Home Novità Orologi Omega Speedmaster: un orologio che ha fatto la storia

Omega Speedmaster: un orologio che ha fatto la storia

5580
CONDIVIDI

Amore, gelosia, ricatti e persino violenza: la storia dell’Omega Speedmaster non si fa mancare nulla. Oggi vogliamo parlarvi quindi di un orologio che sicuramente ha lasciato un segno ben evidente all’interno della storia dell’orologeria. Un orologio unico, prodotto ancora oggi dopo quasi sessant’anni e ancora in grado di stupire chiunque lo acquisti; ci sarebbe da scrivere un libro ma cercheremo di riassumere al meglio le qualità di questo segnatempo unico. L’orologio che vogliamo recensirvi e che avete appunto letto, è il meraviglioso è unico Omega Speedmaster. 

Omega Speedmaster: la storia dell’orologio degli astronauti

primo orologio Omega Speedmaster 1957
Omega Speedmaster 1957

L’Omega Speedmaster dopo anni di studi e dopo il duro lavoro di orologieri, ingegneri e vari operai inizia a essere prodotto nel 1957.

Nasce per le corse d’auto, con una scala tachimetrica esterna ben in vista. Nasce con un raffinato movimento meccanico a carica manuale prodotto da Lemania, che allora gravitava nell’orbita Omega, anni Sessanta. Raffinato per via di un blocchetto d’acciaio tagliato, fresato sia orizzontalmente che verticalmente e infine rifinito a mano perché si adatti perfettamente agli ingranaggi con i quali si aziona il cronografo. Il pezzetto, cuor dei cronografi migliori, si chiama ruota a colonne. I tecnici della Nasa si innamorano subito dello Speedmaster, che si qualifica velocemente come il più adatto ai voli spaziali fra un gruppetto di cronografi che comprende i Rolex. Attenti però a ricordare che a quei tempi Rolex non credeva molto ai cronografi e infatti usava movimenti buoni, ma non eccelsi. Solo in tempi recenti il marchio ginevrino si convincerà a creare un proprio calibro cronografico. 

Il modello diventa presto famoso, principalmente per la sua enorme resistenza comprovata dall’aver superato i durissimi test della NASA. Questi test, furono attuati sull’orologio, al fine di studiare quale fosse il miglior segnatempo per accompagnare gli astronauti durante il famoso programma spaziale conosciuto come Apollo. 

Un amore, quello della National Aeronautics and Space Administration, tale da spedire lo Speedmaster nello spazio al polso degli astronauti Nasa, che però sono superuomini mica tanto gentili: pestano a più non posso sui pulsanti cronografici e la ruota a colonne ne soffre, costringendo i tecnici a regolazioni lunghe e complesse.

Qualcuno in Svizzera fa la spia e racconta una possibile soluzione: modificare il movimento sostituendo la ruota a colonne con le navette. I tecnici Omega guardano in cagnesco quelli della Nasa perché lo smistamento a navette sarà più affidabile, più solido e più facile da regolare di quello con ruota a colonne, ma è molto meno raffinato, da un punto di vista tecnico. Vince la Nasa, ovviamente, dopo aver minacciato di scegliere un altro orologio.

Fu così che nel luglio del 1969, quando gli astronauti si prepararono per il primo allunaggio sulla luna avevano al loro polso un Omega Speedmaster, il primo orologio ad essere arrivato sulla luna. In realtà però l’orologio non fu indossato dal famoso Armstrong che lo aveva lasciato a bordo, prima di uscire per l’allunaggio, ma il modello era invece indossato dal suo compagno Buzz Aldrin.

Anche se commercializzato nel 1957, come già detto quest’orologio ha previsto lunghissimi studi e test prima di poter entrare in commercio. Infatti, è proprio con dieci anni di anticipo, che Omega, inizia a lavorare al movimento, che fu poi disegnato completamente dal famosissimo Albert Piguet. Ed è così che nasce l’orologio che è un mito tra i miti, il modello che per primo è andato sulla luna, e che ancora oggi la fa sognare a chiunque lo indossi. 

