BLOG OROLOGI: MAGAZINE DEDICATO A RECENSIONI OROLOGI, OPINIONI E NOVITÀ NEL MONDO DELL’OROLOGERIA

Il nuovo Omega Speedmaster Chrono Chime e Olympic 1932 Chrono Chime

La ripetizione minuti è ampiamente considerata una delle complicazioni più complesse e difficili da produrre in tutta l’orologeria meccanica.

Il processo di creazione di un meccanismo di suoneria per rappresentare musicalmente il tempo attuale è complesso, costoso e laborioso ed è solitamente riservato alle uscite di fascia più alta nel repertorio di un marchio di lusso. Un cronografo rattrapante, è un’altra complicazione ad alta complessità, che eleva il cronografo comune ai vertici dell’orologeria meccanica.

Omega Speedmaster Chrono Chime e Olympic 1932 Chrono Chime

Queste due complicazioni, da sole, rappresentano enormi sforzi nel design e nell’artigianato. Nessun marchio ha mai combinato questi due meccanismi estremamente complessi in un’unica complicazione unificata, fino ad ora.

Omega è noto per i suoi orologi sportivi di lusso, per orologi resilienti di ottima fattura dotati di impressionanti movimenti Master Chronometer incarnati da modelli come lo Speedmaster Moonwatch e il Seamaster. Pochi sanno che Omega può anche fare orologi di fascia alta, come un tourbillon prodotto nel suo laboratorio Atelier d’Excellence.

E l’ultimo orologio ad emergere è assolutamente strabiliante. Incontra l’orologio più complesso mai prodotto da Omega, un segnatempo che unisce esperienza in cronografi, meccanismi di suoneria, sport, Olimpiadi e un senso di perfezione unico… Stiamo parlando dei nuovi modelli Omega Chrono Chime – Olympics 1932 e Speedmaster – e il nuovo calibro 1932.

Omega Co-Axial Master Chronometer calibro 1932

Omega Co-Axial Master Chronometer calibro 1932

Al centro di questi due nuovi modelli c’è un movimento, incredibilmente complesso e che collega due pietre miliari importanti nella vita del marchio. Pochi potrebbero sapere che il primo orologio da polso con ripetizione minuti è stato realizzato da Omega (allora noto come Louis Brandt) nel 1892. Nel 1932 Omega divenne anche il cronometrista ufficiale delle Olimpiadi, portando sul mercato alcuni modelli complessi e precisi orologi da tasca con cronografo. E quando combini entrambi i modelli storici, ti ritrovi con questo calibro 1932.

Sei anni di lavoro e sviluppato internamente con l’aiuto del marchio gemello Blancpain, il calibro 1932 è stato costruito nell’Atelier d’Excellence di Omega, dove vengono prodotti tutti gli orologi di fascia alta (tourbillon, orologi da tasca storici, il calibro 321). A dimostrazione dell’abilità orologiera dell’Atelier d’Excellence, questo movimento innovativo introduce diverse nuove funzioni.

Per cominciare, l’Omega Co-Axial Master Chronometer calibro 1932 è un cronografo e una ripetizione minuti completamente integrati ed è prodotto non sovrapponendo, modificando o adattando parti nuove a quelle vecchie, ma fondendo entrambe le funzioni in un unico movimento dell’orologio. Si tratta, infatti, del calibro più complicato mai prodotto da Omega. E combina un cronografo rattrapante,

La prima sfida è stata creare un cronografo con una precisione di 1/10 di secondo, il che significa che avrebbe dovuto avere una frequenza di 5Hz. Il problema era che lo scappamento Co-Axial creato da George Daniels doveva battere tra 3Hz e 4Hz. Gli orologiai di Omega hanno dovuto rielaborare l’intero design dello scappamento per raggiungere questa frequenza più alta. Accanto a questo erogatore è montata una grande canna per fornire una fonte di energia solida e stabile.

