Omega Speedmaster Reduced Panda “Marui” Ref. 3510.21

Il tradizionale Omega Speedmaster Moonwatch è impeccabile, riconosciuto come uno degli orologi più iconici di sempre. Tuttavia, verso la fine degli anni '80, Omega cercava un modo per rendere lo Speedmaster più accessibile a un pubblico più ampio. Da qui nasce l'Omega Speedmaster Automatic, conosciuto anche come Speedmaster Reduced. Oggi vi presento la referenza 3510.21 "Marui".

Omega Speedmaster Reduced “Marui” 3510.21

Chi mi segue da tempo conosce la mia predilezione per i “quadranti panda“. Sono consapevole che anche il mio pubblico trova questo design affascinante, e la mia sfida principale è scoprire orologi intriganti che possano catturare l’immaginazione dei collezionisti.

Nella mia ricerca attuale di un quadrante panda unico e attraente, mi sono imbattuto in un vero gioiello: lo Speedy Reduced da 39 mm, un’edizione limitata prodotta in soli 2.000 esemplari per Marui, un noto grande magazzino giapponese, negli anni ’90. Questo orologio incarna ciò che cerco: è raro, proveniente da uno dei miei brand preferiti, e possiede un design senza tempo.

Il fascino dei quadranti panda è ben noto e questa particolare configurazione è una delle più ricercate nei cronografi di fascia alta. Il mio obiettivo era trovare qualcosa di veramente speciale e distintivo, senza necessariamente ricorrere alle scelte più ovvie. Condivido questo ritrovamento nel mio blog per ispirare altri collezionisti alla ricerca di orologi unici e di qualità.

Recensione Omega Speedmaster Reduced Panda “Marui” Ref. 3510.21

Omega Speedmaster Reduced “Marui” 3510.21

Oggi, vorrei condividere con voi il mio entusiasmo per questo modello, in particolare la referenza 3510.21 nota anche come Marui Panda Speedmaster. Scoprire informazioni su questo orologio è stata una vera sfida, poiché il mercato giapponese ha avuto accesso a versioni dello Speedmaster piuttosto insolite, che raramente si vedono altrove, come il famoso Mitsukoshi. Tuttavia, il Marui si distingue per la sua rarità: si dice che ne siano stati prodotti solo duemila esemplari.

Questa versione automatica dello Speedmaster, che ha iniziato la sua produzione alla fine degli anni ’90 e ha subito un aggiornamento nel 2006, rende il modello del 2008 uno degli ultimi prodotti. Questo orologio è particolarmente unico e, a mio parere, merita maggiore attenzione per il suo design distintivo e alcune caratteristiche peculiari che esplorerò più avanti. È davvero un modello interessante e un esempio eccellente di come l’Omega Speedmaster continui a incantare gli appassionati di orologi in tutto il mondo.

Se siete già a conoscenza del classico Speedmaster Reduced e delle sue due versioni regolari prive del quadrante Panda, allora avete già una buona idea delle dimensioni e della meccanica interna di questo orologio. Questo modello Marui, sebbene abbia il vetro zaffiro come gli altri, si distingue per alcune caratteristiche uniche che non ho riscontrato in altri orologi Omega. Una di queste peculiarità è che, nonostante sia una versione aggiornata con indici applicati e simili, conserva ancora i numeri arabi sul quadrante. Questo dettaglio, insieme ad altri, rende il Marui un pezzo davvero distintivo nella gamma Omega.

Omega Speedmaster Reduced “Marui” 3510.21

Lo Speedmaster Automatic esprime un equilibrio perfetto nelle sue proporzioni, con una misura di 18 mm tra le anse che si armonizza con il resto del design. Il bracciale, che si affina delicatamente fino a 16 mm vicino alla chiusura, insieme alla sua lunghezza ottimizzata da ansa ad ansa, conferisce all’orologio un’impressione di maggiore raffinatezza e discrezione al polso, anche se le sue dimensioni sono paragonabili a quelle di un modello standard da 38,5 mm.

Sebbene il bracciale non si distingua per materiali o finiture di lusso, avendo una chiusura di fattura basilare e un leggero rumore metallico che testimonia l’uso nel corso degli anni, possiede comunque un fascino intrinseco. Nonostante ciò, non è insolito che gli appassionati optino per sostituire il bracciale originale con alternative più personalizzate, migliorando ulteriormente l’estetica generale dell’orologio e adattandolo ai propri gusti.

Omega Speedmaster Reduced “Marui” 3510.21

Dal vivo si adatta perfettamente all’orologio e ritengo che sia una scelta di design molto azzeccata. L’orologio presenta un’estetica incantevole, con gli indici bianchi sui quadranti del cronografo e le lancette principali verniciate di nero, creando un contrasto accattivante con il bianco del quadrante. Inoltre, la combinazione di indici arabi, una diversa disposizione degli elementi e il bracciale conferisce all’orologio un forte senso di identità distintiva.

