Tissot PRX: Recensione, Prezzi e Opinioni

Dietro a tante sigle divenute negli anni familiari a ogni appassionato del settore si nascondono spesso acronimi insospettabili. Fredde sequenze alfanumeriche – incomprensibili se non addirittura apparentemente prive di senso – la cui espressione liofilizzata nasconde in realtà buona parte delle specifiche salienti di un orologio. Insomma, la sua carta di identità.

Quando nel 1978 Tissot è chiamata per esempio a battezzare un nuovo modello dall’approccio audace, contraddistinto da un design di rottura e da un movimento al quarzo, lo fa adottando proprio il principio della sintesi. Nasce il Tissot PRX.

Tissot PRX Recensione

Tissot PRX Recensione: Il nuovo Automatico e al quarzo svizzero Anni 70 reinterpretato oggi.

Un orologio “Preciso”, “Robusto”, ed impermeabile fino a 10 atmosfere, valore espresso per coerenza in numeri romani. Un autentico cult, e in quanto tale destinato ora a riportare in auge gli eclettici Seventies attraverso una sua reinterpretazione ad alta fedeltà. Supportata stilisticamente oggi come un tempo da una cassa dalle inequivocabili forme tonneau connessa al proprio bracciale senza soluzione di continuità.

E animata da movimenti svizzeri ad elevato coefficiente tecnologico (automatico e al quarzo), dotato inoltre dell’utile funzione EOL (End Of Life) di segnalazione preventiva dell’esaurimento della batteria.

Tissot PRX Recensione

Il nuovo trend degli orologi vintage e sportivi anni ’70 con bracciale integrato sembra cavalcare ancora solidamente la cresta dell’onda. Infatti, sempre più marchi stanno scegliendo di immettere sul mercato la propria versione di questa tendenza, sia nel segmento entry-level che negli scalini più alti dell’alta orologeria.

Uno degli ultimi è proprio Tissot, con il suo modello PRX. Anche se già presentato con un movimento al quarzo, oggi il marchio di proprietà Swatch Group svela una versione meccanica che potrebbe far gola a moltissimi: diamo perciò un’occhiata più da vicino ai modelli disponibili per questo nuovo “Tissot PRX Powermatic 80” e “Tissot PRX Quartz“!

Tissot PRX automatic

tissot prx automatic

Il nuovo PRX 40 205 in acciaio, con quadrante blu soleil e applicazioni nichelate. La cassa tonneau, larga 40 millimetri, è totalmente integrata col bracciale, in puro stile anni ’70. Impermeabile fino a 100 metri, monta un movimento Swiss made al quarzo o automatico con datario. Il prezzo di partenza: 355,00 euro.

  • Referenza: T137.407.11.051.00 (quadrante nero), T137.407.11.041.00 (blu), T137.407.11.031.00 (bianco)
  • Dimensioni: 40×10.8mm
  • Quadrante: nero, blu o bianco, con indici in metallo ricoperti di Superluminova
  • Vetro: cristallo zaffiro
  • Cassa: acciaio inossidabile (accenti in oro rosa per la versione con quadrante bianco)
  • Cinturino: bracciale in acciaio inossidabile
  • Fondello: a vista, oblò in cristallo zaffiro
  • Calibro: Tissot powermatic 80, automatico a 23 rubini, riserva di carica 80 ore
  • Resistenza all’acqua: 100 metri (10 ATM)

Orologi Tissot PRX: Ispirazione vintage, con una marcia in più

Tissot PRX gerald genta

Tissot ha una lunga tradizione di orologi di design, tra cui orologi anni ’60 dalle forme audaci, con casse oversize, quadranti colorati e psichedelici o persino orologi pop-art decisamente in grado di distinguersi dalla norma. Ma gli anni ’70 videro l’arrivo di una nuova tendenza, quella dell’orologio sportivo di lusso, iniziata nel 1972 insieme al Royal Oak AP, subito seguito da una moltitudine di altri marchi, in ogni segmento di prezzo, dagli accessibili Seiko fino ai Patek Philippe di fascia alta.

