Tudor fa rivivere il “Big Block” con Prince Chronograph One

Per i collezionisti di Tudor, i cronografi Big Block rappresentano un autentico oggetto del desiderio. Per tutti gli altri, rimangono tra i cronografi più attraenti degli anni '70, come ci si poteva aspettare dal primo cronografo automatico prodotto da Tudor. Ora, in occasione dell'edizione 2023 dell'asta di beneficenza Only Watch, concepita per raccogliere fondi a sostegno della ricerca sulla distrofia muscolare di Duchenne, la manifattura svizzera rivendica di nuovo questa irresistibile attrattiva per i collezionisti con il Tudor Prince Chronograph One.

Tudor Prince Chronograph One

Rivolgendo lo sguardo alla vasta collezione di pezzi unici presenti all’asta benefica Only Watch 2023, si possono apprezzare non solo esempi di evoluzione dei modelli esistenti, ma anche innovative e inedite creazioni. Tra le 62 opere orologiere presentate, il pezzo proposto da Tudor ha catturato e, oserei dire, affascinato completamente il mio interesse. Visivamente, questo segna la rinascita di un estetica molto apprezzata: un orologio che trae ispirazione dal primo cronografo automatico di Tudor, il Prince Oysterdate Big Block del 1976. Tuttavia, c’è molto di più dietro a questo design classico, visibile sotto il robusto fondello: un nuovissimo movimento cronografico automatico di manifattura, potenziale sostituto dei calibri di base Breitling. Alla luce di queste caratteristiche, sembra che abbiamo già un’idea di cosa ci riserverà il prossimo Watches & Wonders 2024. Eseguiamo un’analisi più dettagliata di questo Tudor Prince Chronograph One.

Recensione del Tudor Prince Chronograph One Big Block

Finora, i cronografi di Tudor si sono avvalsi di un Valjoux (FastRider Chrono), di un ETA con modulo Dubois-Depraz (Heritage Chrono), o, più recentemente, di movimenti forniti da Breitling (Black Bay Chrono). I movimenti di produzione interna, frutto del lavoro di Kenissi (un produttore di movimenti parzialmente detenuto da Tudor/Rolex), erano destinati esclusivamente agli orologi a tre lancette e GMT. Tuttavia, con il lancio del Prince Chronograph One, Tudor sembra pronta a svelare il futuro. Parliamo di un nuovo movimento sviluppato internamente, basato sull’architettura dei precedenti calibri del marchio (le analogie sono evidenti).

Il Tudor Prince Chronograph One è alimentato dal calibro MT59XX, un innovativo movimento cronografico interamente progettato e realizzato da Tudor. Il prototipo di questo calibro, designato come il “movimento numero 0” nella sequenza di sviluppo, è un movimento integrato automatico, con una ruota a colonne e (sebbene non esplicitamente menzionato) una frizione verticale. Per il resto, rimane fedele agli standard dei precedenti movimenti di manifattura di Tudor (come accennato, l’architettura di base è simile a quella dei classici movimenti a tre lancette), con un ponte trasversale, una spirale in silicio, una riserva di carica di 70 ore e risponde a tutti i criteri di performance dei calibri di produzione Tudor. Di conseguenza, è antimagnetico e regolato per una variazione di -2/+4 secondi al giorno, verificato su un orologio completamente assemblato.

Dato il notevole impegno necessario per lo sviluppo di un movimento cronografico, insieme ai costi associati alla ricerca e sviluppo, risulta evidente che questo nuovo calibro MT59XX non rimarrà un unicum. Senza indulgere in congetture non verificabili, sembrerebbe plausibile che Tudor preveda una progressiva introduzione di questo nuovo movimento (e potenzialmente alcune varianti con quadranti a due contatori) in un nuovo cronografo o nell’attuale Black Bay Chrono.

Relativamente ad un nuovo cronografo, questo innovativo movimento ha trovato casa in un inedito orologio, che trae ispirazione dal Tudor Prince Oysterdate Big Block del 1976, referenza 9430/0.

Cosa sappiamo a proposito di questo Tudor Prince Chronograph One per l’Only Watch 2023?

Tudor Prince Chronograph One

Per ora, è stato svelato con una cassa massiccia e un cinturino oro giallo da 42 mm, con alcune distinzioni importanti rispetto al Black Bay Chrono. Mentre quest’ultimo mescolava caratteristiche da corsa e da immersione, il Prince Chronograph One si dedica interamente all’universo delle corse, presentando una lunetta fissa con inserto in alluminio nero, una scala tachimetrica e lancette sottili, per una leggibilità ottimale.

Inoltre, il lato destro della cassa è stato rivisitato, con l’aggiunta di nuovi pulsanti a vite, una corona più classica e protettori circostanti.

Tudor Prince Chronograph One

Il quadrante nero del Tudor Prince Chronograph One, grazie al nuovo movimento, rende tributo al Big Block storico con una disposizione 6-9-12 dei contatori secondari, imitando il layout dei modelli con movimento Valjoux. La data, posizionata in modo discreto alle ore 3, si contrappone agli indici, che sono eleganti bastoni applicati. Nonostante questa versione unica in giallo 18 carati rimarrà probabilmente un esercizio di stile, sappiamo che Tudor apprezza l’opportunità di anticipare i futuri modelli attraverso l’asta Only Watch.

I suoi precedenti storici, in termini di presentazione dei nuovi modelli, ci portano a immaginare che potremmo assistere al ritorno del Tudor Prince Chronograph, alimentato da questo nuovo movimento di produzione interna, nei prossimi mesi o in occasione di Watches & Wonders 2024… Almeno, questa è la mia speranza!

Il corrente Tudor Prince Chronograph One in oro sarà proposto all’asta Only Watch 2023 con l’obiettivo di raccogliere fondi per la ricerca sulla distrofia muscolare di Duchenne. La stima iniziale è tra i 25.000 e i 35.000 franchi svizzeri (quasi stesso prezzo in euro), una cifra che si presume sicuramente prudente.

Per ulteriori dettagli, è possibile visitare i siti www.tudorwatch.com.

Altri articoli
Patek Philippe Ripetizione Minuti Allarme 1938P “Tributo a Philippe Stern”

Gli orologi portano con sé un carico emotivo significativo, spesso trascendendo il loro ruolo di semplici strumenti per la misurazione del tempo e diventando testimoni di momenti storici. Questa eredità si manifesta in modo particolare quando un orologio passa da padre a figlio, acquisendo un valore che supera il suo peso in oro o platino, arricchendosi di significati profondi e sentimenti intensi. In rare e fortunate circostanze, come quelle speciali celebrazioni, nascono creazioni eccezionali. Per Thierry Stern, presidente di Patek Philippe, celebrare l’85° compleanno di Philippe Stern significava creare qualcosa di straordinario.

La referenza 1938P-001 di Patek Philippe, con ripetizione minuti e allarme, è stata concepita per onorare Philippe Stern. Il quadrante in oro bianco 18 carati è impreziosito da un ritratto in smalto Grand Feu di Philippe Stern, un profilo elegante che emerge dallo sfondo nero, creando un effetto drammatico e asimmetrico che evoca il fascino del cinema di Coppola o la silhouette iconica di Hitchcock. Questa somiglianza, seppur casuale, trasmette l’influenza di Philippe Stern nella manifattura e l’ammirazione che questa nutre per lui.

Leggi Tutto »
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.