Si apre quindi un capitolo tutto nuovo perché lo smistamento a navette è piuttosto raro proprio perché i tecnici lo considerano una via di mezzo efficace, sì, ma poco soddisfacente per chi vuol mostrare la propria bravura. Solo il calibro Lemania e uno prodotto dalla Ebel (il cui progetto è stato venduto a Ulysse Nardin) lo utilizzano. Improvvisamente mezza Svizzera vuole il movimento della Lemania che nel frattempo, insieme a Breguet, è finita nelle mani della Finanziaria saudita Investcorp. E la Lemania, diventata Nouvelle Lemania, vende movimenti a tante marche diverse, chiudendo i rubinetti in modo fastidioso per Omega il cui Moonwatch — perché lo Speedmaster è stato sulla luna conquistando un nuovo nome — è sempre più richiesto anche dai collezionisti proprio per la sua fama di robustezza. In piena crisi di gelosia Nicolas Hayek senior attende il momento giusto per piazzare il colpo definitivo: compra Breguet, che è un gran bel pezzo di storia dell’orologeria, e da allora il calibro Lemania diviene una esclusiva Omega.

Ma non finisce qui , perché nel frattempo (dopo aver creato un orologio in grado di superare il freddo artico, dopo aver salvato la vita degli astronauti che rischiavano di perdersi nello spazio con l’Apollo 13, dopo aver creato un nuovo segmento del collezionismo) i tecnici Omega si esibiscono in una pirotecnica progressione che vede tre generazioni di scappamento Co-Axial e la pressoché totale indifferenza agli influssi negativi dei campi magnetici unirsi in una nuova serie di calibri che fanno il presente e il futuro dello Speedmaster. E la storia continua…

Orologi Omega Speedmaster i modelli di oggi

orologio da polso OMEGA Speedmaster

Se l’omega Speedmaster vede i natali nel lontano 1957, di certo non si ferma a quest’anno per la sua produzione. Il modello Speedmaster d’allora è stato ripreso tantissime volte in diverse varianti ognuna con un suo stile ma ognuno contraddistinta dalle spettacolari funzioni di questo orologio che non delude mai. Lo Speedmaster infatti, prevede tantissime collezioni ancora in voga e sempre rimodernate, naturalmente la loro ispirazione proviene sempre da quel lontano 1957, tanto che ancora oggi l’azienda Omega decide di dedicargli un modello del tutto rinnovato. 

Orologio Omega Speedmaster: lo Speedmaster ’57

orologio Omega Speedmaster 57 (del 2015)

L’Omega Speedmaster’57 è il modello che più vuole rifarsi al modello originario, riprendendo dunque nel nome l’anno di commercializzazione dell’orologio. Questo modello naturalmente, è stato rimodernato quindi donandogli uno stile completamente nuovo. Ha una cassa da 41mm in acciaio inossidabile, l’orologio possiede diverse funzioni come: il cronografo precisissimo, cronometro, data, tachimetro e fondello trasparente. Il quadrante ha lo sfondo nero è possiede un vetro in zaffiro ideale per resistere anche agli urti più duri, inoltre grazie alla sua ottima resistenza il modello è impermeabile fino a 100mt. Quest’orologio possiede un movimento cronografo a carica automatica dotato di meccanismo con ruota di scappamento Co-axial, la riserva di ricarica disposta per questo modello è di ben 60 ore. Il prezzo dello Speedmaster’57 è di 7400,00 euro. 

Orologio Omega Speedamaster Moonwatch: il primo orologio sulla luna

orologio omega speedmaster moonwatch

Naturalmente nella famiglia degli Speedmaster non poteva certo mancare una linea in onore del suo allunaggio. Quindi per questo motivo nasce la collezione Omega Speedmaster Moonwatch.

Questa collezione prevede innumerevoli modelli infatti ne possiamo contare ben 5. I modelli sono l’Omega Co-Axial Chronograph, il Professional Chronograph 42, il Chronograph 39,7, Anniversary Limited Series e infine il Professional Moonphase Chronograph 44,25. 

Tra i modelli di questa collezione vi vogliamo recensire uno dei più interessanti il Professional Moonphase Chronograph 44,25. 