La moda dell’orologio in acciaio sottile e sagomato con bracciale integrato si diffuse rapidamente in tutto il settore e, mentre sono di certo pochi quelli che ancora oggi sono riconosciuti come vere e proprie icone, ci sono alcuni modelli che meritano di essere ricordati.

Come questo Tissot. Nel 1978, il marchio lanciò una versione al quarzo – molto popolare allora – caratterizzata da una cassa sottile a forma di botte, una lunetta prominente, faccette più angolari, una semplice finestra di data e ora montata su un classico quadrante blu spazzolato e, soprattutto, un particolare bracciale integrato con grandi maglie piatte che si fondono con la cassa sottile. All’inizio presentato con il nome di “Seastar“, Tissot lo ribattezzò successivamente con il nome PRX, dove P sta per Preciso, R per Robusto e la X, qui inteso come numero romano, si riferisce ai 10 bar (100mt) di impermeabilità.

Nel 2021, Tissot ha tutta l’intenzione di riportare in auge questo design in una nuova, accessibile collezione di orologi in acciaio dai bracciali integrati, con un cuore automatico e qualche aggiornamento estetico per differenziarlo dal precedente modello alimentato a batteria.

Design e dettagli del Tissot PRX Automatico

tissot prx 2021

La lucida lunetta rotonda si staglia sul piano ovale finemente spazzolato. Sfaccettature lucide e satinate si alternano in tutta la struttura, con un risultato di elegante sportività.

Messa in chiaro la versione di partenza, che è servita da ispirazione, sono sicuro che il design del nuovo Tissot PRX avrà per voi molto più senso. Non solo l’orologio gioca fortemente sulla tendenza anni ’70, ma è proprio direttamente modellato su un orologio d’epoca attualmente esistente. Un ottimo punto a favore, che aggiunge una certa legittimità al nuovo PRX, soprattutto visto quanto l’orologio originale sia stato in realtà piacevolmente progettato.

Un primo sguardo a questo nuovo Tissot PRX Powermatic 80 (o a qualsiasi modello in questa collezione) non lascia alcun dubbio sulla strategia del marchio; si tratta chiaramente di un orologio creato per catturare l’attenzione, un modello che naviga abilmente la moda degli ultimissimi anni per gli orologi sportivi di lusso. E non possiamo biasimare Tissot per questo: il loro PRX sta semplicemente rispondendo alla domanda del pubblico per tali segnatempo, in un segmento di prezzo che non è neanche ancora troppo “affollato”. Come tale, il PRX dispone di tutti gli elementi necessari: cassa sagomata, superfici spazzolate con sfaccettature lucide, lunetta in rilievo, quadrante strutturato, cassa (relativamente) sottile, bracciale integrato… e, ad essere onesti, devo ammettere che stanno facendo un ottimo lavoro in questo senso.

Ma vediamo le tre nuove referenze più da vicino ;)

Cassa e lunetta del Tissot PRX 40 205

tissot prx powermatic 80

Solidità e compattezza, ma anche eleganza e leggerezza. La cassa appare sottile, più di quanto lo sia realmente, grazie all’accorgimento del vetro zaffiro piatto e montato quasi a contatto con le lancette.

I nuovi modelli Tissot PRX Powermatic 80 sono caratterizzati da una cassa a botte, a 40mm di diametro. Ottima dimensione, per quanto mi riguarda, le proporzioni sono piacevoli, soprattutto grazie ad uno spessore di 10,8 mm e una misura da lug a lug di 44 mm che lo rendono molto compatto al polso. Praticamente, su polsi che si aggirano attorno ai 16/17 cm, l’orologio non si limita a sostare sulla parte superiore, ma avvolge invece bene il polso insieme al suo bracciale angolato. Questo non significa che il PRX sia un piccolo orologio, anzi, ha tutta la presenza necessaria, parlo semplicemente di un segnatempo ben proporzionato.

