Quantcast
Home Orologi Svizzeri Patek 5711: le caratteristiche, storia e il prezzo

Patek 5711: le caratteristiche, storia e il prezzo

LA REFERENZA DEL PATEK 5711 PHILIPPE NAUTILUS È SEMPRE PIÙ UN OGGETTO DEL DESIDERIO RARO E INTROVABILE. E IL VALORE COLLEZIONISTICO AUMENTA…

È un fenomeno non solo italiano ma addirittura mondiale: la ricerca del Patek Philippe Nautilus Ref. 5711 è diventata virale, non da ora ma già da qualche anno. E questo nonostante l’aumento del 20 per cento del prezzo del solo modello in questione, applicato alcuni mesi fa. Anzi, se il cambio di listino doveva rallentare le richieste, ha avuto l’effetto contrario. I motivi sono vari: moda, investimento, la ricerca di quello che non c’è. Fatto sta che il Nautilus è introvabile e quelli in vendita sul mercato parallelo o di secondo polso sono proposti molto al di sopra del prezzo di listino. 

MA FACCIAMO UN PASSO INDIETRO PATEK PHILIPPE NAUTILUS 5711

Nel 1972 l’importatore di Audemars Piguet in Italia chiede alla Maison di Le Brassus un orologio nuovo, sportivo ma di lusso. Il compito di crearlo viene affidato a Gérald Genta che disegna il Royal Oak, un costoso segnatempo con due caratteristiche di rottura rispetto ai tempi: è grande, 39 mm, ed è in acciaio, che per un orologio di lusso è una novità. Le vendite stenteranno per circa due anni e poi esploderanno con un ritmo inarrestabile.

Quattro anni dopo, nel 1976, anche Patek Philippe si affida a Genta per realizzare un modello che manca nella propria collezione, uno sportivo da poter portare in ogni occasione. Nasce così il Nautilus, Ref. 3700, sempre in acciaio, di dimensioni generose, tanto che verrà chiamato “jumbo”, e con una cassa in due corpi con l’apertura che ricorda l’oblò di una nave. Questo modello era dotato di una impermeabilità di 120 metri ed era dunque “un orologio sportivo, affidabile e da indossare in ogni circostanza”, secondo la definizione della stessa Patek Philippe. Ultima curiosità, l’astuccio era ricoperto di sughero.

Patek Philippe Nautilius Ref. 3700, nato nel 1976

Il Patek Philippe Nautilius Ref. 3700, nato nel 1976, era venduto con un cofanetto ricoperto di sughero. L’orologio, disegnato da Gerald Genta, aveva solo le sfere delle ore e dei minuti e non quella dei secondi.

A proposito di Gérald Genta, va ricordato che sempre nel 1976, al prolifico designer venne chiesto da IWC di aggiornare il modello Ingenieur: nacque così l’IWC Ingenieur SL Ref. 1832, anch’esso in acciaio (anche se ne vennero realizzati una piccola quantità in oro e in acciaio e oro), con bracciale integrato, grandi dimensioni e la caratteristica di avere un doppio fondello in ferro dolce per schermarlo dai campi magnetici.

Il sistema di chiusura del fondello del Nautilus 5711 con cassa in tre parti e fondello chiuso a vite.

Il sistema di chiusura del fondello del Nautilus 5711 con cassa in tre parti e fondello chiuso a vite.

Questi tre segnatempo degli anni ’70, Royal Oak, Nautilus e Ingenieur SL, dalle linee e caratteristiche simili, sono considerati da molti collezionisti come “il meglio di Gerald Genta”.

PATEK PHILIPPE NAUTILUS 5711: LE CARATTERISTICHE TECNICHE 

Sicuramente l’estetica inimitabile del Patek 5711 lo rende già un modello di eccezione, amato sia da chi ricerca uno stile sportivo sia da chi desidera un orologio elegante e di lusso. L’alto valore di quest’orologio però non è dato solo dalla sua conformazione estetica, ciò che più vale sono sicuramente gli ingranaggi e il meccanismo adottato per far muovere l’orologio. 

CALIBRO 324 S C CARICA AUTOMATICA

Il modello dispone infatti di un movimento meccanico a carica automatica. Quest’orologio presenta un calibro di manifattura Patek Philippe 324 S C. Il calibro ha dimensioni contenute, infatti il diametro è pari a soli 27 mm e lo spessore a 3,3. L’orologio ha al suo interno 213 componenti, sei ponti e 29 rubini. La riserva di carica e stabilita tra le 35 e le 45 ore. Il rotore centrale è realizzato in oro 21 carati, e all’interno del movimento è presente il bilanciare Gyromax e una spirale di tipo Spiromax. Infine, questo calibro permette una frequenza pari a 28.800 alternanze l’ora. L’orologio come si può ben intendere dal nome è anche impermeabile sino 120 metri, il che permette di utilizzarlo in immersione o tenerlo al polso durante lo snorkeling. 

