Tissot powermatic 80

Con più di 160 anni di storia e l’appartenenza dal 1983 a un colosso dell’orologeria quale lo Swatch Group, Tissot è un marchio che ha scelto ormai da tempo di posizionare il proprio prodotto nella fascia media di mercato, pur connotandolo in termini di originalità e innovazione. Se ripercorriamo parte della sua storia, a cominciare dagli anni ’70 del secolo scorso, accanto a una produzione più tradizionale la Casa iniziò a puntare sull’innovazione, a partire dai materiali. Ricordiamo, ad esempio, l’orologio con movimento in plastica degli anni ’70: l’Astrolon rappresentava allora una rivoluzione, privo di viti e con i soli bilanciere, molla e ingranaggi di carica realizzati in metallo, che in questo modo non necessitava di particolare manutenzione. Una nuova strada, dunque, volta a perseguire l’obiettivo di realizzare qualcosa di diverso e originale, culminata nel 2013 con l’introduzione del Tissot Powermatic 80.

PER LA REALIZZAZIONE DEL SUO MOVIMENTO AUTOMATICO, TISSOT HA LAVORATO IN COLLABORAZIONE CON ETA (AZIENDA ANCH’ESSA APPARTENENTE ALLO SWATCH GROUP).

tissot powermatic 80 opinioni

La base di partenza, infatti, è stato il collaudato e affidabile calibro 2824; il risultato finale è un movimento automatico con una riserva di carica di 80 ore (da qui il nome Powermatic 80), tipica dei calibri di alta gamma, a differenza delle più tradizionali 40 ore di quelli della sua stessa fascia. Il tutto per equipaggiare una serie di orologi con prezzi che vanno da 470 euro a un massimo di 1.000 euro circa. Per ottenere una riserva di carica così alta senza introdurre, come generalmente avviene, un secondo bariletto, innanzitutto è stata ridotta la frequenza delle oscillazioni, passando dalle 28.800 dell’ETA 2824 alle 21.600 alternanze/ ora del Powermatic, risparmiando così una notevole quantità di energia. Per non compromettere la precisione di marcia, si è lavorato su una costruzione di nuova concezione, che integra un sistema di regolazione con eliminazione della racchetta. Generalmente, grazie al sistema a racchetta è possibile regolare la frequenza di oscillazione del bilanciere e, quindi, far avanzare o ritardare a piacimento la marcia del movimento, per regolarlo al meglio. Muovendo la racchetta, che abbraccia l’ultima spira della spirale, si accorcia o si allunga la lunghezza attiva di quest’ultima, modificando in questo modo la sua elasticità.

Realizzato il collaborazione con ETA, il calibro Tissot Powermatic 80 automatico

Realizzato il collaborazione con ETA, il calibro Tissot Powermatic 80 automatico non solo garantisce in termini di precisione ma vanta una riserva di carica di 80 ore, il doppio rispetto ad altri movimenti nella stessa fascia di prezzo.

Se si accorcia la spirale, questa diviene più rigida e il bilanciere compie più oscillazioni all’ora facendo avanzare la marcia. Se, invece, la si allunga, questa vede aumentare la sua elasticità, la frequenza di oscillazione del bilanciere scema e la marcia ritarda. Il problema della racchetta di regolazione, però, è quello di avere un effetto negativo sull’effettiva regolarità di marcia del movimento, poiché il contatto fra racchetta e spirale non è costante. Tissot ha perciò adottato un bilanciere inerziale, privo di racchetta, in cui l’anticipo e il ritardo delle oscillazioni sono gestite da piccole masse asimmetriche (sotto forma di viti) poste su due delle quattro razze del bilanciere, in grado di aumentare o diminuire il momento d’inerzia di quest’ultimo. Il principio alla base della loro regolazione è lo stesso per cui un pattinatore che compia una piroetta ruoterà sempre più velocemente man mano che avvicina le braccia al corpo. Infatti, avvicinando le braccia il pattinatore riduce il proprio raggio di girazione (ovvero il raggio ideale entro il quale può considerarsi concentrata la sua massa) e di conseguenza il proprio momento d’inerzia, aumentando invece la sua velocità angolare. Viceversa quando allarga le braccia, allontanandole dal corpo, ovvero dall’asse di rotazione, la sua velocità rallenta.