Tutti gli elementi classici di un orologio sportivo in acciaio anni ’70 ci sono. La cassa centrale ha una superficie superiore piatta, rifinita con una decorazione spazzolata, al cui centro possiamo apprezzare una lunetta rialzata, rotonda, elegante e discreta. E se i lati della cassa sono anch’essi spazzolati, molteplici sfaccettature lucidate sono applicate sulle fascette e sui bordi della lunetta, regalando uno stile più dinamico a questo orologio, così come una percezione di “lusso” in più. Tissot ha progettato l’intera cassa di modo che lo spessore venisse virtualmente ridotto (viene, infatti, parzialmente assorbito dal fondello), un bel trucco che lo rende visivamente più sottile di quanto non sembri su carta.

Ciò che mi ha colto di sorpresa di un orologio in questa fascia di prezzo è l’esecuzione generale: essendo abituato a vedere orologi appartenenti a segmenti molto più lussuosi del settore, a volte tendo ad essere leggermente deluso da orologi entry-level, dovendo poi ricordarmi di tenerne in considerazione anche e soprattutto il prezzo. Con il Tissot PRX Powermatic 80, invece, devo ammettere di essere rimasto colpito dalla precisione e dall’attenzione ai dettagli – e questo sarebbe rimasto comunque un dato di fatto, anche senza considerarne il prezzo.

La cassa è assemblata con precisione, appare solida e l’esecuzione in questo mix di superfici spazzolate e lucide è certamente un gran punto a favore. Senza contare che, inoltre, i bordi della cassa non risultano affatto troppo taglienti. Un bel lavoro, perfettamente in linea con gli orologi più costosi del gruppo Swatch. Per il resto, le specifiche sono quelle classiche, con un comodo 100m di impermeabilità e cristalli zaffiro per vetro anteriore e fondello a vista.

I Quadranti dei PRX Tissot

tissot prx automatico

Indugerei un istante in più, invece, sul quadrante di queste nuove referenze automatiche, che è proprio la differenza principale tra queste versioni e la precedente alimentata a batteria. Mentre, infatti, i modelli al quarzo sono dotati di un quadrante spazzolato verticalmente, questo Tissot PRX Powermatic 80 presenta un quadrante texturizzato con un motivo a nido d’ape rialzato, chiamato appunto “raised honeycomb” dal marchio.

Questo tipo di decorazione, ottenuta tramite processo di timbratura, ricorda certamente il motivo “Tapisserie” che possiamo ancora trovare su un certo orologio lanciato nell’ormai lontano 1972, anche se Tissot non ne fa certo segreto e menziona apertamente il fatto che tali quadranti sono già stati utilizzati in passato. Nonostante non sia una novità assoluta nel settore, questo particolare look dona molto al modello e partecipa attivamente al fascino generale dell’orologio.

Il resto del quadrante è elegante, pulito e ben eseguito, con sottili indici applicati sfaccettati e lancette caratterizzate da superfici lucide e spazzolate. Anche la data, posizionata classicamente a ore 3, è incorniciata da un elemento metallico. La vernice luminosa è stata applicata abbondantemente, infine, su indici e lancette in egual misura, offrendo al portatore leggibilità adeguata in qualsiasi situazione, che sia di giorno o notte. Il nuovo modello Tissot PRX Powermatic 80 è disponibile in tre versioni, dal quadrante blu o nero, insieme ad un modello con quadrante argentato, ma con lunetta in PVD oro ed indici e lancette color oro.

Bracciale dei nuovi Tissot PRX Automatic

tissot prx automatic 2021

Il bracciale lucido-satinato presenta una successione di maglie ampie e uniche: anche questo un tipico ingrediente del design anni ’70. La fibbia in acciaio è pieghevole a tre lame

Non possiamo parlare, però, di questi orologi senza ovviamente prestare attenzione al bracciale in acciaio inossidabile di cui sono dotati. Naturalmente, anche per la sua versione automatica, Tissot ha optato per un classico stile “integrato” in questo PRX, dove le linee della cassa si estendono direttamente nel bracciale senza ricorrere alle tradizionali anse: rifinito allo stesso modo della cassa, con superfici spazzolate e accenti lucidi, il look generale si basa su link a grandi maglie. Ancora una volta, il comfort è il punto forte su cui l’azienda punta, grazie ad un profilo sottile e una buona flessibilità.

