BLOG OROLOGI: MAGAZINE DEDICATO A RECENSIONI OROLOGI, OPINIONI E NOVITÀ NEL MONDO DELL’OROLOGERIA

Orologio Antimagnetico

L’orologio antimagnetico, o almeno i progressi antimagnetici, rimangono abbastanza rilevanti oggi. Negli anni ’40 e ’50 gli orologi antimagnetici si sono rivelati davvero essenziali solo per ingegneri, scienziati e altri professionisti che incontravano regolarmente forti campi magnetici, ma pensano a tutti i dispositivi elettronici che ci circondano oggi: smartphone , computer, tablet , monitor, altoparlanti , elettrodomestici da cucina: tutti producono campi magnetici e hanno tutti il ​​potenziale per compromettere la precisione del tuo orologio.

Guida al miglior Orologio Antimagnetico

Di quanta protezione hai bisogno per proteggere il tuo orologio?

Il campo magnetico prodotto da un forno a microonde da un pollice di distanza, ad esempio, è solo di circa due gauss . Gli utensili elettrici, dalla stessa distanza, produrranno fino a circa otto-dieci gauss.

Come funzionano gli orologi Antimagnetici?

Gli orologiai hanno escogitato due modi diversi per combattere il magnetismo. Uno è quello di proteggere l’intero movimento con una gabbia interna fatta di un materiale molto permeabile magneticamente, solitamente ferro dolce, che attrae le linee del campo magnetico, lasciando inalterato il movimento stesso. Il ferro dolce è facilmente magnetizzabile, ma a differenza di alcuni materiali (come l’acciaio), non rimane magnetizzato una volta che la sorgente del campo magnetico non è più presente.

L’altro metodo è creare molle di bilanciamento e altre parti con materiali non ferrosi che non sono facilmente magnetizzabili. Storicamente, l’acciaio è stato un materiale comune per le molle del bilanciere, ma negli ultimi decenni il Nivorox (una lega di nichel-ferro) e leghe simili sono stati i punti di riferimento del settore, in parte a causa della loro migliore resistenza magnetica (ma non impermeabilità). Più di recente, gli orologiai hanno prodotto molle di bilanciamento in silicio , che si è generalmente dimostrato una soluzione molto più efficace.

La cassa in oro bianco a 18 carati presenta superfici lucide e satinate. Lo spessore è piuttosto ridotto (siamo poco sopra gli 8 millimetri), anche grazie all’adozione del calibro automatico Patek Philippe 324 S C, che misura solo 3,3 mm di altezza.
Carmine Di Donato

Patek Philippe Aquanaut

Nel 1997 nasce il Patek Philippe Aquanaut, l’orologio “adatto per ogni occasione”, sportivo, ma non con un’accezione tecnica. Patek Philippe Aquanaut: come nasce un mito

Leggi Tutto »
Attiva notifiche per non perdere le nostre recensioni OK No Grazie