Horizon Globetrotter, il nuovo GMT del Micro brand Fathers Watches

Fin dalle sue origini, l'arte orologiera ha saputo adattarsi alle necessità dettate da vari contesti storici e da esigenze particolari di determinate categorie di utenti. Questo si riflette anche nella creazione di orologi capaci di mostrare l'ora in due o più fusi orari, una caratteristica che ha segnato l'epoca delle grandi esplorazioni. In questa recensione, ci immergeremo nella scoperta del nuovo GMT di Fathers, un micro brand italiano con ambizioni di crescita senza timori.

Fathers Watches Horizon Globetrotter

Per una maison orologiera, la propria eredità storica rappresenta un valore inestimabile e complesso. Questa eredità costituisce l’identità del marchio, offrendo una panoramica completa che rende la riedizione di modelli storici, modernizzati o meno, non semplicemente un vezzo stilistico, ma piuttosto una dichiarazione della propria essenza distintiva, simile al modo in cui le fotografie del passato raccontano una storia personale. Inoltre, la storia di un marchio è intrinsecamente legata alla sua reputazione e affidabilità. La reputazione, ossia l’immagine positiva costruita nel corso dei decenni o addirittura secoli, è ciò che il pubblico riconosce attraverso la consistenza e l’integrità dimostrate nel tempo. È questo il traguardo che Fathers Watches, il Micro Brand Italiano fondato nel recente 2021 (da Luigi Generali e Matteo Franchina, due amici con la passione per gli orologi), aspira a raggiungere, lavorando per forgiare la propria narrativa storica.

La “legittimità” percepita dal pubblico riflette la coerenza con cui un marchio esercita le proprie competenze. Ad esempio, un produttore rinomato per i suoi cronografi potrebbe trovare scetticismo qualora si orientasse improvvisamente verso la produzione di calendari perpetui. Analogamente, una deviazione dalla propria fascia di prezzo abituale potrebbe minare la fiducia degli acquirenti. Questi sono gli equilibri delicati che dirigenti, CEO e tutto il personale devono considerare per mantenere una rappresentazione autentica del marchio attraverso i prodotti offerti. Fathers ha guadagnato notorietà con la sua collezione Horizon e ora mira a sviluppare un’offerta più ampia per abbracciare diverse fasce di mercato e ampliare le possibilità per i consumatori. Si tratta di bilanciare la realtà con la percezione per mantenere una reputazione coerente.

Ultimamente, il micro brand ha iniziato a definire più chiaramente la sua identità lanciando modelli emblematici che si preannunciano come pilastri della sua eredità futura. Questo include l’espansione in categorie come gli orologi subacquei, in linea con il suo ethos di offrire un valore eccellente. Il brand sta anche implementando movimenti di alta qualità nei suoi modelli, un passo che, pur richiedendo cautela, rispecchia l’impegno di Fathers a rimanere fedele alla sua fascia di prezzo medio-alta, consolidando la sua posizione come simbolo di qualità accessibile.

Fathers Watches Horizon Globetrotter

Dopo il successo del diver Hozion e l’evoluzione di quest’ultimo con un quadrante zaffiro che permette la visualizzazione del calibro, era importante proporre una collezione che potesse suscitare un grande interesse e che avesse una base di sviluppo storico, proprio per creare quella eredità che abbiamo descritto in precedenza. Le energie si sono quindi concentrate sulla funzionalità che permette la visualizzazione simultanea di due fusi orari differenti, ossia la caratteristica degli orologi GMT o “dual time”, introdotti nel 1953. Questa innovazione nasce dalla collaborazione tra la Pan American World Airways, un’importante compagnia aerea, e Rolex, che fu incaricata di creare un segnatempo per i piloti capace di mostrare contemporaneamente l’ora corrente e quella del punto di partenza, dando vita così al modello GMT.