Il bracciale conferisce una vestibilità ergonomica dell’orologio al polso e assicura un contatto morbido con la pelle ed estrema solidità, con la sua chiusura a tripla scomparsa. Devo ammettere che l’elemento che più mi ricorda il fatto che questo segnatempo sia classificato come entry-level è, sicuramente, l’assenza di una precisa regolazione per dimensionare il bracciale rispetto al polso di chi lo indossa… ma, appunto, direi che è perdonabile conoscendo il prezzo.

TISSOT PRX Quarzo

TISSOT PRX Quarzo

  • Referenza: T137.410.11.051.00 (quadrante nero), T137.410.11.041.00 (blu), T137.410.11.031.00 (argenté)
  • Dimensioni cassa: 40×10.4mm
  • Quadrante: nero, blu o bianco, con indici in metallo ricoperti di Superluminova
  • Vetro: zaffiro
  • Cassa: acciaio inossidabile (accenti in oro rosa per la versione con quadrante bianco)
  • Cinturino: bracciale in acciaio inossidabile
  • Fondello: pieno e avvitato
  • Movimento: Quarzo Svizzero EOL ETA F06.115
  • Resistenza all’acqua: 100 metri (10 ATM)

Ispirato a un fortunato modello al quarzo del 1978, anche il nuovo PRX 40 205 al quarzo, che presenta anch’esso tutte le caratteristiche salienti del design originario: la cassa e il bracciale totalmente integrati, il profilo sottile ma robusto, il cerchio della lunetta che torreggia sul piano ovale sottostante, le lancette e gli indici applicati bâton con SuperLumiNova®, le maglie larghe e compatte ma ben articolate.

tissot prx 40 205

Un’architettura che oggi risulta pienamente assimilata dalla modellistica contemporanea e che conferma la validità intramontabile del design degli anni Settanta. La sigla originaria “PRX” sta per “preciso”, “robusto” e “impermeabile fino a 10 atmosfere”, come si evince dal numero romano “X”. E l’affidabilità di marcia del segnatempo, ieri come oggi, è assicurata da un movimento al quarzo Swiss made di alta precisione, che presiede alle funzioni di ore, minuti, secondi e datario; la robustezza e la resistenza all’acqua sono garantiti dalla comprovata esperienza della Casa di Le Locle che ha realizzato una cassa compatta, larga 40 millimetri, con fondello pieno avvitato e la corona chiusa a vite.

Il profilo del PRX appare più sottile di quanto lo sia realmente grazie alla prossimità del vetro zaffiro al quadrante, che presenta una texture finemente spazzolata ad andamento verticale, la stessa dell’acciaio di cassa e bracciale. Sfaccettature lucide regalano all’intera struttura eleganti effetti luministici. La solida fibbia in acciaio è una chiusura déployante a tripla lama.

Movimento Tissot PRX Powermatic 80 e PRX Quartz

Orologio tissot prx powermatic 80

All’interno della cassa, perfettamente ammirabile tramite oblò in cristallo zaffiro, si trova il calibro Powermatic 80 di Swatch Group. L’idea di base per questo calibro era quella di partire dal movimento più noto dell’industria svizzera, l’ETA 2824-2, e di migliorare la sua cronometria, la sua affidabilità, la sua efficienza e il suo comfort. Per questo, la maggior parte delle parti critiche riscontrate nel vecchio ETA (come catena cinetica e organo regolatore) sono state migliorate, portando al risultato che caratterizza oggi questo Powermatic 80.

Ciò significa una riserva di carica di 80 ore (più che raddoppiata rispetto ad un ETA 2824), ottenuta grazie ad una frequenza rivista di 3Hz e ad una molla di alimentazione più potente. Una differenza con il Tissot Gentleman (che abbiamo recensito qui), anch’esso è alimentato dal medesimo calibro, sta nel fatto che il movimento attuale non è dotato di parti in silicio, ma si basa invece su una spirale Nivachron, che fornisce – invece – anche proprietà anti-magnetiche.

