Vacheron Constantin Historiques 222, Il ritorno di un’icona degli anni ’70

Andiamo dritti al punto e non invertiamo l’argomento; nel 2022, nell’ambito della collezione presentata a Watches and Wonders Ginevra, Vacheron Constantin riedita il suo emblematico orologio sportivo di lusso lanciato nel 1977 per il 222° anniversario del marchio; il 222.

Vacheron Constantin Historiques 222 recensione

Terzo membro dell’iconica Santissima Trinità degli orologi sportivi di lusso (accanto al Royal Oak e al Nautilus, tutti e tre all’inizio condividevano lo stesso movimento di base), il nuovo Vacheron Constantin Historiques 222 è un tipico orologio di ispirazione vintage, ma con da segnalare alcune importanti evoluzioni.

E il primo è abbastanza ovvio; non è rilasciato in acciaio inossidabile ma in oro giallo. E c’è ancora qualcosa da dire su questo Historiques 222, quindi tuffiamoci nella storia e nei dettagli di questo nuovo orologio davvero accattivante.

Storia del Vacheron Constantin Historiques 222

Storia Storia Vacheron Constantin Historiques 222

Nel 1972, il mondo dell’orologeria ha visto l’introduzione di un concetto nuovo di zecca, un orologio concepito come un oggetto coerente con una perfetta integrazione tra il bracciale e la cassa, un orologio in acciaio inossidabile con in mente robustezza e casualità, ma con un ultra high-end -movimento sottile e finiture che sono state eseguite nella stessa vena di un orologio prezioso e complicato in oro. Disegnato da Gerald Genta e pubblicato nel 1972, l’AP Royal Oak ha creato il genere, presto seguito da molti, tra cui Patek Philippe nel 1976 e, un anno dopo, Vacheron Constantin. E qui hai quella che i collezionisti hanno chiamato la Santissima Trinità degli orologi sportivi di lusso.

Per celebrare il 222° anniversario del marchio, Vacheron ha presentato il 222 , disegnato da un giovane di nome Jorg Hysek. Come Audemars Piguet e Patek Philippe, il 222 è stato un radicale distacco dai suoi tradizionali orologi da abito. ” Volevo progettare un orologio sportivo elegante e allo stesso tempo trovare il giusto equilibrio tra questi due elementi per adattarsi all’universo classico e raffinato di Vacheron Constantin“, spiega Hysek.

Il 222 racchiudeva tutti gli elementi classici del genere, a partire dalla cassa a botte, lunetta prominente dalla forma complessa, un bracciale completamente integrato nell’intero design, un movimento ultrasottile e questa tipica combinazione di lusso e casualità.

Il Vacheron Constantin originariamente era in acciaio inossidabile ed era impermeabile fino a 120 metri, eppure misurava solo 7 mm di altezza grazie al suo movimento ultrasottile che misurava appena 3,05 mm: il calibro VC1120, basato sul calibro Jaeger-LeCoultre 920. Il Jumbo era un orologio con data e ora senza secondi che misurava 37 mm di diametro.

Seguendo il modello iniziale in acciaio Jumbo, il 222 è stato successivamente interpretato in acciaio da 34 mm e 24 mm, oro giallo o versioni bicolore, lucido o incastonato ma sempre con l’emblematica lunetta scanalata e lo stemma della croce di Malta incastonato nell’angolo destro della cassa alle 5. Rimarrà in produzione fino al 1985. Successivamente, il design e lo stile del modello originale sono riemersi nel 1996, con la creazione della Overseas Phase 1.

Questo porterà il marchio alla creazione di altre due generazioni Overseas, tra cui l’attuale modello che è spesso considerato il diretto discendente dell’originale 222 . Ma oggi non si tratta di ispirazione, ma di ristampare il design emblematico, ma con alcune differenze.

SPECIFICHE TECNICHE – VACHERON CONSTANTIN HISTORIC 222

  • Cassa: 37 mm di diametro x 7,95 mm di altezza – cassa in oro giallo 18 carati 3N, spazzolata con accenti lucidi – lunetta scanalata in oro 18 carati 3N – Croce di Malta in oro bianco Pd150 posta a ore 5 – vetro zaffiro frontale e fondello – resistente all’acqua 50 m
  • Quadrante: Quadrante opaco color oro – indici e lancette in oro giallo evidenziati con Super-LumiNova – Croce di Malta lucida in oro giallo
  • Movimento: Calibro 2455/2 – movimento di manifattura ultrasottile – Orologio certificato Punzone di Ginevra – automatico con rotore centrale in oro giallo 18k 3N – 26,2 mm x 3,6 mm – 194 componenti, incl. 27 rubini – 28.800 alternanze all’ora – Circa 40 ore di riserva di carica – ore, minuti e data
  • Bracciale: di tipo integrato in oro giallo 18K 3N, con satinatura verticale – chiusura deployante a tripla lama
  • Referenza: 4200H/222J-B935
  • Disponibilità: edizione non limitata, esclusiva boutique
  • Prezzo: 62.000 euro