Il Rolex GMT-Master, lanciato nel 1954, si distingueva per la sua lunetta rotante decorata da una scala oraria di 24 ore in due colori, divenuta in seguito un elemento distintivo di questa collezione. I moderni orologi GMT offrono la lettura dell’ora locale tramite le tradizionali lancette delle ore e dei minuti, e integrano una lancetta GMT aggiuntiva, spesso realizzata in tonalità brillanti e terminante con una punta a forma di freccia, per indicare l’ora nel fuso di origine. Questa lancetta compie un giro completo in 24 ore, a differenza della lancetta delle ore che ne impiega 12 per attraversare l’intero quadrante. L’indicazione dell’ora GMT si ottiene osservando la posizione di questa lancetta, che generalmente si riferisce alla scala sulla lunetta o al rehaut. Alcuni modelli presentano un’alternativa sotto forma di un piccolo quadrante ausiliario, dotato di proprie lancette delle ore e dei minuti.

Fathers Watches Horizon Globetrotter

La collezione Horizon Globetrotter rappresenta un tributo all’eleganza e un alleato indispensabile per l’esploratore moderno. Ovunque vi porti il vostro viaggio, questi orologi vi offriranno un’indicazione precisa dell’ora locale e di quella del vostro punto di partenza. Questi segnatempo, classificati come Worldtimer/GMT (Greenwich Mean Time), incorporano una funzione supplementare che facilita la lettura dell’ora in tutti i 24 fusi orari, grazie alle città elencate sulla loro lunetta distintiva. Conosciuti come modelli “Giramondo”, questi orologi si distinguono per le loro caratteristiche uniche sul mercato, soprattutto per la complicazione che consente di visualizzare l’ora globale in modo intuitivo, utilizzando una ghiera esclusiva che elenca le città corrispondenti ai vari fusi orari.

Per mantenere i costi in equilibrio con le aspettative dei clienti e prevenire un aumento dei prezzi che avrebbe potuto essere percepito come incongruente con l’immagine del marchio, il team ha deciso di collaborare con Sellita e ETA, fornitori rinomati per la loro capacità di offrire movimenti di alta qualità a un prezzo ragionevole.

Fathers Watches Horizon Globetrotter

La scelta del calibro è ricaduta sul movimento ETA 2893, un meccanismo automatico dotato di 25 rubini e capace di una frequenza di oscillazione di 28.800 battiti l’ora, arricchito da funzionalità GMT e indicazione della data. I movimenti forniti da ETA sono classificati in una gamma di qualità che va dal grado standard al più raffinato.

Le differenze fra i vari gradi si riflettono principalmente in termini di finitura estetica, precisione operativa e modalità di regolazione. Anche se tali dettagli, come la decorazione, rimangono invisibili all’esterno e la precisione può non essere evidente agli occhi di un profano, scegliere un 2893 di alta qualità rappresenta un vero e proprio plus per il modello Horizon Globetrotter, sottolineando l’impegno nella ricerca del valore autentico.

Fathers Watches Horizon Globetrotter

Decisamente ben realizzata anche la cassa, quasi 40 mm di diametro con un’altezza di 12,5mm e una distanza tra le anse di 48mm, realizzata in acciaio; l’elegante lunetta girevole anch’essa in acciaio è bidirezionale a 24 scatti, presenta un inserto in ceramica e un indice superluminoso a ore 12; una delle particolarità più interessanti come i nomi di città, sono incisi con applicazione colore, al fine di rispettare la lancetta del fuso orario; i designer è stato attento a rivedere un modello GMT in chiave attuale, ma senza nulla cedere in termini di raffinata, sobria eleganza.

Ora, passiamo all’elemento che trovo personalmente più incantevole di questi orologi: il quadrante.

