

Orologio Jaeger LeCoultre Reverso Classic 250.8.10

Rilasciato per la prima volta: 1931

Jaeger-LeCoultre Reverso Classic 250.8.10

Orologio Reverso Jaeger-LeCoultre Classic 250.8.10

Il design classico del Reverso non ha mai smesso di essere di moda: il profilo sottile e le linee pulite nascondono la capacità di recupero del Classique. Nonostante il suo aspetto semplice, questo è un modello che è stato costantemente perfezionato negli ultimi 85 anni, quindi si può avere completa fiducia nel suo meccanismo e nella sua qualità. Questo modello si distingue anche per essere l’unico orologio della collezione maschile Jaeger-LeCoultre che offre un’opzione con movimento al quarzo.

Rispetto ad altri modelli, il prezzo di questo Jaeger-LeCoultre Reverso è piuttosto basso e non si vede spesso sul mercato.

Fascia di prezzo: 2300/3200 euro di secondo polso

Orologio Reverso Squadra Chronograph Q7018120 / 230.8.45

Rilasciato per la prima volta: 2006

Reverso Squadra Chronograph Q7018120 / 230.8.45

Reverso Squadra Chronograph Q7018120 / 230.8.45

Lo Squadra ha il quadrante leggermente più ampio della maggior parte degli altri modelli Reverso, consentendo l’aggiunta di ulteriori complicazioni. Mentre il Reverso Squadra è stato il primo modello di Jaeger-LeCoultre ad avere un quadrante dal design quadrato, il brevetto è stato in realtà respinto. Si scoprì che René-Alfred Chauvot, il progettista della prima cassa Reverso, aveva depositato il suo personale brevetto per una cassa quadrata nel lontano 1931, ma non fu mai effettivamente prodotto.

Ciò dimostra che ogni idea ha il suo tempo.

Fascia di prezzo: 4900/5700 euro di secondo polso

Reverso Jaeger LeCoultre Sun and Moon (acciaio) Q2753470

Prima pubblicazione: 1999

Jaeger LeCoultre Reverso Sun and Moon

Jaeger Reverso Sun and Moon

Il Reverso Sun and Moon fù progetto per dare ulteriore rilievo al fascino di questi segnatempo. Il quadrante infatti, protetto da un vetro zaffiro antigraffio, presenta le fasi lunari e un indicatore per la notte o il giorno.

Sul retro, possiamo vedere il complesso movimento rifinito a mano. Il Sun and Moon, è disponibile con cassa in oro giallo o oro rosa e acciaio inossidabile, mentre chi lo indossa può scegliere tra un cinturino in pelle o un bracciale in metallo.

I diversi materiali giustificano in parte la gamma dei prezzi Reverso nel mercato dell’usato.

Fascia di prezzo: 7500/9200 di secondo polso

Reverso Duo Face Day Night GMT (oro) 270.1.54

Prima pubblicazione: 1994

Orologio Reverso Duo Face Day Night GMT

Jaeger Lecoultre Reverso prezzo

In alto vi ho presentato il modello Tributo ma a mio avviso questa linea, lanciata nel 1994, merita la giusta attenzione, sopratutto perchè molto cercata di secondo polso.

Invece del tradizionale fondello semplice che consente al proprietario di aggiungere un’incisione, il Duo Face ha un secondo quadrante per un fuso orario diverso, che può essere facilmente regolato.

Come in tutti i Reverso, questo modello ha un’eleganza raffinata, il che lo rende perfetto per un’occasione formale tanto quanto potrebbe essere funzionale sul campo da polo. Potreste anche optare per una versione in acciaio inossidabile per un Jaeger-LeCoultre Reverso più economico.

Fascia di prezzo: 7500/9500 euso di secondo polso

Jaeger LeCoultre Reverso Prezzi

I prezzi di listino di questi orologi partono da circa 4000 euro con il modello Classic in acciaio (secondo me molto bello) euro a salire.

Il mercato dell’usato di questi orologi è molto attivo e spesso si trovano ottime occasioni.

Opinioni

Pro: Ben riuscita la nuova taglia del Grande Reverso Ultra Thin. Pochi orologi possono essere identificati come simbolo di una manifattura, come accade per il Reverso. Finiture impeccabili e meccaniche di qualità, rigorosamente realizzate in-house. L’orologio che consiglio come valore collezionistico, la serie “Tribute to 1931”.

Contro: Parafrasando una nota pubblicità, verrebbe quasi da dire: “E cosa vuoi di più dalla vita?”. Ora che vi sono anche referenze automatiche è molto difficile trovare un difetto a questi orologi.

Jaeger LeCoultre Reverso Prezzi e opinioni

Il Reverso di Jaeger-LeCoultre e un orologio che proprio nella “forma” ha la sua arma di seduzione.

Per oltre tre quarti di secolo, e nonostante l’aggiunta di una vasta gamma di complicazioni, il Reverso ha sempre mantenuto una costante: quella perfetta simmetria di forma e funzione che le conferisce un fascino senza tempo.

Consacrato a vera e propria icona orologiera, con la sua cassa ribaltabile e giocata anche sui doppi quadranti, il Reverso è rimasto legato a quelli che erano i canoni estetici dell’epoca che gli ha dato i natali, espressi dall’accostamento di linee classiche e forme aerodinamiche proprie dell’Art Deco. Nonostante poi l’avvento del vetro zaffiro e dei dispositivi antiurto facesse venire in un certo senso meno quella che era la sua peculiarità principale – la funzione protettiva della cassa ribaltabile – il Reverso ha mantenuto inalterata la sua identità e la sua immutabilità nel tempo, dimostrando l’intramontabile prestigio che questo modello si è conquistato. L’oblio nel quale cadde subito dopo la Seconda Guerra Mondiale fece correre il rischio di vederne abbandonata per sempre la produzione.

Ma grazie alla lungimiranza dell’imprenditore italiano Giorgio Corvo (al quale si deve anche l’arrivo della Jaeger-LeCoultre nel nostro Paese), il Reverso torna prepotentemente alla ribalta.

Questi orologi sono molto apprezzati sia dal pubblico maschile che femminile. Ad esempio la misura 42,9 x 25,5 mm è indicata per chi ha un polso sottile o desideri un orologio discreto. Per i polsi più generosi ci sono spesso i fratelli maggiori, con misure del tipo 45,6 x 27,4 mm. Più evidenti sul polso, mantengono le perfette proporzioni della cassa Reverso, sempre soggette a piccoli aggiustamenti che hanno permesso a questo orologio di diventare – e ritornare a partire dagli anni ’80 – un classico senza tempo.

Perché l’eleganza è tutta una questione di forme e misure: non serve altro che rispettarle.

Dettagli
Jaeger-LeCoultre Reverso
Nome Articolo
Jaeger-LeCoultre Reverso
Descrizione
India, 1930: César de Trey, uomo d’affari e importatore degli orologi Jaeger-LeCoultre, durante un viaggio nell’India britannica fu iniziato al polo da alcuni amici inglesi e constatò, tra cavalli, mazze e giocatori, quanto fossero delicati gli orologi della sua epoca e, soprattutto, poco adatti a quello sport. La soluzione che propose al suo amico Edmond Jaeger fu quella .i produrre un orologio che si potesse rovesciare su se stesso, in modo da proteggere il quadrante. Nasce così il Jaeger-LeCoultre Reverso
Autore
Recensioniorologi.it/
Logo