Omega Co-Axial Master Chronometer calibro 1932

Poi vengono gli elementi veramente complessi. L’Omega Chrono Chime è, prima di tutto, un cronografo che rende omaggio agli orologi da tasca del 1932 delle Olimpiadi di Los Angeles. In quanto tali, questi nuovi orologi dovevano essere cronografi rattrapante. Il movimento è dotato di una moderna combinazione di ruota a colonne e frizione verticale, con architettura monopulsante: un pulsante per lo start-stop-reset e un pulsante aggiuntivo per la funzione rattrapante.

Poi il marchio ha sviluppato un nuovo sistema di suoneria che “legge” il tempo trascorso del cronografo con camme a suoneria: una per il contatore dei 15 minuti, una per i decimi dei secondi correnti e una per la seconda cifra dei secondi. In quanto tale, il ripetitore funziona su tre sequenze: una nota bassa per i minuti, una nota doppia per la cifra dei dieci secondi e una nota alta per i secondi.

Molte sono anche le funzioni brevettate e innovative, tra cui un regolatore a regolazione magnetica per controllare la velocità della funzione ripetitiva e diversi dispositivi di sicurezza. Complessivamente, il Chrono Chime richiedeva 17 brevetti relativi alla funzione del calibro 1932, alla sua tecnologia antimagnetica e alle parti esterne dell’orologio.

Per renderlo ancora migliore, l’orologio e il movimento hanno lo stato di Master Chronometer, il che significa che il calibro dovrebbe resistere a campi magnetici esterni di 15.000 gauss, richiedendo l’uso di 50 componenti non ferrosi. E questo ora è combinato con la vera decorazione di Alta Orologeria. I ponti e le placche sono realizzati in oro Sedna 18k con una serie di finiture decorative come smussatura a mano, lucidatura a specchio, angolazione sui martelli, ablazione laser e grana diritta. E questo movimento è disponibile in due orologi molto diversi.

Omega 1932 Olympic Chrono Chim

Chrono Chime Olympic.jpg

Il primo dei due modelli in edizione speciale (non limitato in numero, solo per capacità produttiva) è un inno al passato e agli orologi del 1892 e 1932 sopra menzionati.

A forma di orologio da tasca convertito con anse saldate, questo modello in oro Sedna 18k combina diverse tecniche tradizionali. Il quadrante è in smalto bianco Grand Feu con una lunetta interna guilloché fatta a mano in argento 925 e sottoquadranti decorati con un esclusivo motivo a onde acustiche.

Omega 1932 Olympic Chrono Chim

L’orologio ha una disposizione verticale per la funzione di suoneria e i sottoquadranti. I martelli, anch’essi in oro Sedna 18k, sono a vista dal lato del quadrante con le loro grandi dimensioni e la decorazione superiore.

Sono fissati al corpo della cassa per produrre il massimo rintocco e sono un cenno alle campane usate da Omega per segnalare l’ultimo giro ai Giochi Olimpici.

Olympic 1932 Chrono Chime

Ulteriore omaggio al 1932 nei numeri arabi e nella minuteria in smalto nero “Petit Feu”. Le lancette centrali delle ore e dei minuti in oro Sedna 18k sono in PVD azzurrato, così come le lancette dei quadranti secondari alle 6 e il registratore dei 15 minuti alle 12.

Il quadrante include una lancetta dei secondi centrale CVD azzurrata e una lancetta dei secondi verniciata di rosso per una maggiore leggibilità.

Olympic 1932 Chrono Chime - 522.53.45.52.04.001

Il fondello, con incise le parole Official Timekeeper of the Olympic Games, Co-Axial Master Chronometer e il numero dell’orologio, rivela il movimento ben decorato e sagomato. L’Olympic 1932 Chrono Chime ha un diametro di 45 mm e un’altezza di 16,9 mm. Si indossa su un cinturino in pelle marrone con fibbia in Oro Sedna 18k e include un nuovo sistema brevettato Quick-Change.

Il motivo è pratico: la speciale scatola di presentazione include un cinturino aggiuntivo in pelle e due cordini sempre in pelle, consentendo al “cronometrista” di indossarlo come un discreto orologio da tasca o un cronometro al collo.