La prima versione PRX, invece, quella classica e alimentata a batteria, offre competenza ad un prezzo accessibile. Questo modello è dotato di un movimento al quarzo calibro ETA F06.115, che comprende complicazioni di data e ora ed una durata della batteria di circa due anni. Si noti che questo tipo di movimento al quarzo possiede un indicatore di fine vita (EOL), il che significa che la lancetta dei secondi salta un battito quando la batteria è scarica (informandoti così di cambiarla). Ed è proprio grazie al suo ETA F06.115 che la cassa di questo primo modello PRX rimane relativamente sottile, a 10,4 mm.

Tissot PRX Opinioni

Tissot PRX Recensioni

Tissot PRX Blu Ref. T137.407.11.051.00

Inutile dibatterne, il nuovo Tissot PRX Powermatic 80 offre decisamente più di quanti soldi chiede in cambio. La qualità complessiva è innegabile e quasi inusuale in questa fascia di prezzo. L’attenzione ai dettagli per la cassa e il bracciale è impressionante e, a rendere il tutto ancora migliore, il design è piacevole e le proporzioni sono proprio quelle giuste.

Allo stesso modo, il Powermatic 80 che anima le nuove referenze è un grande movimento entry-level, che conferisce ai marchi Swatch Group un chiaro vantaggio competitivo. L’unico dubbio che ho riguarda la scelta di questo particolare quadrante. Certo, è molto bello, ma forse c’è un motivo per cui è così attraente, essendo di solito associato ad un altro (molto più iconico) orologio sportivo con bracciale integrato. Personalmente, non mi dispiace, ma sono sicuro che qualcuno in giro sui social media avrà qualcosa da ridire…

La versione al Quarzo è una valida alternativa per chi bada al sodo ma vuole un segnatempo di qualità dal design vintage.

Tissot PRX prezzo

Il PRX 40 205 è proposta in tre diverse colorazioni di quadrante: nero o blu soleil con applicazioni nichelate, oppure grigio argento satinato con dettagli rosati.

  • PRX 40 205, ACCIAIO, QUADRANTE BLU, QUARZO, REF. T137.410.11.041.00 EURO 355,00

T137.410.11.041.00

Scopri offerta su Amazon

  • PRX 40 205, ACCIAIO, QUADRANTE ARGENTÉ, QUARZO, REF. T137.410.11.031.00 EURO 355,00

T137.410.11.031.00

Scopri offerta su Amazon

  • PRX 40 205, ACCIAIO, QUADRANTE NERO, QUARZO, REF. T137.410.11.051.00 EURO 355,00

Tissot PRX nero T137.410.11.051.00

 

 

Un abbinamento cromatico, quest’ultimo, tipico degli ultimi anni ’70. Le versioni PRX alimentate da batteria al quarzo restano disponibili, come sempre, da un allettante prezzo di partenza di 355 Euro ;)

tissot prx prezzo

Tissot PRX Nero Ref. T137.407.11.051.00

tissot prx GENTA

Tissot PRX Bianco Ref. T137.407.11.031.00

Tissot PRX automatico quando esce?

In aggiunta al modello al quarzo, già disponibile, Tissot lancerà a breve (ad inizio autunno) la versione automatica anche in Italia, con quadrante blu, nero o argenté personalizzato da un’incisione a riquadri che riproduce il motivo goloso del cioccolato. Al suo interno, il prestigioso movimento Swiss made Powermatic a 21.600 alternanze orarie e con un’autonomia di carica di 80 ore.

Sarà mia premura aggiornare questa recensione e tenervi aggiornati. Il prezzo al dettaglio dovrebbe essere di 650 Euro per i modelli con quadrante nero e blu e 690 Euro per la versione dal quadrante bianco argenteo, con accenti PVD oro.

Vi consiglio anche di leggere:

Considerazioni Finali sul Tissot PRX Gerald Genta

I nuovi Tissot PRX Automatic

Ci si potrebbe chiedere perché un orologio di oggi miri a riprendere, sia pure in chiave attualizzata, lo stile anni ’70. La risposta è semplice, ma non troppo: quello stile è un “significante”, è la forma che rinvia a un contenuto altamente significativo, ovvero un decennio di grandi rivolgimenti sotto il profilo della politica, del costume e del design, e quindi denso di risvolti incisivi e tuttora pregnanti. Nulla a che vedere con la decade successiva, segnata da un vitalismo gaudente venato di conformismo.