Recensione Vacheron Constantin Historiques 222

Orologio Vacheron Constantin Historiques 222

Quello che Vacheron Constantin sta facendo qui è offrire un’interpretazione aggiornata di questo leggendario modello nella sua versione Jumbo, con un design che evoca in gran parte il passato (in effetti, in modo altamente fedele) ma con molteplici evoluzioni da vedere sulla costruzione della cassa, del bracciale e del movimento. E sì, come puoi vedere, il marchio ha deciso di rilasciare questo orologio in oro giallo e non in acciaio inossidabile, e sorprendentemente come parte della collezione permanente.

Il Vacheron Constantin Historiques 222 non è limitato nei numeri, ma è un’esclusiva boutique e non sarà comunque disponibile in grandi quantità; questa nuova interpretazione del 222 mantiene lo spirito della collezione Historiques, dove gli orologi non sono repliche identiche dell’orologio originale, ma reinterpretazioni contemporanee. Eppure qui, dal punto di vista del design, la connessione è piuttosto ovvia.

Vacheron Constantin 222 Prezzo

È, nel complesso, fedele ed estremamente ben eseguito, come ti aspetteresti da Vacheron Constantin, ma ci sono importanti evoluzioni da notare per quanto riguarda le specifiche tecniche, alcune che cambiano piuttosto drasticamente l’orologio.

Nella maggior parte delle aree, questo Vacheron Constantin Historiques 222 è del tutto rispettoso del progetto iniziale di Jorg Hysek e le proporzioni sono state, nella maggior parte, rispettate. In quanto tale, la cassa misura 37 mm di diametro e conserva la parte centrale a forma di botte sormontata dalla caratteristica lunetta scanalata della collezione e dalla Croce di Malta a ore 5, qui applicata in oro bianco lucido.

Anche le tecniche di finitura sono state rispettate, con superfici circolari spazzolate sulla lunetta, superfici spazzolate verticalmente sulla cassa, superfici spazzolate orizzontalmente sui lati e molteplici sottili smussi lucidati intorno alla cassa e alla lunetta per migliorare la sensazione di lusso.

Vacheron Constantin Historiques Review

Tutto sommato, il Vacheron Constantin Historiques 222 è rispettoso del modello originale, anche se con alcuni accorgimenti nell’interesse della modernità. È importante sottolineare che la costruzione monoblocco dell’orologio originale, che richiedeva che il movimento fosse incassato dall’alto, quindi chiuso da una lunetta a vite (qualcosa che garantiva un’impermeabilità di 120 m) è stata sostituita da un più classico 3 parti costruzione, con fondello indipendente dotato di finestra trasparente. Questo ha due conseguenze.

Innanzitutto, l’altezza del case è ora di 7,95 mm anziché di 7 mm. Ancora abbastanza magro, ovviamente. In secondo luogo, l’impermeabilità di questo nuovo 222 è ora di 50 m. In tutta franchezza, penso che non ci sia molto da discutere qui, dal momento che nessuno potrà mai portare un orologio così prezioso sott’acqua. 50 m WR sono più che sufficienti su base giornaliera.

La cosa più ovvia che verrà discussa con questo nuovo Vacheron Constantin Historiques 222 è il fatto che il marchio ha deciso di lanciarlo in oro giallo e non in acciaio inossidabile, anche se sono abbastanza sicuro che a un certo punto seguirà un modello in acciaio .

Quindi, per questa prima edizione di Historiques 222, abbiamo una cassa e un bracciale in oro giallo 3N, una tonalità più calda dell’oro che mi ricorda gli orologi vintage. Nel complesso, il risultato è estremamente accattivante e coerente, anche se un modello in acciaio inossidabile mi avrebbe conquistato il cuore.

Bracciale Vacheron Constantin Historiques 222

Il bracciale segue gli stessi principi. Identico a prima vista, con le sue maglie originali e il suo design ben integrato, è superbamente eseguito con profonda attenzione ai dettagli e raffinate superfici spazzolate con sottili bordi lucidi. Sottile e confortevole, il bracciale è stato modernizzato con una moderna chiusura pieghevole a tripla lama, che sostituisce la chiusura a doppia lama stampata dell’orologio originale. Inoltre, le articolazioni del bracciale sono state rivisitate per nascondere i perni visibili e migliorare il comfort al polso. Ovviamente qui la modernità ha i suoi vantaggi.

Per quanto riguarda il quadrante, è di nuovo lo stesso concetto. Fedeltà generale, ma con alcune evoluzioni. Proprio come la versione precedente del modello in oro giallo, il nuovo Historiques 222 ha un quadrante tono su tono in colore oro opaco, con indici dritti e lancette a bastone in oro giallo.