Viene consegnato in una scatola di presentazione in noce con una piastra di risonanza in abete per amplificare il ritmo, il tono, l’armonia e la lunghezza precisi di ogni rintocco. L’Omega Olympic 1932 Chrono Chime sarà un modello altamente esclusivo (circa cinque movimenti all’anno alla capacità attuale) e ha un prezzo di circa 420.000 euro tasse escluse.

Omega Speedmaster Chrono Chime

Chrono Chime Speedmaster.jpg

L’altro orologio con il nuovo calibro 1892 non potrebbe essere più diverso e detiene il primato di essere lo Speedmaster più complesso mai prodotto.

Ispirato allo Speedy di seconda generazione, il CK2998, combina alcuni elementi Speedy distintivi – lancette Alpha, anse dritte, lunetta DON – con tocchi di Alta Orologeria.

Omega Chrono Chime Speedmaster E Olympic 1932

Questo grande orologio da 45 mm x 17,2 mm è realizzato interamente in oro Sedna 18 carati con un bracciale “Nixon” abbinato.

Il quadrante è un’altra esclusiva del marchio ed è realizzato in smalto blu avventurina “Grand Feu”, una creazione brevettata che combina polvere di vetro avventurina con la classica tecnica di smaltatura. Questo materiale si trova sul quadrante e sulla lunetta tachimetrica.

Speedmaster Chrono Chime Co-Axial Master

Su questo modello, per rispettare l’aspetto dello Speedy, il movimento è stato intitolato ad avere un layout bi-compax. I contatori a ore 3 e 9 sono in oro Sedna e presentano il motivo a onde acustiche guilloché. Gli indici e le lancette delle ore/minuti sono in oro Sedna lucidato a diamante.

Le lancette del quadrante secondario CVD azzurrate e una lancetta del quadrante con punta rossa aggiungono ulteriori tocchi di colore al quadrante.

Questo esclusivo Speedmaster Chrono Chime non ha un numero limitato. Il prezzo è di circa 450.000 euro, tasse escluse. Viene anche consegnato in una scatola di presentazione in noce con una piastra di risonanza in abete per amplificare il suono della funzione di suoneria.

Per maggiori dettagli su questi due straordinari nuovi orologi, visitare www.omegawatches.com .

Considerazioni finali dei nuovi Omega Speedmaster e Olympic 1932 Chrono Chime

Con una complicazione davvero nuova che combina due delle funzioni più difficili e ricercate nell’alta orologeria, l’Omega Speedmaster Chrono Chime e l’Omega Olympic 1932 Chrono Chime offrono nuovi straordinari e brillantemente rifiniti apici per gli sforzi orologieri del marchio.

Entrambi i modelli sono ora disponibili, ma sono edizioni numerate con circa cinque movimenti che dovrebbero essere realizzati ogni anno.

Dettagli
Omega Speedmaster Chrono Chime e Olympic 1932 Chrono Chime
Nome Articolo
Omega Speedmaster Chrono Chime e Olympic 1932 Chrono Chime
Descrizione
Sviluppato con la consociata Blancpain, il movimento del 1932 ha richiesto sei anni per essere completato. Gli orologiai hanno dovuto trovare un modo per espandere i confini esistenti del famoso scappamento Co-Axial di Omega. Il sistema, sviluppato dal geniale orologiaio Georges Daniels, è un componente essenziale di tutti i movimenti Omega. Progettato per funzionare a una frequenza relativamente standard (tra 3 e 4 Hz), ha presentato un grosso vincolo nello sviluppo del nuovo movimento, che deve battere a 5 Hz per visualizzare 1/10 di secondo, come i cronografi tascabili usati per cronometrare Giochi Olimpici di Los Angeles 1932. Il nuovo movimento è stato utilizzato per alimentare due nuovi segnatempo. Il primo è l' Olympic 1932 Chrono Chime ref. 522.53.45.52.04.001 e il secondo segnatempo è lo Speedmaster Chrono Chime ref. 522.50.45.52.03.001 alloggiato in un classico Chrono Chime “Numbered Edition” d
Autore
RecensioniOrologi.it
Recensioniorologi.it
Logo
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attiva notifiche per non perdere le nostre recensioni OK No Grazie