Rolex Yacht-Master 42

Rolex ha presentato nel 2019 la nuova generazione dello Yacht-Master, che non solo si fa più grande, ma aggiorna anche il movimento e segna il debutto dell’oro bianco.

Il diametro maggiorato della cassa del Rolex Yacht-Master 42 ha portato anche all’adozione di un nuovo movimento, il calibro automatico 3235 con scappamento Chroneroy (che è il movimento più moderno e aggiornato da Rolex), già presentato nel 2017 ma per la prima volta adottato su questo linea. Utilizza lo scappamento ad alta efficienza di Chronergy ed è regolato su un pazzo + 2 / -2 secondi al giorno.

Offre quindi un’opzione più ampia per coloro che trovano ancora 40 mm troppo conservativo, e viene fornito con una combinazione elegante con quadrante nero e un’incredibile lunetta in oro bianco, realizzata in nero opaco con inserto Cerachrom. Qeusti inserti sono rialzati, lucidati e il risultato è assolutamente sorprendente. All’interno si trova il calibro 3235.

Dettagli Oyster Perpetual Yacht-Master 42

Recensione Rolex Yacht-Master 42

  • Cassa: Oyster in oro bianco a 18 carati, ghiera girevole bidire­zionale in oro bianco con disco in Cerachrom nero opaco gra­duato 60 minuti, corona serrata a vite con sistema di tripla imper­meabizzazione Triplock e con spallette di protezione laterali ri­cavate nel corpo della carrure, vetro zaffiro con lente d’ingran­dimento Cyclope sul datario con doppio trattamento antirifles­so, fondello a vite con scanalature sottili. Impermeabilità garan­tita fino a 100 metri.
  • Movimento: meccanico a carica automatica bidirezionale, ca­libro 3235, con arresto dei secondi per una regolazione dell’ora esatta, rotore perpetual, precisione-2/+2 secondi/giorno con movimento incassato, frequenza di 28.800 alternanze/ora (4 Hz), spirale Parachrom blu paramagnetica, bilanciere di grandi dimensioni a inerzia variabile, taratura di alta precisio­ne mediante 4 dadi Microstella in oro, ponte del bilanciere pas­sante, dispositivo antiurto Paraflex ad alto rendimento, scap­pamento Chronergy a rendimento ottimizzato, ancora e ruota di scappamento paramagnetiche in nichel-fosforo, 31 rubini, riserva di carica di circa 70 ore.
  • Quadrante: nero laccato, indici in oro bianco a 18 carati ad alta leggibilità Chromalight (luminescenza a lunga durata, colore di emissione blu), lancette in oro bianco a 18 carati ad alta leggibi­lità Chromalight, data istantanea a ore 3 con correzione rapida e sicura.
  • Bracciale: Oysterflex a lame metalliche flessibili rivestite di un elastomero ad alte prestazioni, fermaglio di sicurezza Oy­sterlock in oro bianco a 18 carati con chiusura pieghevole e con sistema di allungamento Rolex Glidelock (circa 15 mm e con incrementi di circa 2,5 mm).
  • Dimensioni: Diametro di 42mm.
  • Prezz0: 25.950 EURO

Storia e Recensione Rolex Yacht-Master 42

La linea Yacht-Master può essere un po ‘confusa, anche per le persone che conoscono bene le referenza di questa linea. Prima di tutto, come con Explorer, ci sono Yacht-Master “standard” (con misure fino al 42 mm) e uno Yacht-Master II (che è 44 mm e ha una complicazione del timer di regata).

Per quanto riguarda i più semplici modelli di data e ora, ora ci sono tre dimensioni: 37 mm, 40 mm e 42 mm. Per chi non lo sapesse esistono un mix di configurazioni molto interessanti, tra cui acciaio e platino, acciaio e oro Everose, tutto oro Everose e ora tutto oro bianco. Per non parlare delle varie tipologie di bracciale Oyster e del bracciale Oysterflex tra cui puoi scegliere.

Ma prima di arrivare ad oggi, facciamo un passo indietro. Ispirato al legame che ha visto Rolex e il mondo della vela uniti sin dagli anni Cinquanta, lo Yacht-Master entrava in catalogo nel 1992, definendosi, tra gli altri modelli Oyster, come esemplare a cavallo tra quelli professionali e quelli di stile più tradizionale.

Se infatti la sua vocazio­ne era senza dubbio marina, lo Yacht­ Master non nasceva come un modello subacqueo ma come un orologio nautico classico ed elegante. Anche perché, con lo stesso family feeling, il subacqueo in casa Rolex era fin dagli anni ’50 il Submariner.

Da qui le differenze sostanziali: il Submariner era impermeabile fino a 300 metri, con cassa in acciaio e lunetta nera, mentre lo Yacht-Master al suo esordio sanciva il suo appeal stiloso con cas­sa e lunetta (girevole bidirezionale, quindi non tipica dei diver) in oro giallo, quadrante bianco e un’impermeabilità “solo” fino a 100 metri.

Nel 1999 la casa introduce la versione in acciaio con lunetta in platino, nel 2012 arriva invece un nuovo quadrante blu cobalto.

Nel 2015 viene introdotta la ver­sione in oro Everose con lunetta in ceramica e bracciale Oysterflex. Proprio quest’ultimo allestimento è quello che più si avvicina all’ultima evoluzione dello Yacht-Master, an­ch’essa in metallo prezioso (in oro bianco, però, prima assoluta di questo metallo su questo esemplare), e con bracciale Oysterflex.