Omega Speedmaster Reduced “Marui” 3510.21

La distintiva caratteristica di questo orologio rispetto al fratello maggiore risiede nella disposizione unica di pulsanti e corona. L’integrazione di due meccanismi nel sofisticato Omega 3220 posiziona la corona leggermente più in basso, creando un profilo intrigante. La cassa dell’orologio, che richiama l’eleganza del Moonwatch, è un esempio di maestria artigianale, con una combinazione armoniosa di superfici spazzolate e lucide lungo le anse, riflettendo un design sia classico che moderno.

Omega Speedmaster Reduced “Marui” 3510.21

Il nome ‘Reduced’ cattura l’essenza di questo modello non solo per le sue dimensioni contenute, ma anche per il movimento scelto, rappresentando una scelta più accessibile rispetto ai calibri degli Speedmaster professionali di quell’epoca. Al cuore dell’Omega Speedmaster Reduced batte il calibro di base ETA 2890-A2, arricchito dal modulo cronografico 2020 di Dubois-Dépraz, che trasforma il movimento in un esclusivo 3220.”Uno Speedmaster in edizione limitata con quadrante panda, cassa compatta e il movimento Omega 3220.”

Questa configurazione garantisce uno spessore di soli 6,5 mm, un vero trionfo di ingegneria se confrontato con lo spessore di quasi 8 mm di un Valjoux/ETA 7750, un modello moderno di riferimento. Questa scelta rende l’orologio un’opzione ideale per chi cerca un cronografo automatico dal profilo elegante e sottile. Tuttavia, è essenziale considerare che la manutenzione di tali cronografi modulari richiede una particolare attenzione e competenza, e non tutti gli orologiai sono disposti a intraprendere tale compito. Questo aspetto deve essere valutato accuratamente prima di effettuare l’acquisto.

Omega Speedmaster Reduced “Marui” 3510.21

Le quotazioni di mercato vanno dai 5.000 ai 7.000 euro. Ottime proposte le ho trovate su Ebay (qui per maggiori informazioni) ma in alternativa anche altri e-commerce online hanno qualche disponibilità.

L’Omega Speedmaster Reduced Panda è un orologio dal design raffinato e di alta qualità, come ci si potrebbe aspettare da un marchio di tale prestigio. Per chi è alla ricerca di un orologio che non solo mantenga il suo valore, ma che potrebbe anche apprezzarsi nel tempo, questo modello si posiziona come un’opzione estremamente valida e competitiva.

Altri articoli
Omega Seamaster Aqua Terra GMT Worldtimer Summer Blue

Con un diametro di 43 mm e uno spessore di 14,3 mm, il Semaster Worldtimer rappresenta una versione robusta dell’Aqua Terra, alloggiando al suo interno il sofisticato movimento per l’ora mondiale, l’Omega calibro 8938. Il distintivo quadrante per l’ora mondiale, realizzato attraverso una lavorazione laser di precisione, presenta una tonalità blu gradiente che si completa armoniosamente con gli elementi luminescenti e il disco della data.

Leggi Tutto »
3 risposte
  1. Ho trovato tra le cose di famiglia un omega in oro presumibilmente di fine anni 40 inizio 50.
    Vorrei avere qualche notizia in più su tale orologio.
    Posso inviare foto.
    Grazie
    Salvatore Cosentino

  2. Caro Salvatore,

    È sempre emozionante scoprire un orologio vintage come il tuo Omega, che potrebbe essere un pezzo di grande valore storico e sentimentale. Anche se non effettuo valutazioni dirette, posso darti alcuni consigli su come ottenere più informazioni sul tuo orologio.

    Il numero di serie inciso sull’orologio può dirti molto. Generalmente, si trova sul movimento interno o sul fondello dell’orologio. Questo numero può aiutarti a determinare l’anno approssimativo di produzione.

    Ci sono diversi database e forum online dedicati agli orologi Omega dove puoi inserire il numero di serie per ottenere informazioni specifiche, come il modello, l’anno di produzione e altre specifiche tecniche.

    Cerca online immagini di orologi Omega prodotti negli anni ’40 e ’50. Questo può aiutarti a identificare modelli simili e capire meglio le caratteristiche del tuo orologio.

    Per una valutazione più accurata, considera la possibilità di portare l’orologio da un orologiaio esperto o un valutatore di orologi vintage. Saranno in grado di fornirti informazioni più dettagliate sul valore e sulla storia del tuo Omega.

    Controlla lo stato dell’orologio, compreso il cinturino, il quadrante, le lancette e il movimento. Anche piccoli dettagli possono rivelare molto sulla sua autenticità e condizione.

    Spero che questi suggerimenti ti siano utili. È importante procedere con cautela, soprattutto quando si tratta di pezzi vintage e di valore. In bocca al lupo nella scoperta della storia del tuo orologio Omega!
    Carmine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.