CARATTERISTICHE ESTETICHE DEL PATEK 5711-1a

patek philippe referenza 5711

Nel caso del modello Patek Nautilus 5711-1a ci troviamo dinanzi a una bellissima cassa in acciaio inossidabile realizzata con fondello in cristallo di zaffiro e corona a vite per permetterne l’impermeabilità. Gli indici dell’orologio invece si presentano in oro bianco e sono rivestiti da un trattamento luminescente che permette all’orologio di illuminarsi anche al buio. 

Il quadrante è blu con linee tono su tono che danno all’orologio una bella profondità, volta quasi a ricordare il colore degli oceani profondi. Sulla destra l’orologio presenta un datario a casella, semplice a sfondo bianco e che segna esclusivamente la data del mese in corso. 

patek philippe nautilus 5711

Il bracciale del modello è realizzato anche questo in acciaio, e la conformazione prevede diverse maglie di forma rettangolare che s’intersecano tra loro grazie a delle placche d’acciaio poste centralmente e realizzate sempre in acciaio. Nel complesso il modello presenta uno stile unico e ricercato, che è molto apprezzato dagli appassionati del marchio.

TORNIAMO AL PATEK PHILIPPE NAUTILUS REF. 5711 E AL SUO STRAORDINARIO SUCCESSO.

Nel 2016 per festeggiare i 40 anni di questo segnatempo, la Maison ginevrina lancia un’edizione limitata, realizzata in soli 700 esemplari, con cassa in platino, indici in oro bianco con diamanti baguette e, sul quadrante, la dicitura “1976-40-2016”. Dunque la sola differenza rispetto alla versione base in platino è la dicitura sul quadrante e la produzione limitata a un numero esiguo di pezzi, oltre al prezzo, che arriva a superare i 104.000 euro. Ma nonostante questo, i collezionisti di Patek, intuendo le grosse potenzialità a livello di investimento, si mettono in lista di attesa pur di averlo.

PATEK PHILIPPE 5711 PREZZO E DOVE COMPRARLO 

Recensione Patek 5711

Arriviamo alla situazione attuale. Alcuni mesi fa, Patek Philippe ritocca il listino della propria collezione applicando un aumento del 20 per cento solo alla referenza 5711, pensando in questo modo di rallentare la richiesta che in tutte le boutique del mondo ha fatto ormai chiudere le liste di prenotazione (la Ref. 5711-1A-010 venduto a 27,490 mila euro). Del resto la produzione di orologi in acciaio per Patek Philippe è di circa il 20 per cento del totale, quindi su circa 60.000 pezzi prodotti ogni anno solo 12.000 riguardano Nautilus, Aquanaut e Twenty-4. Che diviso per tutti i concessionari nel mondo vuol dire pochi 5711 per ciascuno. Di qui l’aumento del listino.

Ma le richieste non diminuiscono. Anzi, la caccia al Nautilus si fa più serrata, tanto che anche i modelli in asta raggiungono quotazioni molto superiori alle stime. Nell’ultima sessione di Phillips del 29 maggio scorso, per esempio, un 5711 stimato 25/30.000 dollari, ha raggiunto i 38.250; un Nautilus Ref. 3800 stimato 15-25.000, ha toccato i 41.400 dollari.

5711/1A - NAUTILUS

Durante l’ultima asta di Christie’s, invece, un Patek Ref. 5711/1A del 2007 è stato venduto a 50.000 dollari. Dunque la quotazione del Nautilus Ref. 5711 di secondo polso viaggia su queste cifre. Il prezzo di listino del nuovo, dopo l’aumento, è passato a circa 27.000 euro, ma sui siti specializzati in orologi sia nuovi che usati, non si trovano a meno di 40.000 euro. Per acquistare un modello Patek 5711, dovrete recarvi in uno dei negozi autorizzati presenti in Italia o in Svizzera. Per trovare il punto vendita più vicino e prendere un appuntamento basterà andare nell’apposita sezione presente sul sito ufficiale dell’azienda.

Conclusione

Non è difficile capire come mai questo orologio dalle linee inconfondibili e dal fascino senza tempo, sia sempre di più un oggetto del desiderio. Ed è anche vero che, come ricorda un venditore esperto a proposito del Nautilus (ma potrebbe valere un po’ per tutto), “più se ne parla e più lo cercano”.

Dettagli
Data Recensione
Nome Orologio
Patek Philippe Nautilus 5711
Autore
51star1star1star1star1star

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.