Ma la differenza sostanziale è rappresentata in­nanzitutto dal nuovo diametro di 42 millimetri. Fino a quest’anno in cata­logo, infatti, erano presenti sola­mente le versioni da 40 e 37 millime­tri, ancora comunque in produzio­ne.

I 2 millimetri in più ne fanno il modello Rolex ore e minuti con da­tario tra i più grandi in collezione (il diametro del Submariner è di 40 millimetri).

Movimento

ALTRA GRANDE NOVITA È L’ADOZIONE PER LA PRIMA VOLTA DEL CALIBRO 3235

  • Calibro: 3235
  • Funzioni: ore, minuti, secondi, data
  • Diametro: 28,5 millimetri
  • Riserva di carica: 70 ore
  • Avvolgimento: Automatico
  • Frequenza: 4 Hz (28.800 VPH)
  • Rubini: 31
  • Cronometro certificato COSC
  • Dettagli Supplementari: regolata a + 2 / -2 secondi per giorno, utilizza lo scappamento di Chronergy

Una delle novità più importanti è quella del calibro 3235, meccanica di nuova generazione già impiegata sul Datejust e sul Sea-Dweller.

Tra le sue caratteristiche, la spirale Parachrom blu, realizzata in niobio e ossido di zirco­nio: dieci volte più resistente agli urti delle versioni precedenti, non risen­te dei campi magnetici e conferisce all’orologio eccellenti proprietà di precisione cronometrica.

A cui si aggiunge lo scappamento Chronergy, versione ottimizzata dello scappamento ad ancora svizzero, lo stan­dard quando si parla di orologi mec­canici. La sua geometria gli conferisce un rendimento del 15% superio­re allo scappamento tradizionale, senza dover scendere a compro­messi con l’affidabilità. Grazie all’ar­chitettura del bariletto e al rendimento superiore dello scappamento, l’orologio vanta un’autonomia di circa 70 ore.

Caratteristiche

La caratteristica ghiera girevole bidirezionale, che permette operazioni utili in mare, come ad esempio calcolare il tempo di percorrenza tra due boe, è dotata di disco nero opaco in Cera­chrom (ceramica brevettata dalla marca, particolarmente dura e resistente alla corrosione, il cui colore rimane inalterato anche dopo lun­ghe esposizioni ai raggi ultravioletti).

Le gradazioni e i numeri sono stampati in rilievo prima di essere lucidati; il primo quarto d’ora è graduato minuto per minuto per una maggiore precisione di lettura di un intervallo di tempo.

Già sperimentato sulla versione Everose da 40 mm, il bracciale Oy­sterflex (sembra un cinturino, ma in realtà è un bracciale) è costituito da lame metalliche flessibili, composte da una lega di titanio e nichel, e rivestito da un elastomero ad alte prestazioni.

Corredato di fermaglio Oy­sterlock, adotta per la prima volta su questo tipo di bracciale il sistema di allungamento Glidelock, dispositi­vo a cremagliera integrato al fermaglio, che permette di regolarne con precisione, e senza l’ausilio di alcu­no strumento, la lunghezza di circa 15 mm con incrementi di circa 2,5 mm alla volta.

Prezzo

Il prezzo di listino del Rolex Yacht-Master 42 è di 25.950 euro, esattamente 1.500 euro in più del Rolex Yacht-Master 40.

Lo dico al fine di avere un paragone netto ed anche perché sono sicuro che se avete intenzione di acquistare uno  Yacht-Master, questi due modelli verranno sicuramente presi in considerazione.

Opinione

Per me, il nuovo Yacht-Master 42, nonostante abbia aggiunto diverse nuove opzioni, è probabilmente l’espressione più pura del modello. La cassa in oro bianco è lussuosa e robusta mentre emana ancora l’aspetto di un “orologio da strumento” (passatemi il termine); la lunetta nera opaca ha un aspetto ben preciso e il bracciale Oysterflex è pratico/casual. Questo è un orologio per chi vuole apparire discreto ma ama orologi di altissima qualità.

E’ quindi un orologio nautico, da indossare sul ponte di una barca o allo yacht club, non certamente sott’acqua. Prezioso, ma sportivo allo stesso tempo, in questa ultima versione da 42 mm acquista importanza in termini di visibilità al polso. E il nuovo movimento è un valore aggiunto.

Curiosità

Dal 1958 Rolex è legata al mondo della vela. Ed è grazie alla collaborazione con una dozzina di yacht club nel mondo (il primo è stato il New York Yacht Club, fondatore dell’America’s Cup), che la marca è partner di una serie di importanti appuntamenti del circuito internazionale.

Tra quelle che si svolgono nel Mediterraneo, a giugno 2019 ha avuto luogo la 67 edizione della Giraglia, una delle regate d’altura più celebri: partenza da Saint-Tropez, con tappa alla Giraglia, un isolotto roccioso situato all’estremità. settentrionale della Corsica, per poi raggiungere il porto di Mo­naco. Il 1 settembre, invece, c’è stata la Maxi Yacht Rolex Cup, in Costa Smeralda, che è giunta alla sua 30a edizione e comprende il Rolex Maxi 72 World Championship,

Dettagli
Data Recensione
Nome Orologio
Rolex Yacht-Master 42
Autore
51star1star1star1star1star

© 2019 Recensioni Orologi © Copyright 2016, Tutti i diritti riservati.
E’ vietata la duplicazione dei contenuti, anche parziale. I loghi, marchi e immagini rappresentate appartengono ai rispettivi proprietari
RecensioniOrologi.it Contattaci: [email protected]