Questi sono riempiti con Super-LumiNova. La superficie opaca del quadrante mantiene le cose relativamente discrete e il quadrante conserva il classico display a 2 lancette e la data, oltre a loghi e caratteri storici. L’evoluzione principale riguarda la posizione del datario incorniciato, che è stato notevolmente sfalsato rispetto al bordo esterno del quadrante (per migliorare la leggibilità secondo il marchio) con una minuteria completa.

Vacheron Constantin 222 con Calibro 2455/2

Movimento Vacheron Constantin Historiques 222

Visibile sotto il fondello in zaffiro è il calibro 2455/2. Il movimento di base è ben noto a Vacheron poiché era già utilizzato in diversi modelli automatici Traditionelle ultrasottili con piccoli secondi. Non ha nulla in comune con il vecchio movimento base JLC, che è ancora utilizzato ad esempio nell’Overseas Ultra-Thin . Si tratta di una concezione moderna, prodotta internamente e certificata dal Punzone di Ginevra.

Il movimento è ancora sottile, a 3,6 mm, e memorizza circa 40 ore di riserva di carica. Ora funziona a una frequenza di 4 Hz per una migliore precisione. È, come previsto, finemente decorato e presenta un rotore in oro giallo 18 carati decorato con un motivo scanalato che ricorda la lunetta. E un aggiornamento importante, finalmente ha una data fissa: qualcosa che i proprietari del vecchio orologio o qualsiasi orologio con la vecchia base JLC apprezzeranno sicuramente.

Vacheron Constantin Historiques 222 Prezzo

La riedizione in oro giallo 222 di Vacheron Constantin Historiques per il 2022 (riferimento 4200H/222J-B935) sarà lanciata come parte della collezione permanente, e quindi non come edizione limitata. Sarà disponibile solo nelle boutique ufficiali del brand, in quantità piuttosto contenute. Il prezzo (tasse incluse) sarà di 62.000 euro.

Opinioni Vacheron Constantin Historiques 222

Vacheron Constantin Historiques 222,

Ecco un breve riassunto di ciò che dovete sapere:

  • diametro identico di 37 mm, cassa leggermente più spessa di 7,95 mm (circa 1 mm in più)
  • lo stesso design generale, inclusa la lunetta scanalata e il logo della Croce di Malta a ore 5
  • la cassa ora ha una costruzione in 3 parti (non più monoblocco) con fondello indipendente e vetro trasparente, impermeabile fino a 50 m (non più 120 m)
  • la cassa è realizzata in oro giallo 18k 3N – una tonalità leggermente più vintage dell’oro – così come il bracciale. Le finiture sono identiche al modello storico, ma sono state rifinite
  • quadrante dorato con ancora 2 lancette e datario, carattere storico per la menzione Automatica
  • il datario è stato notevolmente spostato dal bordo esterno del quadrante per migliorare la leggibilità
  • il bracciale è dotato di una nuova chiusura a tripla lama
  • le articolazioni del bracciale sono state rivisitate per nascondere gli spilli a vista e migliorare il comfort al polso
  • il movimento è stato modificato, diventando calibro 2455/2 con frequenza 4Hz e riserva di carica di 40h. Inoltre ora include la data di impostazione rapida. Nuovo rotore un motivo scanalato che riprende la lunetta

Ora, dopo aver trascorso un’ora con questo orologio al polso, posso dirvi questo: l’esecuzione complessiva è semplicemente sbalorditiva. Il lavoro svolto sulla cassa e sul bracciale, la precisione di tutte le parti, la bellezza delle rifiniture, la morbidezza dell’orologio al polso… Ovunque c’è la giusta cura dei dettagli.

Il termine lusso negli orologi sportivi di lusso è qui chiaramente giustificato. Molto apprezzati anche gli aggiornamenti sui bracciali, ovvero la nuova articolazione e la nuova chiusura.

Inoltre, essendo un orologio completamente dorato, aspettati un pezzo con un certo peso. È pesante. Periodo! E, cosa importante anche, nonostante i 37 mm della cassa, il Vacheron Constantin Historiques 222 non è un piccolo orologio. La cassa e soprattutto il modo in cui il bracciale segue la linea della cassa rende un orologio dalla presenza innegabile.

Altri articoli
Tissot PR516 Chronograph a Carica Manuale ad un prezzo competitivo

Negli anni recenti, Tissot ha fato parlare molto di se nel panorama orologiero. Grazie a creazioni come il PRX Powermatic, l’innovativo ma discusso PRX Digital e l’unicamente stravagante Sideral S, il marchio ha rafforzato la sua reputazione come sinonimo di tendenza e accessibilità. A mio avviso si è sempre stata avvertita l’assenza di un modello specificamente dedicato agli appassionati puristi dell’orologeria, quei collezionisti per i quali i meccanismi interni sono l’essenza e la tradizione è un valore imprescindibile.

Leggi Tutto »
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.