MOLTI COMPONENTI SONO REALIZZATI IN MATERIALE SINTETICO INDURITO PER RIDURRE AL MINIMO L’UTILIZZO DI LUBRIFICANTI (il marchio non ne specifica la composizione).

tissot powermatic 80 cosc

La regolazione del Powermatic 80 è affidata a un bilanciere inerziale, privo di racchetta. Tra le altre caratteristiche, rispetto alla base ETA 2824: frequenza di 21.600 alternanze/ora (rispetto alle 28.800), riduzione del diametro dell’albero del bariletto per inserire una molla più lunga e di conseguenza più sottile.

Infine, è stato ridotto l’albero del bariletto per introdurre una molla più lunga e più sottile. Per quanto riguarda l’equilibratura del bilanciere, questa viene effettuata in fabbrica con un raggio laser, rendendo superflui i consueti interventi manuali di regolazione normalmente necessari durante l’assemblaggio degli orologi meccanici (in modo analogo al Sistem51 di Swatch). Con questo movimento Tissot punta a un’autonomia di carica elevata al servizio di precisione e stabilità di marcia, garantite in alcune versioni di questo calibro anche dal certificato di cronometria del Cosc: tutte caratteristiche haut de gamma, in una fascia di prezzo concorrenziale.

Il Tissot Powermatic 80 è stato inoltre premiato nel 2015 al Concorso Internazionale di Cronometria dell’Osservatorio di Le Locle. Nella categoria “Classic”, l’orologio Tissot Bridgeport equipaggiato dal calibro CO7.111 Powermatic 80 si è aggiudicato il terzo posto, dietro ad altri due orologi Tissot. La prossima evoluzione significativa è attesa per Baselworld 2017. Ancora non possiamo svelare maggiori dettagli, ma quello che si sa è che la Casa ha equipaggiato il movimento Powermatic 80 con spirale del bilanciere in silicio. Una novità assoluta per il marchio, che sarà offerta a meno di 1.000 euro. Attendiamo di scoprire le sembianze del nuovo modello…

Chemin des Tourelles

Tissot Tissot Chemin Des Tourelles Powermatic 80

Tra i modelli che adottano il Powermatic 80, la collezione Chemin des Tourelles fa eco alla lunga tradizione del marchio prendendo il nome dalla dalla strada di Le Locle, in Svizzera, dove nel 1907 fu costruita la manifattura Tissot (ancora attuale sede). Lo stile è decisamente classico, con la cassa tonda dalle linee eleganti e con quadranti con varie finiture, con lavorazioni soleil o clous de Paris, indici a barretta o a cifre romane, con cassa in acciaio o bicolore PVD oro, in versione maschile o femminile Nelle foto: il modello Lady in acciaio (32 millimetri) e indici di diamanti con movimento Powermatic 80 80.111 (910 euro); la versione solotempo in acciaio (42 millimetri) con trattamento PVD oro giallo sulla lunetta e su alcune parti del bracciale con calibro Powermatic 80 80.111 (935 euro).

Tissot Bridgeport

Tissot Bridgeport Automatic

Tissot Bridgeport con calibro Powermatic 80 è stato premiato nel 2015 al Concorso Internazionale
di Cronometria dell’Osservatorio di Le Locle.

Tissot Powermatic 80 prezzo

In media i prezzi di questi modelli oscillano dai 400 ai 1000 euro.  Noi come sempre vi mostriamo i migliori modelli proposti da Amazon: 

Sending
User Review
0 (0 votes)