Gli anni Settanta assorbono e alimentano con slancio gli echi di Woodstock, della controcultura hippie, delle marce contro la guerra in Vietnam. La rivoluzione sessuale, il trionfo dell’amore libero e il movimento femminista esprimono una voglia di fare scelte autonome e non convenzionali. La pellicola cult “Saturday Night Fever” porta sullo schermo la sensualità coreografica di Tony Manero ma anche problematiche irrisolte e dolorose come il razzismo, la droga, l’emarginazione e la violenza. Un periodo complicato, dove un fermento e un’inquietudine profondi serpeggiano sotto i lustrini roteanti della disco music.

In Germania e in Italia, ma anche negli altri Paesi del mondo industrializzato, la lotta armata e il terrorismo inaugurano una feroce stagione di attentati contro le istituzioni e i privati cittadini. L’ombra della guerra fredda condiziona la politica del globo e gli scambi commerciali, su cui grava anche la crisi energetica mondiale. In questa complessa congiuntura l’industria orologiera svizzera, che fino al 1969 ha controllato il 90% del mercato mondiale, subisce forti contraccolpi, anche a causa della concorrenza del quarzo nipponico e dell’orologeria digitale made in USA. Le Maison elvetiche reagiscono in ordine sparso: alcune declinano fino alla totale scomparsa, altre si trasformano in realtà che acquisteranno fama e prestigio negli anni Ottanta.

Le migliori menti e le più avanzate tecnologie vengono applicate per realizzare i movimenti ad alta frequenza che permettano all’orologeria meccanica di far fronte alla crisi. Si afferma l’orologeria di lusso in acciaio: un connubio fino allora impensabile. Dall’intuito straordinario di Nicolas G. Hayek vedrà la luce nel 1983, dopo una lunga gestazione, la prima collezione Swatch: il “second watch” al quarzo, l’orologio Swiss made divertente ed economico che riscuoterà un successo planetario riportando in sella il prodotto elvetico sul mercato globale. Parallelamente, anche il design sperimenta una forte spinta innovativa, grazie a personalità come Gérald Genta, cui si devono capolavori dell’orologeria sportiva di quegli anni come il Nautilus, il Royal Oak e l’Ingenieur.

Storica azienda del settore, in cui opera dal 1853 con una modellistica ampia, sia sportiva che elegante, Tissot si adegua ben presto al clima mutato e avvia una collaborazione intensa con designer internazionali come Pekka Piekäinen, autore del futuristico modello “Tissot Design”; inoltre la Casa guarda con interesse alla modellistica al quarzo, che produrrà su larga scala a partire dagli anni Ottanta.

L’influenza della moda è forte nei modelli destinati al pubblico giovane e il rapporto con il design si fa via via più intenso e qualificato, rendendo il marchio un autentico interprete dei gusti della propria epoca. Nascono modelli pop, psichedelici, colorati e oversize, che rispecchiano l’anticonformismo della generazione del funky e del surf; verso la fine del decennio aumenta la produzione di orologi al quarzo completamente in acciaio, che privilegiano forme ovali, tonneau e tortue, con bracciali a grandi maglie e con la grafica stilizzata.

Nascerà poi il nostro Tissot PRX che abbiamo appena imparato ad apprezzare.

Dettagli
Tissot PRX
Nome Articolo
Tissot PRX
Descrizione
Il Tissot PRX40 205 s’ispira a un iconico modello degli anni settanta. Anni formidabili e complessi, con un design ricco di spunti ancora validi e vitali
Autore
RecensioniOrologi.it
Recensioniorologi.it
Logo
2 Commenti
  • Andrea
    Luglio 24, 2021

    Bella recensione. Bell’ orologio.
    La versione col powermatic 80 è una garanzia.
    Complimenti
    Andrea

  • Carmine Di Donato
    Luglio 28, 2021

    Grazie mille Andrea. :)

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Attiva notifiche per non perdere le nostre recensioni    OK No Grazie