L’Omega Speedmaster Moonphase Chronograph 44,25 ha delle caratteristiche incantevoli, iniziamo subito dal quadrante che è a dir poco entusiasmante infatti questo rappresenta delle bellissime stelle proprio come quelle che si possono osservare dal cielo. Le funzioni dell’orologio sono il cronografo, le fasi lunari, il tachimetro e il fondello trasparente. L’orologio ha una cassa da 44,25mm in acciaio, mentre il bracciale è in raffinata pelle nere. Il vetro è in resistentissimo zaffiro, infine l’orologio è impermeabile fino a 100mt. Il prezzo dello Speedmaster Moonphase Cronograph 44,25 è di 9500 euro. 

Omega Speedmaster Mark II

Omega Speedmaster Mark II indossato al polso

Omega Speedmaster Mark II è un altro modello della linea, molto affascinante grazie all’utilizzo di acciaio in abbinamento all’oro rosa Sedna. Il quadrante di questo modello è grigio, proprio come una perla e si abbina benissimo agli indici e alla minuteria di colore bianco luminoso. La cassa del modello ha un diametro di 42,40 mm, e il bracciale è in acciaio spazzolato unito all’oro rosa da 18kt. Le funzioni dell’orologio sono il cronografo, il cronometro, data e tachimetro. Il movimento è un Co-axial automatico con bilanciere a spirale libera e cronometro COSC, la riserva di carica di questo modello è di 52 ore. Il prezzo dello Speedmaster Mark II è di 9700,00 euro. 

Omega Speedmaster Racing

orologio Omega Speedmaster Racing

La collezione Speedmaster Racing prevede ben 14 modelli differenti questi si differenziano principalmente per le loro caratteristiche estetiche. Il modello che vogliamo recensirvi fra questi 14 modelli è l’Omega Speedmaster Racing Co-Axial da 40mm, l’orologio è sicuramente tra i più sportivi della linea e s’ispira proprio alle tute e alle macchine da corsa. Questo modello presenta un quadrante di colore rosso, abbinato a un resistente vetro zaffiro. Il modello è dotato di datario, scala tachimetrica, cronografo. La lunetta dove si trova la scala tachimetrica è in aluminio di colore nero opaco. Il cinturino che ricorda le gomme di un auto da corsa per le sue filettature è realizzato in caucciù di colore nero. Il modello Racing è animato dal calibro Co-Axial con movimento automatico e riserva di carica. Il prezzo del modello Racing è di 4000,00 mila euro. 

Omega Speedmaster altri modelli della collezione.

omega Speedmaster Spacemaster z-33
Speedmaster Spacemaster z-33

I modelli sovra-descritti sono sicuramente i migliori della collezione, comunque fra questi possiamo ancora citare alcuni orologi che sicuramente danno ancora una maggiore importanza all’intera collezione. Gli altri modelli Omega Speedmaster sono: il modello Speedmaster Spacemaster z-33 e il modello HB-Sia. Per concludere così la nostra recensione, vogliamo parlare del modello Speedmaster che riprende il nome dell’intera collezione. 

orologio da donna in oro Omega Speedmaster Cronograph 38

L’Omega Speedmaster Chronograph 38 prevede otto modelli differenti per le loro caratteristiche estetiche tra i più belli troviamo sicuramente Speedmaster Co-Axial Chronograph 38 mm. Quest’orologio presenta un quadrante marrone con datario a ore sei, possiede un vetro zaffiro molto resistente ai graffi. L’orologio possiede cronografo, tachimetro e data. L’orologio si mostra in tutta la sua eleganza però grazie la lunetta in oro rosso a 18kt, questa poi arricchita da diamanti, il tutto montato su una cassa da 38mm in acciaio. Infine il modello possiede un cinturino in comodissima pelle marrone. Il cronografo infine, monta un calibro Omega 3304. Il prezzo dello Speedmaster 38 è di 11.000 mila euro. 

Dettagli
Orologio Omega Speedmaster
Nome Articolo
Orologio Omega Speedmaster
Descrizione
L'Omega Speedmaster è un orologio in grado di superare il freddo artico e di salvare gli astronauti di Apollo 13
Autore
Recensioniorologi.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here