Fathers Watches Horizon Globetrotter

Ho scelto per la mia collezione il modello Globetrotter White. Questa referenza, con il suo quadrante bianco “puro”, omaggia Umberto Nobile e le sue storiche spedizioni al Polo Nord in dirigibile, conferendogli un significato profondo e avventuroso. Focalizzandoci sui dettagli, il quadrante si distingue per un eccezionale lavoro artigianale in rilievo che ritrae il globo terrestre, creando un effetto tridimensionale che aggiunge profondità alla visione.

Questa rappresentazione è ulteriormente valorizzata da 24 punti di Superluminova, ognuno dei quali rappresenta una città, conferendo luminosità ed eleganza all’insieme. Posizionato ad ore 3, si nota un discreto datario incorniciato da una finestrella circolare. Questo elemento, sorprendentemente, non intacca l’armonia del quadrante, forse grazie all’accostamento di cifre nere su uno sfondo bianco.

La corona è efficacemente custodita da due spallette armoniosamente integrate nel corpo della cassa, offrendo una presa solida e dimensioni ottimali per un agevole utilizzo. Dotata di un meccanismo a vite e affiancata da un fondello ermeticamente sigillato con sei viti, tale configurazione garantisce all’orologio una tenuta subacquea fino a 200 metri.

Fathers Watches Horizon Globetrotter

Il cinturino presenta maglie tripartite in forma di H, con bordi smussati che si allineano perfettamente con le anse, offrendo un’alternanza di finiture lucide e satinate di qualità superiore (AAA), per un’estetica raffinata. La struttura del bracciale è interamente articolata, garantendo una vestibilità confortevole intorno al polso. Dotato di una chiusura a farfalla rinforzata da una sicura clip, assicura robustezza e sicurezza. In aggiunta, ogni orologio è corredato di un cinturino supplementare in gomma e uno in pelle, entrambi forniti in omaggio.

Oltre alla menzionata versione bianca, la collezione si arricchisce di varianti in nero e blu, con ogni pezzo proposto al prezzo di 1.680,00 €. Per maggiori informazioni sui modelli e i prezzi visitate il sito ufficiale www.fatherswatches.com.

Fathers Watches Horizon Globetrotter

Ammiro profondamente i microbrand che si distaccano dall’ordinario, proponendo idee audaci con coraggio. Il prezzo appare particolarmente allettante considerando l’ampio spettro di opzioni disponibili sul mercato e appare giustificato considerando la cura per i dettagli, la presenza di un autentico meccanismo GMT con calibro ETA, un quadrante finemente lavorato, una lunetta dotata di inserto in ceramica e una capacità di resistenza all’acqua fino a 200 metri. Se dietro a queste caratteristiche ci fosse stato il nome di un brand più prestigioso, sono convinto che il prezzo sarebbe stato almeno il doppio.

Altri articoli
Harrison Ford indosserà l’Hamilton Boulton nel nuovo film di Indiana Jones

Da quando è fatto la sua prima comparsa in I predatori dell’arca perduta (1981), l’iconica figura di Indiana Jones si è impressa nel nostro immaginario e nel Zeitgeist culturale. Siamo tutti familiari con il suo cappello Stetson e la frusta, tuttavia pochi oggetti hanno avuto l’opportunità di beneficiare di una visibilità di marca nei cinque film del franchise, principalmente a causa del contesto storico e dei luoghi esotici in cui si svolgono le storie. Hamilton fa eccezione, avendo recentemente stretto un accordo ufficiale con Disney e Lucasfilm per un modello del suo orologio Boulton che sarà visibile nel prossimo film Indiana Jones e il Quadrante del Destino. E la cosa più interessante è che potrete acquistare un esemplare per voi stessi!
Con apparizioni in pellicole come Men in Black, Vivi e lascia morire e Interstellar, gli orologi Hamilton vantano un legame storico con Hollywood risalente al film Shanghai Express del 1932. Ora, il celebre modello Boulton del brand, apparirà nel quinto capitolo della saga di Indiana Jones e sarà anche lanciato sul mercato come parte della collezione American Classic.

Leggi Tutto »
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.